in

Mercedes-Benz Classe C: 30 anni di storia, dalla Serie W202 alla nuova W205

Tempo di lettura: 8 minuti

Classe C spegne 30 candeline e festeggia il dominio della classe media superiore iniziato nel lontano 1982. Antenati diretti dell’attuale Classe C sono i modelli 190 e 190 E (serie 201) presentati nel 1982 (di cui vi abbiamo parlato nello scorso articolo), con cui la Casa di Stoccarda crea per la prima volta una terza serie di vetture al di sotto della classe media superiore (l’attuale Classe E) e Classe S. Riprendiamo insieme la storia di una delle berline più famose e più vendute del mondo.

Serie W202 (dal 1993 al 2000)

Nel 1993 nasce una nuova generazione di vetture Mercedes-Benz della classe compatta: la serie 202. Per la prima volta questa serie porta il nome di Classe C, denominazione analoga a Classe S (e nei mesi successivi del 1993 anche a Classe E). La serie 202 si presenta con forme più morbide rispetto al modello che l’ha preceduta e gli interni vantano una spaziosità decisamente superiore. Parte della dotazione di serie della vettura, tra gli altri, airbag lato guida fullsize, protezione integrale antiurto laterale, sistema antibloccaggio (ABS), servosterzo, cambio a cinque rapporti e chiusura centralizzata.

Oltre al modello berlina presentato nel 1993, nel 1996 Mercedes-Benz presenta per la prima volta anche una Classe C in versione Station-Wagon. Questa variante di modello, definita all’interno azienda con la sigla S 202, è una sportiva compatta con ben 1.510 litri di capacità di carico. In linea con la tendenza ad offrire una crescente gamma di versioni di carrozzeria, anche la nuova Classe C viene proposta nelle quattro linee di design e di allestimento (CLASSIC, ESPRIT, ELEGANCE e SPORT).

La serie 202 viene presentata fin dall’inizio in una gamma diversificata di versioni. Per quanto riguarda le motorizzazioni a benzina, già al momento dell’introduzione sul mercato la gamma spazia dalla C 180 da 90 kW (122 CV) alla C 280 con un sei cilindri in linea da 142 kW (193 CV). Per quanto riguarda le motorizzazioni diesel, partiamo dal C 200 Diesel da 55 kW (75 CV) per giungere al modello più potente, il C 250 Diesel con motore OM 605 83 kW (113 CV), uno dei primi quattro valvole di Mercedes-Benz.

Come modello top di gamma nel settembre del 1993 viene infine presentata la C 36 AMG, con il suo sei cilindri quattro valvole, 206 kW (280 CV) di potenza per 3.606 cm³ di cilindrata. La versione AMG offre uno specifico pacchetto di dotazioni, quali assetto sportivo ribassato, cerchi in lega AMG, grembialatura anteriore e posteriore modificata e ricercati sottoporta laterali.

Nel 1995 segue la C 230 Kompressor, con cui Mercedes-Benz dopo più di 50 anni torna alla sovralimentazione meccanica con compressore Roots. Il compressore consente al quattro cilindri benzina 142 kW (193 CV) di erogare la stessa potenza del sei cilindri presente sul modello C 280. Anche su C 250 Turbodiesel il motore è sovralimentato, questa volta tramite gas di scarico. Per quanto riguarda la tecnologia diesel, il 1997 è l’anno della svolta con il restyling della serie 202: la C 220 CDI è la prima Mercedes-Benz con motore diesel a iniezione diretta common-rail.

I nuovi motori V6 della C 240 e della C 280, rispettivamente 2.398 e 2.799 cm³ di cilindrata, stabiliscono nuovi standard per quanto riguarda la tecnologia di trazione nella classe media. Il modello top di gamma è rappresentato dalla C 43 AMG, per la prima volta nella storia della Classe C con motore V8.

Il propulsore da 4,3 litri con tecnologia a tre valvole e doppia accensione vanta ben 225 kW (306 CV) di potenza. C 43 AMG passa da 0 a 100 km/h in 6,5 secondi. Nel 1998 fa la sua comparsa la C 55 AMG (255 kW / 347 CV), modello AMG di potenza ancora superiore a quelli della serie 202. Dal 1993 al 2001 i modelli della serie 202 vengono prodotti in 1.626.383 esemplari Berlina e 243.871 Station-Wagon.

Serie W203 (dal 2000 al 2007)

Nella primavera del 2000 viene presentata la terza serie della Classe C Mercedes-Benz, con un design fresco e giovanile ed il caratteristico frontale “a quattro occhi”. Con questa generazione di vetture la Casa di Stoccarda arricchisce ulteriormente la gamma di questo modello di successo, aggiungendo a Berlina e Station-Wagon (a partire dal 2001) un ulteriore variante nell’autunno del 2000: Classe C Sportcoupé (serie 203).

