mercoledì, 21 novembre 2018 - 9:46

Dacia Duster GPL 2019 | Prova su strada in anteprima

Tempo di lettura: 3 minuti.

È arrivata nelle concessionarie la tanto attesa, soprattutto da noi italiani, Dacia Duster GPL 2019, la versione dotata di doppia alimentazione, gas e benzina, che fa il suo debutto anche con la nuova generazione del SUV compatto, già best seller del Marchio.

Il SUV straniero più venduto del suo segmento, propone quindi una nuova freccia al suo arco, per un’offensiva che permette a Dacia di tornare sul mercato con una gamma 100% GPL e, soprattutto, di tornare con una versione, la Duster GPL, che rappresenta un mix di circa il 40% delle vendite totali del modello (il peso del GPL sul mercato totale è del 9%).

Con il “vento in poppa” per tutto il 2018, il Marchio del Gruppo Renault punta a superare i risultati dell’anno scorso, per superarsi ulteriormente nel 2019. Noi abbiamo provato in anteprima la nuova generazione di Dacia Duster GPL e vi raccontiamo com’è e come va nel nostro primo contatto.

Esterni e interni della Dacia Duster GPL 2019: squadra che vince non si cambia

Sempre lunga 4,34 metri, la Duster GPL 2019 non propone nessun cambiamento estetico rispetto alla versione ad alimentazione tradizionale, contando sulla forza di un design, che le ha permesso di cambiare molto in rapporto al modello precedente, ammodernandosi in maniera netta, ma tenendo al tempo stesso i connotati tipici della Duster.

Un carattere deciso e robusto, rinnovato da nuovi, caratteristici, gruppi ottici, LED diurni, cintura dei finestrini più alta, nuove barre al tetto e tante altre modifiche estetiche e funzionali.

Dacia Duster GPL 2019
All’interno si respira un’aria più “premium”. Il tasto che gestisce l’impianto GPL è posto alla sinistra del volante

Il cambiamento però ha coinvolto anche gli interni, che se prima erano criticati per la loro qualità, con il nuovo, modello hanno raggiunto un ottimo standard, fatto di plastiche più piacevoli alla vista e al tatto, un comfort notevolmente migliorato e una ergonomia più efficace.

L’ottimo sistema di infotainment Media Nav, integrato nella consolle centrale, infatti, è orientato verso il conducente, e anche il volante è regolabile sia in altezza sia in profondità. Sotto il display ci sono piaciuti molto i comandi a tastiera e le manopole del clima, che trasmettono solidità e buona fattura.

La funzionalità rimane il suo punto di forza. Pochi fronzoli e tecnologia utile, come anche gli altri accessori, che puntano ad aiutare concretamente il guidatore. Tra questi troviamo il climatizzatore automatico, il Blind Spot Warning, il sistema Keyless Entry e la Multiview Camera, che propone 4 telecamere per destreggiarsi meglio sia in città, sia in offroad.

Numerosi i portaoggetti presenti, per un totale di 27,2 litri di vani, che si aggiungono a un bagagliaio dalla capienza che parte da 478 litri e arriva a 1.623 con i sedili abbattuti.

Motore: aggiornamenti in chiave futura

Il motore della Dacia Duster GPL 2019 è il 1.6 SCe da 115 CV, cioè il 1.6 benzina aspirato, aggiornato alle nuove normative Euro 6d Temp, le ultime in fatto di emissioni.

L’impianto GPL è installato direttamente nella fabbrica di origine della Duster, a Pitesti, e proviene dalla nota azienda Landi Renzo. Per accogliere al meglio questo sistema di doppia alimentazione, il SUV romeno ha modificato alcune componenti del suo 1.6 16V, rinforzando le sedi delle valvole e modificando le stesse per sfruttare al meglio l’impianto a gas.

Il serbatoio, posizionato nella zona posteriore, ha una capienza nominale di 42, che nell’effettivo sono sfruttabili all’80% per legge, proponendo un pieno da 33,6 litri, che si aggiungono ai 50 del serbatoio benzina.

I 115 CV erogati dal motore scendono a 109 quando è selezionato il GPL, per un totale di 156 Nm di coppia a benzina e di 144 Nm a gas. Per quanto riguarda i consumi, i dati nel ciclo misto omologato (NEDC) registrano un dato di 6 l/100 km a benzina e di 7,7 a GPL.

Il cambio in abbinamento è un manuale a 5 rapporti, mentre la trazione disponibile è esclusivamente anteriore.

Alla guida della Dacia Duster GPL 2019 1.6 SCe 115 CV: autonomia da vera “macina chilometri”

Dacia Duster GPL 2019
Il 1.6 aspirato da 115 CV non è un fulmine, ma garantisce una fluidità di marcia e un comfort notevoli

Attraverso il pulsante posto a sinistra del volante, che segnala anche l’autonomia in tacche del GPL, si può scegliere quale alimentazione utilizzare sulla Dacia Duster GPL.

Il motore non è certo un fulmine – un turbo avrebbe soddisfatto qualche velleità sportiva in più – ma d’altronde chi cerca questa tipologia di auto, ha un occhio di riguardo ai consumi e all’economia generale del veicolo. In aggiunta, la Duster garantisce un’ottima fluidità di marcia, anche in Eco, e non si sente mai il motore entrare in affanno nelle normali percorrenze. Peccato che manchi il computer di bordo e il relativo consumo istantaneo, ma quando si installa l’impianto GPL è quasi sempre una tappa obbligatoria.

Il 1.6 comunque svolge egregiamente il proprio lavoro, permettendo alla Duster di cavarsela bene sia in città sia fuori, senza far avvertire al guidatore il passaggio da una alimentazione all’altra in termini di potenza. Nel contesto urbano le telecamere, lo start & stop e il nuovo servosterzo ad assistenza elettrica aiutano molto, mentre fuori, l’ottimo lavoro di insonorizzazione (ora l’abitacolo è meno rumoroso del 50%) e, ancora una volta lo sterzo, diventato più diretto, assecondano di più il piacere di guida.

Se a questo aggiungiamo un buon cambio a 5 marce, preciso e non troppo gommoso, e un assetto “passepartout”, la Duster GPL si rivela una tuttofare di qualità. Inoltre, la possibilità della doppia alimentazione rappresenta un vantaggio anche per le lunghe percorrenze, grazie alla disponibilità di due autonomie notevoli, pari a circa 830 km a benzina e circa 430 a GPL, per un totale di 1.260 km, come la distanza che separa Aosta da Otranto.

Prezzi

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

BMW X5 2019

BMW X5 2019 | Prova su strada in anteprima

Era il 1999 quando BMW lanciò sul mercato la prima X5, primo SAV (Sport Activity …