giovedì, 26 aprile 2018 - 7:21
Home / Notizie / Ecologia / EVA+: i grandi gruppi si alleano per la mobilità del futuro

EVA+: i grandi gruppi si alleano per la mobilità del futuro

Tempo di lettura: 2 minuti.

Si chiama EVA+ (Electric Vehicles Arteries) il progetto di mobilità elettrica in Italia e Austria per il quale è già stato firmato l’accordo di finanziamento per un valore massimo di 4,2 Milioni di euro con INEA (agenzia incaricata dalla Commissione Europea), e che verrà lanciato ufficialmente a Bruxelles a gennaio 2017.

Partecipi del grande progetto Enel e il suo corrispettivo austriaco Verbund mentre tra i vari gruppi automobilistici coinvolti figurano Nissan, Renault, BMW e Gruppo Volkswagen con i marchi Volkswagen e Audi il cui obiettivo comune è quello di realizzare un’infrastruttura di ricarica veloce che possa nei prossimi anni sostenere la rivoluzione del mondo automotive verso auto ad emissioni zero.

Nell’ottica di questo ambizioso progetto va dato atto a Enel di aver portato le trattative con le concessionarie autostradali ad un punto tale da non potere tornare indietro. Nel corso dei tre anni di progetto verranno installate 200 stazioni di ricarica veloce “multi-standard” in grado di offrire tutti gli standard di ricarica veloce (CSS Combo 2, CHAdeMO o la ricarica in c.a.) in una sola stazione. Delle 200 colonnine previste dal progetto, 180 del tipo Fast Recharge Plus (tecnologia interamente sviluppata da Enel che permette di ricaricare in 20 minuti due veicoli elettrici contemporaneamente, per un totale di 360 auto elettriche caricate simultaneamente) saranno installate in Italia da Enel e 20 in Austria da Smatrics, società affiliata di Verbund.

Inoltre, saranno sperimentate soluzioni tecnologiche innovative e verranno analizzate le necessità dei clienti per individuare i migliori punti in cui installare le stazioni di ricarica. EVA+, collegando i grandi centri urbani e assicurando la ricarica veloce dei veicoli elettrici secondo gli standard tecnici internazionali, garantirà l’interoperabilità del servizio di ricarica nei Paesi europei consentendo così ai possessori di veicoli elettrici di effettuare viaggi di lunga distanza in maniera sostenibile sia in Italia che in Austria.

Grazie alla stretta collaborazione prevista nel progetto tra aziende del settore elettrico e case automobilistiche, entrambi fortemente interessati allo sviluppo della mobilità elettrica a livello italiano e trans-nazionale, il progetto EVA+ riveste un’importanza strategica per il futuro della mobilità sostenibile su tutto il territorio italiano, consentendo alla mobilità elettrica di uscire fuori dal dominio urbano in cui è rimasta confinata in questi primi anni.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Ikea Nissan

Nissan e Ikea insieme per una mobilità più sostenibile

Tempo di lettura: 1 minuto. Dopo la prima colonnina ufficiale installata all’ Ikea di Padova, continua la collaborazione tra Nissan …

something