martedì, 24 aprile 2018 - 14:40
Home / Archivio / Mazda CX-5 continua a collezionare premi

Mazda CX-5 continua a collezionare premi

Tempo di lettura: 1 minuto.

L’interesse del pubblico nei confronti della Mazda CX-5 non smette di esaurirsi, nonostante il modello si stia avvicinando a compiere il suo primo compleanno sui mercati di tutta Europa. 

Il “Trofeo SUV” presentato a Parigi a Dicembre 2012 dal Settimanale Francese l’Argus de l’Automobile, che il CX-5 si aggiudicò battendo la Mokka e la Range Rover, è stato solo uno degli ultimi.

In Germania, nel frattempo, il CX-5 è stato classificato al primo posto da SWR-TV’s Auto + Verkehr in una rosa di 23 nuovi modelli, prima del secondo e terzo classificato – la Volvo V40 e la Hyundai i30.

In Austria, poi, il CX-5 ha surclassato il già alto gradimento di Audi A3, BMW serie 3 e Mercedes Classe A nella consegna dei premi della ARBÖ (Austrian Automobile Club), il cui riconoscimento andava al modello passeggeri di categoria “media”, che avessero un prezzo tra € 20.000 e € 40.000.

Altri premi includono quello per il “Miglior Crossover della Gran Bretagna” (“Britain’s Best Crossover”) di Auto Express, “Best SUV” nel Regno Unito assegnato dal mensile Inglese WhatCar?, la premiazione ai Green Awards 2012 superando Nissan Qashqai & BMW X3, e infine “SUV of the Year 2012” dal magazine motoristico Spagnolo motor mundial.


Oltre all’Europa, dove il CX5 si è aggiudicato anche il Premio European Design 2012 Award istituito da Auto Bild’s, per la categoria “SUV, Van & AWD”, il nostro modello è stato anche dichiarato miglior SUV da numerose pubblicazioni e da altre organizzazioni sia in Nord America che in Asia.

Non male per il primo SUV compatto di Mazda! I clienti Europei la pensano allo stesso modo, visto che – alla fine di Novembre – ne erano state ordinate oltre 40.000 unità.

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

Binomio al vertice per DS Virgin Racing nella tappa argentina della Formula E

Tempo di lettura: 2 minuti. Il Team DS Virgin Racing sbarca fiducioso in America del Sud per l’ePrix di Buenos …

something