in

Una nuova MINI per Bruno Barbieri: lo chef sceglie una serie limitata

Tempo di lettura: 4 minuti

C’è sempre una grande curiosità intorno alle automobili guidate e amate dai personaggi famosi. Dalle Supercar dei calciatori alle vetture dei politici o alle auto degli chef stellati, è sempre interessante scoprire che auto guidano i personaggi più amati del mondo dello spettacolo e non solo. Questo è il caso anche di Bruno Barbieri, celebre chef e personaggio televisivo. Il 60enne chef di Medicina, vicino Bologna, è infatti un appassionato di auto e di moto, con nel cuore due marchi in particolare. Le moto per il bolognese hanno come sinonimo Ducati. Che macchina ha Bruno Barbieri? Tra le auto Bruno Barbieri ama un marchio forse inaspettato: MINI.

L’amore di Bruno Barbieri per le auto del marchio inglese arriva da lontano, tanto che la concessionaria BMW e MINI Tullo Pezzo di Mantova ha avviato una collaborazione con lo chef celebre per essere giudice di Masterchef Italia e conduttore dell’amato programma 4 Hotel. Dopo diverse MINI negli ultimi anni, l’ultima auto di Bruno Barbieri ad arrivare alla corte dello chef bolognese è una speciale MINI John Cooper Works Pat Moss. Scopriamo allora da dove arriva la passione per le auto di Bruno Barbieri, e perché la sua nuova macchina è una MINI JCW Pat Moss.

La nuova auto di Bruno Barbieri è una MINI John Cooper Works Pat Moss: che cos’è

In grado di ottenere ben 7 Stelle Michelin nella sua lunga carriera tra Italia, Inghilterra e Brasile, Barbieri ha ottenuto un enorme popolarità all’inizio degli anni ’10, diventando uno dei tre giudici di Masterchef Italia, l’unico finora a rimanere al suo posto per tutte le 12 edizioni del programma. Il suo secondo programma in cui è conduttore e star principale, 4 Hotel, ha poi avuto un successo clamoroso, suggellando la popolarità di Barbieri. In mezzo a tutta questa notoritetà, però, lo chef di Medicina è un grande appassionato di motori. Per parlare della nuova e speciale auto di Bruno Barbieri, dobbiamo per forza rispondere ad una semplicissima domanda. Che macchina ha Bruno Barbieri? Se tra le moto il cuore di Bruno batte per le Ducati, tra le auto Bruno Barbieri ha una passione per le MINI.

Da diversi anni, Barbieri ha colto l’occasione diventare brand ambassador della concessionaria BMW-MINI Tullo Pezzo di Mantova, che da diversi anni si occupa dell’auto del cuoco e conduttore. Dopo aver guidato una MINI John Cooper Works “di serie”, Bruno ha passato gli ultimi due anni con una MINI Cooper S Challenge Edition, prodotta in soli 35 esemplari numerati e dotati di una livrea specifica, oggi la nuova auto di Bruno Barbieri è un’altra MINI speciale.

Si tratta, nello specifico, della MINI John Cooper Works Pat Moss Edition, un’edizione limitata a 800 esemplari (62 per il mercato italiano) che ricordano una pilota leggendaria, Patricia Ann Moss, detta Pat. Sorella minore del fuoriclasse Stirling Moss, come il fratello anche Pat Moss fu una campionessa nel motorsport. Al contrario di Stirling, vincente in pista tra F1 e Le Mans, Pat fu una delle più forti pilote di rally di tutti i tempi. Ottenne infatti tre vittorie e sette podi in rally internazionali. Nel 1962, però, entrò nella storia MINI, ottenendo la prima vittoria internazionale nei rally della storia della Casa. Insieme alla copilota Ann Wisdom trionfò nel Tulip Rally 1962, il percorso di 2.500 km tra Noordwijk, nei Paesi Bassi, e il Principato di Monaco. La MINI JCW Pat Moss Edition è, a livello meccanico, una “classica” John Cooper Works.

Motore 2.0 turbo B48 da 231 CV, cambio automatico a 8 rapporti, 0-100 km/h coperto in 6,1 secondi e 246 km/h di velocità massima. Questa versione celebrativa, però, è dotata di una carrozzeria specifica con verniciatura bianca o nera. Il tetto Multitone punta invece sui toni del rosso, del grigio e del nero, e non una particolare striscia trasversale che corre tra i due fari anteriori.

Auto bruno barbieri MINI Pat Moss

Poco più in basso, poi, troviamo la firma di Pat Moss, mentre non mancano rimandi al tulipano olandese, simbolo del Tulip Rally. Troviamo il profilo di un tulipano nei mozzi ruota, sul montante C e sul battitacco. Qui troviamo la dicitura che ricorda la vittoria del Tulip Rally 1962, con la numerazione progressiva e lo slogan “Born to compete”. Il prezzo della nuova auto di Bruno Barbieri? Per portarsi a casa una MINI JCW Pat Moss Edition servono almeno 47.250 euro.

L’amore per le auto di Bruno Barbieri e per le MINI arriva da lontano

Abbiamo quindi conosciuto nel dettaglio la nuova auto di Bruno Barbieri. Ma da dove arriva l’amore per le auto e per le MINI in particolare dello chef stellato? Essendo nato vicino a Bologna, nell’ormai mitica Motor Valley, l’amore per i motori è insito dentro tantissimi emiliani e romagnoli. Il primo amore di Bruno, infatti, è verso le due ruote, e nello specifico verso la Ducati. Ha abitato per diversi anni a 500 metri da Borgo Panigale, e ha dichiarato in diverse interviste di utilizzare a Milano una Ducati Scrambler. Tifoso sfegatato della Ducati in MotoGP, tra le auto però il suo amore esce dalla Motor Valley, e arriva fino in Regno Unito.

Fin da ragazzo, infatti, l’amore tra le auto di Bruno Barbieri è indirizzato alle MINI. “Negli anni ’80 ne ho customizzata più di una, nel garage di mio cognato.”, ha dichiarato ai colleghi de La Gazzetta dello Sport qualche anno fa. “Quelle di oggi hanno tanta potenza. La mia John Cooper Works ha 230 CV, ma rispetto a quelle che guidavo 30 anni è uno scherzo andare in strada. Fa tutto lei, non vai mai in crisi”. Non stupisce quindi che la star televisiva felsinea abbia un’altra MINI come auto di tutti i giorni, proseguendo la sua storia d’amore con le piccole di Oxford.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    arval driving rewards

    Arval Driving Rewards: come funziona e a chi si rivolge

    limolane

    Nasce LiMO Academy, il corso di formazione per autisti NCC