in

Dopo aver visto la concept car, ecco come sarà il primo crossover smart

smart suv final
Tempo di lettura: 2 minuti

Cresce l’attesa per il primo crossover fabbricato da smart e che vedremo sul mercato nel 2022. Lo abbiamo visto solo pochi giorni fa a Milano, in anteprima italiana durante il suo tour in giro per l’Europa dopo la world premiere del Salone di Monaco.

Le indiscrezioni dicono che sarà molto simile alla Concept #1, ma non rimarranno, per stessa ammissione dei designer, le porte con apertura controvento e i due sedili della fila posteriore separati. Quelle che erano delle semplici voci di corridoio hanno trovato conferma, in quanto i brevetti depositati presso l’European Union Intellectual Property Office, immagini poi diffuse dal sito inglese Carscoops, mostrano quanto il modello di serie del primo crossover smart si ispirerà per sommi capi al veicolo concettuale svelato a Monaco, ricalcando forme e linee. Difatti il Concept #1 fu etichettato dalla società tedesca come un modello di “quasi produzione”.

Dalle immagini diramate dall’EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per per la Proprietà Intellettuale) si evince come siano minime le modifiche tra i due modelli. Spicca la fascia anteriore ridisegnata, che presenta nuove prese d’aria con la griglia del radiatore rivista. Modificata anche la posizione degli specchietti laterali, che non saranno sul montante A, bensì sulle portiere. Queste ultime saranno a filo, così come i montanti B più spessi. Sul posteriore spiccano un nuovo paraurti ed un diffusore leggermente modificato. Negli interni compare una consolle centrale flottante, la quale sarà affiancata da un sistema di infotainment da 12,8″ indipendente. La configurazione infine sarà a 5 posti, a differenza della Concept #1 la cui configurazione era a 4 posti.

smart crossover

Per quanto concerne le motorizzazioni c’è buio pesto, niente è minimamente trapelato. Quello che si sa per certo è che il nuovo crossover di smart verrà costruito sulla base di un’architettura BEV appositamente sviluppata da Geely in Cina, capace di garantire il massimo livello di maneggevolezza dinamica e sicurezza passiva. La Casa di proprietà condivisa 50:50 tra Daimler e Geely ha promesso che equipaggerà il primo SUV smart di sempre con sistemi di assistenza alla guida all’avanguardia, innalzandone al massimo la sicurezza.

Autore: Angelo Petrucci

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Porsche Festival 2021

    Porsche Festival 2021 a Franciacorta: la passione è ancora viva e forte

    lug nut challenge tiktok

    Lug Nut challenge: la nuova sfida su TikTok rasenta la follia