in

Pagelle GP Italia 2023: Top e Flop a Monza

Tempo di lettura: 3 minuti

Pagelle GP Italia 2023: i Top

Missione compiuta per Max Verstappen che si porta a casa la decima vittoria consecutiva, scrivendo la storia di questo sport. Un successo più sofferto stavolta ma pur sempre stra-meritato per il pilota olandese. Semplicemente una macchina da guerra. Voto 10

Chiude al secondo posto Checo Perez, che dopo la solita qualifica in chiaro-scuro rimonta con grinta, confermandosi anche per la classifica irridata. Stavolta è più bravo nei duelli e ad avere pazienza prima nel sorpasso a Leclerc e dopo con Sainz. Fa il suo massimo e tanto basta. Voto 7,5

Weekend sicuramente super positivo per Carlos Sainz, che sabato si toglie lo sfizio di piazzare la sua Ferrari davanti a tutti in qualifica. In gara fa davvero il massimo nelle difese prima su Verstappen, poi su Perez e alla fine con Leclerc. Praticamente mai un errore, per un pilota super solido che si conferma davanti a Leclerc anche in classifica irridata. Voto 10

Bravo anche Charles Leclerc che lotta con Sainz fino all’ultimo giro per il piazzamento sul podio. Forse si è corso nel finale qualche rischio di troppo che avrebbe compromesso punti preziosi per la Ferrari, ma Charles è un animale da competizione e quando lo ingaggi ti prendi pregi e difetti. Voto 7,5

Altro giro e altri punti per Alexander Albon sempre più alla ribalta con una Williams che pare aver trovato nuova linfa per un finale di stagione in crescendo. Ora i punti in classifica costruttori sono 21 e il settimo posto inizia ad essere più una realtà e questo a inizio stagione era tutto fuorchè scontato. Voto 8,5

Si porta a casa un bel decimo posto Valtteri Bottas, che vale un punto importante per Alfa Romeo in un weekend sempre speciale. Il finlandese ritrova i punti dopo ben 5 gare di digiuno che avevano fatto precipitare al nono posto in classifica costruttori l’Alfa. Ora la Haas dista solo un punto. Voto 7

Pagelle GP Italia 2023: i Flop

Non un weekend da ricordare per Lewis Hamilton che conclude mestamente la sua gara al sesto posto dopo la penalità di 5 secondi per il contatto con Oscar Piastri. Secondo sesto posto consecutivo che non può fare contento un animale da gara come lui. Si consola con il rinnovo contrattuale fino al 2025 con Mercedes. Voto 5

Delusione anche per Fernando Alonso che chiude al nono posto la sua gara. Monza non è di certo il circuito migliore per le caratteristiche della sua Aston Martin e a consuntivo questo si vede tutto, si porta a casa almeno qualche punto che gli permette di confermarsi sul podio in classifica mondiale. Voto 5,5

Disastro invece ancora una volta per Lance Stroll, che semplicemente non ne imbrocca più una. Delude in qualifica, irriconoscibile in gara, dove prende costantemente paga da Alonso. Per la seconda gara consecutiva non va a punti e il bottino attuale di 47 punti è davvero tanto, troppo magro per essere considerato quanto meno accettabile. Voto 4

Fuori dai punti ancora una volta Logan Sargeant, che mentre il compagno di squadra si prende le luci della ribalta, lui è ancora in cerca dei primi punti irridati della sua carriera in Formula Uno. La Williams ha fatto evidenti passi avanti, ora tocca a lui metterci del suo perché ha il talento per emergere. Voto 5

Lo so, è una mia battaglia personale, ma immaginate che bello sarebbe stato questo GP senza il DRS, quanto più avvincente sarebbe stato il duello per la testa tra Sainz e Verstappen, che senza l’ausilio dell’ala mobile avrebbe faticato e avrebbe dovuto pescare dal cilindro qualcosa di diverso per ottenere il sorpasso. Insomma servono sorpassi veri per riaccedere la fiamma della Formula Uno tra gli appassionati. Voto 0 al DRS, come sempre.

commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Loading…

    0

    Dopo il podio a Monza, Sainz viene derubato

    smart #3 debutta in Europa: è la versione coupé della #1