martedì, 22 maggio 2018 - 10:18
Home / Notizie / Novità / Nuova Jeep Wrangler 2018: la rivoluzione degli interni
Jeep Wrangler interni

Nuova Jeep Wrangler 2018: la rivoluzione degli interni

Tempo di lettura: 2 minuti.

Dopo avervi raccontato gli esterni della nuova Jeep Wrangler, è ora di parlare delle novità dedicate agli interni della vettura che debutterà in questo 2018.

L’abitacolo offre uno stile autentico Jeep, versatilità e una serie di funzionalità intuitive, oltre a un abitacolo più confortevole ed elegante, grazie anche a nuove superfici caratterizzate da una qualità superiore dei materiali e delle finiture.

In dettaglio, la plancia è protagonista di un importante ammodernamento, che rimane fedele alla tradizione del marchio, presenta forme pulite e linee scolpite, le quali si abbinano perfettamente al design orizzontale del cruscotto con finiture che variano in base all’allestimento. Il quadro strumenti – rifinito a mano – propone una superficie morbida al tatto, con cuciture a vista sull’allestimento Sahara, mentre al centro, tra contagiri e contachilometri, spunta un nuovo schermo multifunzione a colori, che fornisce diversi dettagli sulla guida, i consumi e altre informazioni.

Al centro della plancia, invece, si riconferma, come sugli altri modelli della gamma, il display touchscreen da 8,4 pollici, che integra le funzioni Mirrorlink, Apple CarPlay e Android Auto.

I pannelli delle porte lato guidatore e passeggero anteriore, rivestiti in vinile, sono morbidi al tatto e presentano braccioli più lunghi, a beneficio del comfort dei passeggeri.

Da sempre questa vettura si contraddistingue per la sua elevata funzionalità e per la capacità di consentire di vivere l’avventura nella massima semplicità. La nuova Jeep Wrangler non fa certo eccezione e presenta numerose soluzioni portaoggetti, tra cui le nuove tasche sulle porte, i portabicchieri e numerosi ulteriori scomparti per custodire oggetti.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

Abarth 500 Baronio By Romeo Ferraris

Abarth 500 Baronio By Romeo Ferraris: 210 e 248 CV per il cinquino

Tempo di lettura: 2 minuti. Con un’attività nel mondo delle preparazioni iniziata nel 1959, negli ultimi anni l’officina di Opera …

something