in

Citroën Ami alla Milano Design Week, nella collezione di Rossana Orlandi

Tempo di lettura: 4 minuti

La Citroën Ami è un oggetto di mobilità rivoluzionario e anticonformista che interpreta in maniera contemporanea la creatività e l’innovazione della Marca Citroën. L’elevato potenziale di personalizzazione della Citroën Ami incontra oggi il mondo del design, diventando oggetto di ispirazione per 5 designer che l’hanno interpretata seguendo lo stile, la sensibilità e la vena artistica individuale.

Un progetto creativo nato dall’incontro tra la Citroën Ami e Rossana Orlandi, gallerista di collectible design di fama internazionale, riconosciuta dalla Design Community come autentica scopritrice di nuovi talenti del design, un riferimento a Milano, città di cui è Ambasciatrice per il design, che ha immediatamente colto ed apprezzato le caratteristiche della Citroën Ami.

L’aspetto originale ed anticonformista, il design simmetrico e intelligente, le dimensioni ultracompatte, la facilità di utilizzo e la semplicità di parcheggio, vanno oltre il rispetto per l’ambiente della Citroën Ami, convincendo Rossana Orlandi a diventarne Ambassador.

Rossana Orlandi sceglie la Citroën Ami come oggetto di mobilità urbana personale e la personalizza affettuosamente: la chiama “mon AMI” e la immagina come il suo pet da compagnia che l’accompagnerà in tutti i suoi giri per Milano. È bianca candida perché bianco è il colore della positività. Ha gesti grafici che ricordano sul fronte “un musetto che ispira tenerezza” e sul retro un animo più rock. Rossana non è forse proprio così? Un quadrifoglio, perché la Fortuna aiuta gli audaci, ma anche per ricordare che vivere nel GREEN è una vera fortuna. E ovviamente il nome “mon AMI” scritto sulla portiera, perché quell’AMI è sua e solo sua.

L’incontro con la Citroën Ami diventa il punto di inizio per un progetto in cui Rossana Orlandi coinvolge 5 artiste, designers di fama internazionale, “Les AMI de Ro” alle quali viene affidata la personalizzazione di altrettante Citroën Ami. Ognuna di loro la “veste” e la personalizza come un vero oggetto del desiderio, ed ecco la realizzazione di 5 ulteriori creazioni di design, 5 oggetti unici ed esclusivi ottenuti partendo dalle iconiche forme della Citroën Ami.

Le 5 Ami personalizzate “Les AMI de Ro” vengono svelate in occasione dell’apertura della Milano Design Week, al Ro District presso Galleria Rossana Orlandi in Via Mateo Bandello 14, dove rimangono in esposizione fino al 12 giugno.

Ognuna delle 5 Citroën Ami viene ulteriormente valorizzata dalla pedana su cui è posizionata, che ne riprende esattamente la decorazione, per una continuità d’insieme. Oltre ad esaltare il tocco creativo delle autrici, le cinque pedane sono parte dell’allestimento e sono rivestite con materiale plastico riciclato, un forte richiamo al rispetto per l’ambiente. Sono state realizzate da IGP Decaux, partner tecnico del progetto, che ha messo in atto un sistema di riciclo delle sue affissioni, realizzate in materiale plastico, successivamente recuperate, pressate e riciclate.

Queste le interpretazioni uniche ed esclusive delle 5 designers per “Les AMI de Ro”.

