in

Elettriche, ricariche e motorsport: eSolutions è il partner della smart e-cup

Tempo di lettura: 7 minuti

Il motorsport elettrico è per molti ancora un tabù, un oggetto misterioso con tanti punti interrogativi. Primi fra tutti ci sono, ovviamente, la ricarica e la fattibilità di un campionato a zero emissioni avvincente in pista e sostenibile fuori. Alla base della riuscita di un campionato elettrico c’è una struttura per la ricarica moderna, facile da installare ed efficiente. Per questo smart e-cup, il primo campionato Turismo elettrico in Europa, ha scelto la giovane realta di eSolutions. Il brand della famiglia Free2Move della galassia Stellantis si sta facendo conoscere per il valore delle sue proposte e dei suoi prodotti. Ma cosa c’è dietro alla partnership tra la smart e-cup ed eSolutions di Free2Move?

Siamo stati invitati a seguire il weekend di gara di Varano de’ Melegari per scoprire come funziona la partner energetica tra la smart e-cup ed eSolutions. Tra colonnine, ricariche e sportellate, scopriamo il futuro di una partnership nata col piede giusto tra la società del Gruppo Stellantis e la LPD, la società di Massimo Arduini organizzatrice del campionato. Una collaborazione che è destinata ad evolversi dopo la prima appagante stagione insieme, con nuovi progetti che andranno oltre la smart e-cup.

Chi è eSolutions, la realtà per la ricarica di Stellantis

Nome nuovo tra i player nel mondo della ricarica e della produzione di colonnine, eSolutions è una delle realtà più giovani all’interno del Gruppo Stellantis. Nata nel 2021 come Free2Move eSolutions e con sede a Torino, eSolutions punta a diventare uno dei leader mondiali a livello di soluzioni per la ricarica, operando su diversi fronti. Questa giovane realtà è nata da una joint-venture tra il Gruppo Stellantis nella forma del brand Free2Move, dedicato alle nuove forme di mobilità dal noleggio allo sharing ad appunto la ricarica, e il colosso dell’energia Engie, oggi NHOA. Nel 2021, Stellantis ed Engie hanno deciso di unire le forze per creare una nuova entità che opera in diversi settori della mobilità elettrica.

Free2Move eSolutions spazia da soluzioni per la ricarica domestica a quella pubblica, fino alla possibilità di interfacciarsi tramite un’app a circa 300.000 colonnine in tutta Europa di diversi provider. Per questa soluzione, eSolutions opera come un sistema multipiattaforma, che permette di accedere e usufruire di colonnine di provider diversi con una sola app e un solo abbonamento per semplificare la vita al cliente. Oltre a permettere il pagamento e la connessione a queste colonnine, eSolutions offre anche un abbonamento che permette di non pagare l’accesso al provider. Quella sorta di “scatto alla risposta”, sottoscrivendo un piccolo abbonamento, è incluso ogni mese illimitatamente. Oltre a ciò, poi, eSolutions si occupa anche della gestione del ciclo di vita delle batterie, con soluzioni V2G (Vehicle to Grid) e di accumulatori dell’energia in eccesso. Il vero core business di eSolutions, però, è la creazione di infrastrutture di ricarica domestiche e pubbliche.

L’impegno di eSolutions è infatti molteplice: si parte con le colonnine pubbliche progettate e vendute ai provider di energia come, ad esempio, LeasysGo! e le sue colonnine in giro per Torino (e non solo) sviluppate e realizzate da eSolutions, fino al progetto per colonnine Fast Charge di Atlante. Questa società, facente parte del gruppo NHOA, è tra le più interessanti nel panorama internazionale. Atlante promette infatti di portare una tecnologia di ricarica Fast da oltre 100 kW con una facilità di installazione e di gestione ancora mai viste. E ancora, eSolutions si occupa della realizzazione e della vendita di wallbox dall’ottimo rapporto qualità-prezzo-semplicità di utilizzo. Sono proprio queste wallbox le protagoniste della partnership tra eSolutions e smart e-cup.

