in

Qualcuno ha ancora il coraggio di criticare Halo dopo l’incidente Hamilton-Verstappen?

Halo Hamilton
Tempo di lettura: 2 minuti

Halo, prima osteggiato e ora considerato da (quasi) tutti come il dispositivo salvavita capace di rivoluzionare la sicurezza in F1, è ormai una certezza. Ricordo un articolo, era il 2018, la gara il GP del Belgio, quando per la prima volta davanti agli occhi del mondo il dispositivo fortemente voluto dalla FIA dimostrò tutta la sua efficacia.

Fu Leclerc, al primo anno in Alfa Romeo Racing, a trovare riparo quando la McLaren di Alonso gli volò sopra, tamponato a sua volta da Hulkenberg. Fin lì, tutto bene. Poi c’è stato Grosjean e il suo terribile incidente a dicembre in Bahrain. Se con Leclerc forse non ci sarebbero stati danni, almeno guardando alla dinamica dell’incidente, Halo ha letteralmente salvato la vita al pilota ginevrino che ha rimandato il più lontano possibile l’appuntamento col destino anche grazie a un’altra serie di fattori: un vero e proprio miracolato, per chi crede nel senso di questa parola.

Proprio lui ha divelto il guard-rail altrimenti possiamo solo immaginare con quale forza e disgrazia avrebbe impattato il casco del pilota passato in Indycar. Incendio a parte, avremmo pianto un morto in pista a distanza di 6 anni dal tragico destino che toccò a Jules Bianchi a Suzuka. Ecco lui, Halo o meno, forse non si sarebbe comunque salvato, la decelerazione nel contatto con la gru erroneamente a bordo pista fu troppo forte.

Veniamo all’incidente che ha alzato a dismisura l’adrenalina tra i due rivali per il titolo mondiale: Lewis Hamilton e Max Verstappen. Quest’ultimo aveva la gara in pugno, ma al box fanno pasticci e lui si trova a fianco proprio l’inglese in 1° variante. Il cervello si spegne quei pochi secondi fatali ma sufficienti per farlo caracollare addosso alla Mercedes W12, con quella ruota posteriore, un oggetto non certo “piccolo” nè particolarmente leggero, che finisce pericolosamente in zona abitacolo.

La foto postata da Jean Todt sul suo profilo Twitter, che abbiamo usato come foto di copertina, è esemplificativa e fa venire i brividi. Senza Halo, Hamilton avrebbe riportato seri danni al suo capo o probabilmente alle vertebre? Probabilmente sì, vista la forza di schiacciamento che Halo ha assorbito al posto del suo…collo. Insomma, ancora una volta Halo ha cambiato il destino di uno dei 20 piloti più forti sulla terra.

Avete ancora dubbi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    pagelle gp italia 2021

    Pagelle GP Italia 2021: promossi e bocciati nel Tempio della Velocità

    App cashback pedaggi

    L’app Cashback pedaggi viola la privacy degli automobilisti. Presentato esposto