in

Carrera Cup Italia: tre piloti e tre squadre in lizza per i titoli al giro di boa

Tempo di lettura: 3 minuti

Alberto Cerqui è il nome emergente della Carrera Cup Italia: il bresciano dell’Ebimotors – Centri Porsche Milano se ne va in vacanza al comando della classifica assoluta.

Dopo il quarto appuntamento disputato nel week end a Imola, dei sette in calendario nel 2013, il giovane pilota di Enrico Borghi prende le redini della graduatoria generale in virtù della terza vittoria stagionale conquistata in Round 8 e distanzia, un po’ a sorpresa, Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport) e Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport). Il Campionato vive della sfida fra questi tre piloti che hanno caratteristiche molto diverse. Il “giaguaro”, com’è stato soprannominato Cerqui dai sostenitori, si è specializzato nelle vittorie in Gara 2. Di solito sfrutta l’inversione della griglia dei primi sei per salire sul gradino più del podio, ma all’Enzo e Dino Ferrari ha costruito una gara capolavoro perché scattava dalla quinta piazza al via e il successo l’ha meritato a suon di sorpassi.

La lezione la conosce molto bene Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport): il marchigiano a Imola ha firmato la seconda pole 2013, rifilando mezzo secondo a tutta la concorrenza con un giro perfetto nonostante il grande caldo che ha condizionato l’intero fine settimana emiliano e poi ha coronato il secondo successo in Round 7 che si è trasformato in una cavalcata solitaria dopo lo scatto dalla posizione al palo. In Round 8, invece, è uscito di pista ed è stato costretto al ritiro mentre era in lotta per il primato con Alberto Cerqui.

Il terzo uomo è Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport) che è stato disarcionato dalla vetta della classifica: il torinese al Santerno ha patito un paio di errori e un problema di pescaggio della benzina alla fine di Round 7 per cui il suo bottino di Imola è molto più magro rispetto ai suoi più giovani avversari. Il piemontese, grazie all’esperienza maturata, non si lascia prendere dall’ansia anche quando le cose non vanno per il verso giusto: domenica pomeriggio era finito nelle retrovie a causa di un drive through per un contatto con il compagno di squadra, Pietro Negra, ma ha saputo rimontare caparbiamente fino all’ottavo posto che valeva un punto. Le statistiche di Giraudi parlano chiaro: con i cinque giri più veloci in gara è il pilota che sa cambiare il passo di marcia durante la corsa per inseguire con freddezza calcolata anche i punti aggiuntivi che vengono concessi dal regolamento.

Tre piloti e tre squadre diverse in lotta per un titolo che sembra aperto come non mai: arriviamo alla sosta estiva con uno scenario più incerto del solito. Alberto Cerqui conduce la classifica assoluta con 98 punti, 8 lunghezze su Gianluca Giraudi e 11 su Enrico Fulgenzi quando ci sono ancora sei Round da disputare.

Anche nella Michelin Cup, che è la graduatoria riservata ai gentleman driver, c’è una bagarre molto interessante: la classe sembrava dominata da Alberto De Amicis (Ebimotors – Centri Porsche Milano), ma l’ortonese ha dilapidato il suo vantaggio di punti su Giacomo Scanzi: il bresciano si è portato a soli 5 punti dall’abruzzese e ora che il portacolori della Krypton Motorsport ha rotto il ghiaccio con la vittoria di classe, sarà un avversario molto temibile, visto che è riuscito ad Imola ha arrampicarsi anche al terzo gradino del podio assoluto di Round 8. E nella partita conta di inserirsi anche Alex De Giacomi: il bresciano della MIK Event sembra aver risolto i guai alla vettura che lo hanno reso meno incisivo nelle prime gare e dal Mugello in avanti si sta rivelando molto consistente. È stato a lungo secondo assoluto in Round 8 finché un problema ai freni non l’ha costretto a ridurre il passo per concludere quarto e, comunque, secondo di classe davanti al leader della categoria, De Amicis.

Il 7 e 8 settembre, si andrà in Francia, a Magny-Cours per la seconda manche del Trofeo 911 50th Anniversary che ha avuto al Mugello la partita di andata. Gli appassionati che vorranno rivivere Round 7 e 8 potranno apprezzare il video on demand sul sito www.carreracupitalia.it (disponibile anche su iPhone e iPad) e da www.motormedia.tv. Gli highlights della gara si potranno vedere con l’applicazione i-Pad di Autosprint, mentre per analisi, commenti e retroscena collegatevi al Pit Live su www.omnicorse.it. Appuntamento dopo le vacanze estive sempre sul canale Twitter @auto_app per i LIVE di qualifiche e gare!

Gentlemen driver

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Mazda Route 3: dal Giappone alla Germania

Bosch: piccoli passi verso l’auto che si guida da sola