La partnership tra eSolutions e smart e-cup: 24 wallbox per dare la giusta carica, anche a casa

Per la ricarica delle ventiquattro vetture che partecipano alla smart e-Cup eSolutions ha infatti messo in campo le sue due wallbox più apprezzate e vendute. Nel paddock sono infatti installate la versatile easyWallbox e il modello più performante eProWallbox. Queste due soluzioni di ricarica sono le stesse acquistabili dal pubblico ad un prezzo molto interessante: 599 euro per la easyWallbox e 1.099 per la eProWallbox (spesso offerte entrambe a prezzi ancor più vantaggiosi). Questa tecnologia, usata sui campi di gara, rende la ricarica delle smart EQ fortwo immediata in tutti gli autodromi italiani. L’installazione della easyWallbox è estremamente semplice. Basta collegarla ad una classica presa Shuko e installarla al muro o su un supporto, un’operazione fattibile in completa autonomia. Anche le eProWallbox sono immediate e facili da usare, anche se richiedono l’intervento di un tecnico eSolutions specializzato.

La easyWallbox è in grado di caricare a 3 kW, come le classiche prese domestiche, o a 7,4 kW chiedendo l’aumento del proprio contatore. La eProWallbox, inoltre, aggiunge uno schermo digitale che indica il tempo di ricarica, la potenza e il tempo residuo, è comandabile da smartphone e facilmente consultabile. La potenza di ricarica è poi decisamente più alta. Parte da 7,4 kW, la potenza massima della easyWallbox, e può arrivare a 22 kW con i dovuti adeguamenti.

Nello specifico, eSolutions propone 22 easyWallbox e 2 proWallbox installate all’interno dell’autodromo in cui si corre il weekend di gara. Grazie alla batteria decisamente compatta delle smart EQ fortwo di 17,6 kWh, utilizzando la ricarica a 7,4 kW delle easy ed eProWallbox è possibile caricare in meno di 3 ore tutte le 24 smart. Se necessario, poi, le due eProWallbox possono caricare le EQ fortwo dotate di ricarica a 22 kW in meno di un’ora. L’installazione è a cura di eSolutions in tutti gli autodromi del campionato (Vallelunga, Misano, Varano, Imola e Modena). Grazie alla semplicità d’installazione e di utilizzo e alla potenza perfetta per l’utilizzo, quella tra smart eCup ed eSolutions è una partnership decisamente indovinata.

Che cos’è la smart e-cup, dalle vetture ai numeri alle sue esigenze di ricarica

Si capisce già come la partnership tra smart e-cup ed eSolutions sia vantaggiosa per entrambe le parti in causa. Per la categoria, che ha trovato un partner energetico giovane, disponibile ed efficiente. Ma anche per la società italo-francese, che ha nella smart e-cup una vetrina davvero importante per farsi conoscere ancora. Per chi non la conoscesse, infatti, la smart e-cup è una delle competizioni più interessanti per interazioni, seguito e interesse mediatico, nonché per il regolamento tecnico e sportivo.

Tutte le auto hanno una meccanica di serie. Il motore posteriore da 82 CV e 160 Nm, batteria da 17,6 kWh, velocità massima limitata a poco più di 130 km/h sono invariati. Alleggerite e spogliate di controllo di trazione, ABS e servofreno, però, queste piccole smart sono difficili da gestire, da imparare e hanno una guidabilità da vere auto da corsa. In più, il campionato ha delle chicche regolamentari per garantire equità e spettacolo. Tutte le vetture sono uguali, e alla fine di ogni weekend il team di LPD sostituisce i pannelli della carrozzeria e “scambia” le vetture tra la griglia. L’ auto dell’ultimo classificato va al primo e viceversa, il penultimo e il secondo si scambiano la vettura e così via. L’obiettivo? Garantire equità nel mezzo a tutti i piloti, per gare davvero emozionanti ed avvincenti.

In più, la griglia di Gara 2 è invertita, permettendo all’ultimo di partire primo nella seconda gara. E ancora, le gomme sono stradali per contenere i costi e rendere più difficili le vetture, e la sicurezza è a livello delle vetture del Campionato del Mondo Rally. Infine, ci sono punti supplementari per la miglior rimonta, per il giro veloce e per il pilota più amato dal pubblico. Per queste caratteristiche, chi ha successo qui trova poi grandi possibilità per un futuro nel motorsport. Sebbene infine possa stupire una collaborazione tra una società del Gruppo Stellantis e una del Gruppo Mercedes, le due parti in causa ci hanno detto di essersi scelte a vicenda per i valori e per le capacità reciproche. Dal punto di vista tecnico, poi, questo campionato apparentemente semplice rappresenta, per una volta, un primato italiano.