Il frontale a quattro occhi della serie 203 esprime dinamismo ed eleganza. Un’agilità ed una sportività alle quali la nuova Classe C unisce caratteristiche tipiche del Marchio, quali sicurezza e qualità senza compromessi, ma anche comfort esemplare e superiore affidabilità. Tra le innovazioni a livello di assetto vi sono un asse anteriore McPherson a 3 bracci oscillanti triangolari di nuovo sviluppo, un moderno sterzo a cremagliera e freni a disco di grandi dimensioni con flusso dell’aria di raffreddamento ottimizzato per assicurare il massimo comfort di frenata.

La Sportcoupé di questa Classe C presenta una carrozzeria completamente nuova. Alla presentazione al Salone di Parigi nell’ottobre 2000, la due porte denota già un forte temperamento, prestazioni eccellenti, fascino ed originalità. Dimensioni compatte e carrozzeria ribassata di 10 mm rispetto a quella della versione Berlina caratterizzano l’imponente presenza della Sportcoupé, lunga 4.343 mm (-183 mm rispetto alla Berlina).

Tre le linee di design ed allestimento tra cui scegliere per la serie 203: CLASSIC, ELEGANCE ed AVANTGARDE, che si differenziano per configurazione degli elementi decorativi della carrozzeria, speciali copriruota, cerchi in lega ed esclusiva gamma di colori e materiali disponibili per gli interni. La più prestigiosa variante di allestimento, la AVANTGARDE, prevede di serie cerchi in lega a cinque razze e pneumatici larghi oltre ad inserti in alluminio di elevata qualità nell’abitacolo. Anche le altre due linee di allestimento vantano dettagli di grande ricercatezza quali inserti in legno e tessuti di pregio.

La Classe C di terza generazione debutta sul mercato con sette motorizzazioni completamente nuove o rielaborate, che regalano fino al 20% in più di potenza e +43% di coppia rispetto alla versione precedente, vantando nel contempo consumi inferiori. Le versioni benzina sono la C 180, la C 200 Kompressor, la C 240 e la C 320, quelle diesel la C 200 CDI, la C 220 CDI e la C 270 CDI con potenze da 85 kW (115 CV) a 160 kW (218 CV). Nell’ottobre 2000 AMG amplia la gamma offerta con la C 32 AMG con motore V6 260 kW (354 CV).

Particolarmente all’avanguardia anche il cinque cilindri della C 270 CDI, forte di turbocompressore a geometria variabile e moderna iniezione common-rail risulta infatti più potente e decisamente più veloce rispetto al C 250 TURBODIESEL fino a quel momento utilizzato, con consumi più bassi del 14%. Oltre a queste motorizzazioni per le versioni Berlina e Station-Wagon, Mercedes-Benz offre la Sportcoupé anche con motore 2.3 a coppia elevata già utilizzato sulla Roadster SLK. La C 230 Kompressor 145 kW (197 CV) passa da 0 a 100 km/h in 8 secondi.

Nel 2004 Mercedes-Benz presenta sul mercato la serie 203 con numerose novità. Classe C viene sensibilmente migliorata a 360°: dotazione tecnologica, equipaggiamento e design. Tra l’altro assetto, sterzo e cambio automatico a sei rapporti vantano una taratura più sportiva mentre per singoli modelli vengono messe a punto motorizzazioni ottimizzate. Il nuovo modello top di gamma che Mercedes-Benz porta sul mercato è la C 55 AMG 270 kW (367 CV), il primo modello di questa serie con motore V8.

Nel 2005 Mercedes-Benz arricchisce la gamma della serie 203 con nuove motorizzazioni, tra cui la prima V6 del marchio con regolazione della fasatura su quattro alberi a camme. La motorizzazione V6 viene proposta in tre classi di potenza e coppia: 150 kW (204 CV) per la C 230, 170 kW (231 CV) per la C 280 e 200 kW (272 CV) per la C 350.

Nella primavera del 2005 C 350 è la vettura top di gamma dei modelli Classe C di serie. In abbinamento al cambio automatico a 7 rapporti 7G-TRONIC disponibile a richiesta, questa accelera da ferma a 100 km/h in appena 6,4 secondi. Modello di punta tra i diesel è invece la C 320 CDI con il nuovo V6 165 kW (224 CV). Con cambio 7G-TRONIC la Berlina accelera da 0 a 100 km/h in 8,1 secondi.

Dal 1999 al 2007 Mercedes-Benz costruisce la serie W 203 in 1.529.921 esemplari Berlina e 373.873 Station-Wagon. La produzione di Classe C Sportcoupé serie 203 inizialmente prosegue parallelamente alla nuova Classe C della serie 204 come Classe CLC e nel 2011 verrà sostituita dalla nuova Classe C Coupé.

Serie W204 (dal 2007)

Quando nella primavera del 2007 debutta la Classe C della serie 204, Mercedes-Benz per la prima volta presenta sul mercato una berlina con due diversi frontali: oltre alla classica griglia del radiatore di cui sono dotate le linee di allestimento ELEGANCE e CLASSIC, la versione AVANTGARDE prevede la Stella Mercedes al centro, dettaglio in precedenza riservato alle sportive ed alle Coupé.

