in

Bollo auto 2022: calcolo costi e come pagare

Bollo auto
Tempo di lettura: 3 minuti

Salvo casi particolari, chiunque voglia mantenere i diritti di proprietà su una vettura iscritta al PRA deve versare annualmente una tassa sul possesso: il famoso bollo.

Sapere quanto bisogna spendere, e perché, può essere complicato: il calcolo del costo cambia per diversi motivi, ci sono varie modalità di pagamento, sono previste esenzioni e ci sono differenze regionali. Infatti, è dal 2020 ormai che i soldi sono destinati alle regioni.

Qui facciamo chiarezza sugli ultimi aggiornamenti così che possiate svolgere la pratica in maniera semplice, o poter scegliere un’auto anche in base alla spesa del bollo.

Come calcolare il costo del Bollo auto

Il costo del bollo auto dipende dalla classe ambientale e dalla potenza espressa in kiloWatt, scritta sul libretto di circolazione.

Per il calcolo automatico del bollo si può visitare il sito dell’ACI.

Per avere una stima preventiva, ecco i parametri per calcolare il costo, tenendo presente che ci sono differenze regionali. I kiloWatt (kW) si ricavano dividendo i cavalli per 1,36.

  • EURO 0: 3€ a kW fino a 100 kW, più 4,50€ a kW oltre i 100 kW.
  • EURO 1: 2,9€ a kW fino a 100 kW, più 4,35€ a kW oltre i 100 kW.
  • EURO 2: 2,8€ a kW fino a 100 kW, più 4,20€ a kW oltre i 100 kW.
  • EURO 3: 2,7€ a kW fino a 100 kW, più 4,05€ a kW oltre i 100 kW.
  • EURO 4,5,6: 2,58€ a kW fino a 100 kW, più 3,87€ a kW oltre i 100 kW.

Se i kW sono superiori a 185 scatta il superbollo. In questo caso il calcolo del costo per ogni kW oltre la soglia si fa a partire da un anno dopo quello di costruzione della vettura.

  • Per i primi 5 anni: 20€ a kW oltre i 185 kW.
  • Tra i 5 e i 9 anni: 12€ a kW oltre i 185 kW.
  • Tra i 10 e i 14 anni: 6€ a kW oltre i 185 kW.
  • Tra i 15 e i 19 anni: 3€ a kW oltre i 185 kW.
  • Dopo i 20 anni: non si paga il superbollo.

Esenzioni e agevolazioni Bollo Auto

Generalmente l’esenzione totale del bollo auto è per: vetture possedute da o per il trasporto di persone che rientrano nei requisiti della 104; veicoli intestati a organizzazioni no profit. Auto storiche oltre i 30 anni dall’immatricolazione.Veicoli elettrici e ibridi nei primi 3 o 7 anni dall’immatricolazione (a seconda della regione).

C’è una riduzione del 50% per le auto storiche con oltre 20 anni (ma sotto i 30).

Quando e dove pagare il Bollo auto

Per un’auto nuova, il bollo si paga entro l’ultimo giorno del mese di immatricolazione. Se questa è stata fatta gli ultimi giorni del mese, la scadenza è alla fine del mese successivo.

Dal 2022 il bollo auto si rinnova entro l’ultimo giorno del mese dopo quello di scadenza.

Il pagamento si può effettuare presso:

  • Poste, sia in ufficio con commissione di 1,5€, che online.
  • Tabacchi convenzionati con commissione di 1,87€.
  • Banche abilitate, sia a sportello che in home banking.
  • Agenzie di pratiche auto.
  • ACI, online senza commissione di 1,87€ per i soci o in una delegazione.

Come verificare il pagamento del Bollo auto

Si può consultare il sito dell’Agenzia dell’Entrate in due modalità a seconda della regione:

Servizio apposito 7/7 dalle 7.00 alle 24.00 (Friuli, Marche, Sardegna, Sicilia, Valle d’Aosta). In questo caso basta inserire nel form la regione, la targa, la categoria e l’anno di pagamento.

 Sezione Calcolo del bollo (tutte le regioni). Qui invece nel form bisogna inserire regione, targa, mese e anno di scadenza, mese di validità più eventuali codici riduzione.

L’ultimo servizio per sapere se avete pagato il bollo auto è disponibile anche sul sito dell’ACI.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    ferrari 296 assetto fiorano

    Ferrari 296 Assetto Fiorano: prezzo, motore, prestazioni, esterni

    Auto elettriche mentre si ricaricano

    Incentivi auto elettriche 2022: il primo marzo è uscito il Decreto Legge