Il primo monomarca elettrico in Europa, con un seguito molto importante

Nata dalle idee della LPD, la Lug Prince & Decker, società di promoting, produzione video ma soprattutto organizzazione di campionati motoristici di proprietà di Massimo Arduini, la smart e-cup ha il primato di essere il primo campionato turismo elettrico in tutta Europa. Nato dalla collaborazione tra Mercedes-Benz Italia e LPD, la smart e-cup non è solo un campionato elettrico. Arduini e il suo staff, tra i grandi nomi dell’automobilismo italiano, volevano un campionato monomarca difficile, democratico e propedeutico, capace di insegnare le basi della guida in pista ai giovani, ma anche di avvicinare o riavvicinare piloti con esperienza e che fosse il più tosto e competitivo possibile.

Inoltre, per eSolutions la partecipazione nell smart e-cup è una vetrina di pubblico enorme. Un po’ a sorpresa per chi non conosce questo campionato, infatti, e-cup ha una copertura mediatica davvero molto buona. La visibilità di un weekend di gara è di oltre 90.000 view sui social, più di molti campionati italiani ben più blasonati. Ad ogni weekend partecipano poi YouTuber, piloti o personaggi di spicco, aumentando esponenzialmente l’attenzione sugli eventi. Qualche esempio? L’ex-pilota di Formula 1 Vitantonio Liuzzi o gli YouTuber Alberto Naska, Yakidale o Luca Salvadori.

Massimo Arduini: “Giovani e sempre pronti: per smart e-cup eSolutions è il partner perfetto

La partnership tra LPD, smart e-cup ed eSolutions è iniziata solo quest’anno, ma è già foriera di grandi soddisfazioni per tutte le parti coinvolte. Per eSolutions, la smart e-cup è una vetrina molto importante per far conoscere e dimostrare la validità delle sue wallbox. Per il campionato e per LPD, invece, è un partner che, seppur giovane, si sta dimostrando competente, pronto e molto valido. In questo senso infatti vanno le parole di Massimo Arduini, CEO del Gruppo LPD e organizzatore del Campionato smart e-cup, nonché pilota di successo e nome noto nell’ambiente del motorsport tricolore.

Cercavamo un partner veloce, affidabile e che sapesse darci le garanzie indispensabili per questo campionato.“, ci ha spiegato Arduini. “Ad ogni weekend di gara abbiamo bisogno della garanzia di avere le nostre vetture funzionanti, efficienti e sempre cariche. In questo eSolutions è sempre stata in grado di offrirci la soluzione migliore, senza mai creare alcun problema. Le loro wallbox hanno una tecnologia molto versatile, che ci consente di caricare le nostre smart in tutti gli autodromi, anche i meno attrezzati.”

Per il responsabile della comunicazione di Free2Move eSolutions, Marco Belletti, la partecipazione alla smart e-cup è poi un’enorme occasione di dimostrare il proprio valore. “Siamo una società giovane e con tanta voglia di fare.”, ci ha raccontato Belletti. “La partecipazione alla smart e-cup è per eSolutions una vetrina per dimostrare la validità dei nostri prodotti e la nostra professionalità.”

Il futuro nel motorsport di eSolutions tra smart e-cup e non solo…

La collaborazione tra smart e-Cup ed eSolutions sta avendo i suoi frutti per entrambe le realtà. Se infatti eSolutions campeggia su tutte le vetture con fierezza e carica senza problemi tutte le 24 smart EQ fortwo, il campionato ha trovato nella giovane società di Stellantis un partner valido, affidabile e competente. E infatti LPD ed eSolutions guardano lontano, oltre all’apprezzata e-cup. Ad attirare l’attenzione di Arduini e del suo staff è la realtà di Atlante. Le sue colonnine Fast dotate della stessa facilità ed immediatezza delle wallbox usate oggi hanno stuzzicato l’inventiva del suo staff. E infatti Arduini ci ha svelato qualcosa del futuro prossimo delle corse a zero emissioni in Italia.

“Per ora non vi possiamo ancora svelare nulla di ufficiale. Sappiate però che con eSolutions e Atlante stiamo ragionando ad un campionato con vetture elettriche più potenti, ricariche più veloci e prestazioni decisamente più alte. Il marchio scelto per questa nuova avventura? Potrebbe essere all’interno di Stellantis…. Per la prossima avventura, quindi, eSolutions giocherà in casa? Mentre attendiamo di scoprirlo, eSolutions continua a crescere. La giovane realtà torinese sta dimostrando con il motorsport il suo valore, puntando a diventare uno dei maggiori player internazionali nel mondo della ricarica elettrica.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Partono gli ordini per la Alfa Romeo Tonale Diesel: prezzo e allestimenti

    Accordo Sauber-Audi in F1: il commento di Imparato, CEO di Alfa Romeo