  • Daniela Gerini, stilista e designer, dalla creatività artistica e dinamica, ama sperimentarsi in diversi settori, dall’arte al teatro alla moda, con un’interpretazione personale del colore e delle forme. La sua creatività esprime energia , movimento, leggerezza, ironia, poesia. Tutti questi elementi si ritrovano nella sua personalizzazione denominata “Kerryon” che riveste Ami con un vivace accostamento di colori. “AMI è originale e pazzerella come me un po’ vanitosa e orgogliosa di andare avanti e indietro con me dal mio Studio al laboratorio con i rotoli dei miei disegni e tessuti… lavoriamo insieme!!!   Io l’adoro!”
  • Yukiko Nagai, artista designer originaria del Giappone, alla base del suo corpo di lavoro riproduce con il mosaico le trame di diversi tipi di materiale. Attraverso l’uso del mosaico, rievoca l’aspetto e il volume del legno o del tessuto, ingannando brevemente l’occhio dello spettatore che, una volta toccato l’opera, si rende conto che non è quello che sembrava. Questo stesso effetto mosaico si ritrova sulla sua personalizzazione, denominata “Tessera” dove un’elegante decorazione floreale avvolge i volumi esterni di Ami. “Ho vestito Ami con le fantasie delle mie prime opere, presentate dalla Galleria Rossana Orlandi, che mi hanno permesso di intraprendere il mio viaggio artistico nel mosaic design, così come Ami mi permette di viaggiare su nuovi percorsi urbani tutti da scoprire”.
  • Paola Navone, designer visionaria, dalla biografia ricca e versatile, lavora in molti settori creativi come architetto, product designer, interior designer, progettista di negozi e ristoranti, curatrice di mostre e di eventi, e docente. Esprime tutto il suo talento su Ami, che si veste di pois distribuiti in modo casuale come se fossero fatti a mano con uno stampino, bianco su nero. La personalizzazione si chiama “BRUM” e si caratterizza per tanti pois tutti un po’ diversi uno dall’altro e tutti un po’ imperfetti, come piace fare a Paola Navone – OTTO Studio. “Disegnati bianco su nero come sulla lavagna, amuleti e talismani che raccontano il mondo intero, mescolati a simboli portafortuna che appartengono alla creatività di OTTO Studio, guideranno AMI fra le strade Milanesi con il loro gioioso messaggio di buon augurio”.
  • Draga Obradovic, artista di design multidisciplinare che opera nel campo dell’arredamento, del tessile e dell’interior design. Vanta un background diversificato che spazia dalla moda all’arte, fino all’artigianato. Il suo approccio artistico al materiale e alla composizione è unico. Draga ha personalizzato Ami con lo stesso mood che caratterizza le sue creazioni in resina. Il risultato si chiama “My Way” ed esprime il pensiero dell’artista: “Movimento è libertà, scoperta, ispirazione. Quando giro per la città amo ascoltarne il rumore, catturarne le sensazioni, le vibrazioni e i colori. Grazie ad AMI, il suono della natura rimane puro e intonso”. Il colore, con le sue sfumature delicate, vuole sorprendere e intrigare un mondo, quello delle automobili, usualmente fatto di tinte unite. 
  • Ludovica Serafini, designer poliedrica e vulcanica, trae ispirazione dal vivere quotidiano e dalle bellezze della natura, e tutti i suoi progetti raccontano qualcosa di intimo e personale da svelare agli altri. L’ecologia è alla base del suo pensiero creativo e proprio da qui trae spunto “Oxygène”, l’immagine di un oggetto che “si muove lasciando inalterato l’ossigeno nell’aria, gli alberi e la natura rimangono intatti nel suo silenzioso passaggio, tutto respira”. La decorazione con alcuni alberi nella tinta “green”, su sfondo chiaro, è un richiamo esplicito al rispetto per l’ambiente che contraddistingue la mobilità a zero emissioni di Citroën Ami.

Alessandro Musumeci, Marketing Manager di Citroën Italia“In linea con la nostra firma di Marca ‘Inspired by You’, la Ami rappresenta la risposta concreta e rivoluzionaria di Citroën alle nuove sfide della mobilità in città e dell’impatto ambientale e incarna perfettamente la filosofia della Marca che, da sempre, trae ispirazione dai suoi clienti, attenta alle evoluzioni della società e ai nuovi stili di consumo. Oggetto di mobilità agile e compatto, sostenibile, dal design unico e originale, è ideale per vivere facilmente la città con stile ed energia. È un orgoglio vedere come Ami sia stata ispiratrice e protagonista alla Milano Design Week come vero e proprio oggetto di design. Ci riempie di entusiasmo sapere che artiste di fama internazionale abbiano deciso di personalizzarla valorizzando Ami stessa con tutta la propria identità, con il proprio stile e tecnica creativa. Si tratta dello stesso approccio, audace, originale e creativo, che è nel DNA della nostra Marca”.

Rossana Orlandi, gallerista di collectible design: “Il movimento è libertà, scoperta e ispirazione.  Quando vado in giro per la città, amo ascoltarne i suoni e catturarne sensazioni, vibrazioni e colori. Con la AMI il suono della natura rimane inalterato, senza alcun impatto sull’ambiente.”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Una Huracan traina una Urus: non dovrebbe accadere il contrario? [VIDEO]

    Le auto che circolano sono sempre più ibride ed elettriche: ecco i numeri