Nel complesso il design è caratterizzato da un alternarsi di linee tese e di grandi superfici: un insieme che comunica anche formalmente a livello visivo la superiorità tecnologica di queste vetture. La forma a freccia del frontale richiama inoltre alla mente caratteristiche di agilità e potenza. Oltre alla versione Berlina (W 204) nell’autunno 2007 Mercedes-Benz presenta sul mercato il modello Station-Wagon (S 204), un elegante vettura che riunisce i punti di forza della W 204 con uno spazio ed una versatilità notevolmente superiori rispetto al modello S 203 che l’ha preceduta. Con una capacità di carico di 1.500 litri, la versione Station-Wagon di lifestyle premium risulta poi campionessa indiscussa di spaziosità nel segmento. Nella primavera del 2008 Classe CLC viene definitivamente separata dalla precedente Sportcoupé.

La serie 204 presenta motorizzazioni a quattro e a sei cilindri, che erogano potenze fino al 13% superiori rispetto ai predecessori, pur risultando più parche nei consumi. I motori della nuova Classe C risultano brillanti ed estremamente silenziosi vantando così un ottimo comfort di marcia.

I tecnici Mercedes-Benz si dedicano con grande impegno all’ulteriore messa a punto delle motorizzazioni quattro cilindri. La potenza del modello base C 180 KOMPRESSOR passa così da 105 kW (143 CV) a 115 kW (156 CV) mentre il modello C 200 KOMPRESSOR ne vanta una di 135 kW (184 CV). L’ulteriore rielaborazione dei quattro cilindri interessa anche le motorizzazioni diesel. Anche in questo caso assistiamo ad un miglioramento delle prestazioni grazie ad interventi mirati su propulsori, turbocompressori e sistema di iniezione diretta common-rail. Ad esempio la C 220 CDI raggiunge ora la potenza massima di 125 kW (170 CV) ed a partire da 2000 giri eroga 400 Nm di coppia, il 18% in più rispetto alla versione precedente.

Con l’avvento del sistema 4MATIC a partire dal luglio 2007 sui modelli con motore a sei cilindri C 280, C 350 e C 320 CDI, per la prima volta per Classe C è disponibile anche una versione diesel a trazione integrale.
Nel 2008 è la volta del debutto delle versioni BueEFFICIENCY, modelli Classe C particolarmente parchi nei consumi. Affonda invece le proprie radici nel Motorsport C 63 AMG, presentata allo IAA 2007 e lanciata a partire da inizio 2008 come nuovo modello top di gamma della serie 204. Il suo motore da 6,2 litri di cilindrata e 336 kW (457 CV) di potenza consente alla vettura di passare da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi. Assetto sportivo AMG, asse anteriore di nuova concezione, sterzo parametrico sportivo AMG e nuovo ESP® a 3 stadi garantiscono piacere di guida senza compromessi ed un’ottima dinamica di marcia. A partire dall’aprile 2008 C 63 AMG viene utilizzata come Safety Car ufficiale del DTM.

Nel gennaio 2011 Mercedes-Benz presenta il restyling della serie 204. La serie, che tanto successo ha riscosso a livello internazionale, si distingue in modo ancor più netto soprattutto per frontale e posteriore, mentre negli interni la superiorità di Classe C è sottolineata da ricercatezza della plancia e dalla presenza del display a colori ad alta risoluzione integrato nella strumentazione disponibile a richiesta. Nel complesso, a questo punto le linee di allestimento si differenziano l’una dall’altra in modo ancor più netto rispetto al passato.
Nella primavera del 2011 vengono inoltre avviate le vendite di una nuovissima variante di carrozzeria, la nuova Classe C Coupé (da noi provata). L’elegante due porte con l’innovativa tecnologia della serie 204 oggetto di restyling si distingue per straordinaria efficienza ed una ricca gamma di dotazioni di sicurezza. La Coupé debutta sul mercato inizialmente con tre motori benzina e due diesel, iniezione diretta e funzione ECO start/stop di serie. A metà 2011 come modello top di gamma segue la versione ad alte prestazioni C 63 AMG Coupé.

Fino all’estate del 2013 Mercedes-Benz vengono venduti oltre 2,3 milioni di esemplari della serie 204 tra versioni Berlina, Station-Wagon e Coupé. Complessivamente, dall’anteprima della serie W 201 avvenuta nel lontano 1982, sono state consegnate ben 8,5 milioni di Classe C circa, un traguardo che fa di questa serie di vetture una delle auto di maggior successo a livello internazionale.

Nuova classe C (serie W205)

mercedesc-c-class-W205-2014

Una storia di successo di cui verrà scritto un nuovo capitolo a partire dal 2014 con l’introduzione della nuova classe C (serie W205). La nuova vettura, che sarà presubimilmente lanciata durante il salone di Detroit (13-26 gennaio), è stata pizzicata in versione definitiva e senza le camuffature dai nostri obbiettivi e siamo quindi in grado di mostrarvi in anteprima la nuova versione.

New Mercedes Classe C 2014

Pilota professionista

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Foto di Alessandro Altavilla scattate con Pentax K3

Foto – Nuova Audi S3 Sedan

Tecnica: Lexus A-PCS il miglior sistema di sicurezza attiva secondo ADAC