in

Le vetture Opel elettrificate: come reagiscono a colline e montagne?

Tempo di lettura: 2 minuti

Secondo alcuni, le auto elettriche sono solo per la città. In realtà, questo non è vero. I modelli elettrificati di Opel sono una rivelazione su strade collinari o montuose, grazie all’elevata coppia, la buona trazione, il recupero dell’energia durante la guida in discesa e la maneggevolezza, grazie al baricentro basso.

Opel Grandland X Hybrid4 si trova a suo agio in collina. Con una potenza di sistema di 300 CV dalla combinazione di un motore a combustione e due motori elettrici, il SUV del marchio tedesco ha sempre molta potenza a disposizione, in particolare quando si guida in salita. La trazione integrale elettrica assicura un’eccellente trazione in tutte le condizioni.

Salire è facile come scendere di nuovo, perché i motori elettrici ora possono mostrare il loro talento nel recupero di energia. I motori elettrici sugli assi anteriore e posteriore diventano generatori e convertono l’energia cinetica della discesa in elettricità. Se il conducente passa alla modalità di guida B, il recupero e la decelerazione aumentano. La batteria da 13,2 kWh viene ricaricata a costo zero e si risparmia energia per la prossima salita.

Allo stesso tempo c’è un effetto di decelerazione significativo. Il conducente non ha bisogno di scalare la marcia o frenare energicamente. Opel Grandland X plug-in ibrido scende a una velocità moderata, senza prendere velocità su discese ripide, perché la tensione della carica ai motori elettrici aumenta in parallelo e con essa la resistenza di guida. La frenata attiva prima della curva successiva è per lo più inutile su discese leggere o medie; grazie al maggiore recupero, il veicolo rallenta da solo. Una caratteristica estremamente piacevole che le auto a motore convenzionale difficilmente possono eguagliare, perché non hanno un pari freno motore quando si guida in discesa.

Il principio del recupero energetico si applica a tutti i veicoli elettrici Opel. La batteria di ogni Opel elettrica è installata nel sottoscocca, rendendo il baricentro particolarmente basso. Sia Opel Corsa-e che Mokka-e sono alimentate da un motore elettrico da 136 CV che aziona le ruote anteriori. Le auto elettriche a batteria hanno 260 Nm di coppia a disposizione anche da fermo. Sulle strade tortuose talenti come questi trasformano in velocisti il “il Volante d’Oro 2020” Opel Corsa-e e Opel Mokka-e.

I veicoli commerciali leggeri vanno altrettanto forte in salita. Anche Opel Combo-e e Opel Vivaro-e viaggiano con 136 CV e 260 Nm di coppia. Anche le loro batterie sono installate sotto il veicolo e questo è particolarmente importante per la sicurezza quando i veicoli sono completamente carichi. Con la batteria più grande, da 75 kWh, Opel Vivaro-e ha una autonomia di circa 330 km, secondo il ciclo WLTP. Naturalmente, tale autonomia risulta impossibile andando solo in salita. Ma dopo ogni vetta c’è una discesa. Se un veicolo diesel o benzina viaggia in discesa con un serbatoio (quasi) vuoto, alla fine si fermerà nonostante il basso consumo di carburante. Ma non Opel Vivaro-e. Il motore elettrico sull’asse anteriore diventa un generatore, rallentando il veicolo in discesa e ricaricando parzialmente la batteria. Giù lungo la valle, il furgone poi ha abbastanza energia a bordo per raggiungere la stazione di ricarica successiva.

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    leasys electric experience

    Vivere la 500 elettrica per un weekend: nasce la Leasys Electric Experience

    Donna in auto con mascherina Autoappassionati

    Quante persone in macchina? Regole in auto in zona gialla, arancione e rossa