in

Porsche Carrera Cup Italia 2014: intervista ad Angelo Proietti esperto pilota del monomarca

Tempo di lettura: 2 minuti

Al termine del ricco weekend di gare all’Autodromo Nazionale di Monza, abbiamo avuto modo di intervistare Angelo Proietti, gentlemen driver della Porsche Carrera Cup Italia. Protagonista insieme al suo team, Antonelli Motorsport, il pilota romano si è piazzato primo e quarto in Michelin Cup rispettivamente in gara 1 e gara 2.

Nonostante le difficoltà riscontrate nel quarto round, Proietti non si distacca dal leader Alex De Giacomi, rimanendo a otto lunghezze in classifica.

Qual è il tuo giudizio finale su questa seconda tappa della Carrera Cup Italia? Puoi ritenerti soddisfatto dei risultati ottenuti?

Gara 1 è andata molto bene, oltre le mie aspettative poiché durante le qualifiche non avevo tenuto un buon ritmo a causa di qualche errore. Partendo molto indietro ho avuto tanto da recuperare ma ho ripreso confidenza con la vettura e ho potuto conquistare la piazza d’onore in Michelin Cup.

In gara 2, invece, le cose non sono andato per il verso giusto. Sono stato sanzionato una volta con il drive through a causa della partenza anticipata o di un contatto con Giovanni Berton (Dinamic Motorsport), inoltre, ho dovuto ripetere il passaggio dai box a causa di un malinteso con il mio team. Purtroppo questo mi ha fatto perdere molte posizioni, contando anche il fatto che ero partito molto bene guadagnando subito la quinta posizione assoluta. Oggi è andata così ma ci rifaremo.

Nuova 911 GT3 Cup e nuove gomme Michelin. Come ti trovi con la nuova accoppiata?

Il feeling aumenta di gara in gara, soprattutto per quanto riguarda l’inserimento in curva: gli pneumatici hanno tantissimo grip, devo avere solo maggior  fiducia nell’entrare più veloce, il timore è quello di andare lunghi, invece, le gomme tengono e ti portano perfettamente in traiettoria.

Mi trovo meglio dell’anno scorso, a mio parere il deterioramento delle Michelin in gara è molto diminuito a favore di una tenuta costantemente di alto livello, necessiterei soltanto di fare qualche test in più per migliorarmi ulteriormente.

Proietti2

L’obiettivo di questa tua stagione? Sei concentrato sulla Michelin Cup o hai anche qualche ambizione nell’assoluto?

Sono secondo dietro Alex De Giacomi, oggi, difficoltà a parte, stavamo girando molto bene, i ragazzi del team mi riferiscono che ero più veloce di un secondo mezzo al giro, quindi sono fiducioso anche per il futuro. Chiaramente il mio obiettivo primario è di vincere il trofeo riservato a noi gentlemen, ma visti i tempi che ho fatto registrare ultimamente, sono sicuro che potrò dire la mia anche nel campionato assoluto.

La prossima tappa sarà al Mugello, è un circuito a te favorevole?

Il Mugello è una bellissima pista, io gli sono molto affezionato, in passato lì ho vinto molto, sempre in Michelin Cup, sia gara 1 sia gara2 e anche per due anni di seguito. Un circuito molto impegnativo che mi stimola a far bene, poi la 911 GT3 Cup quest’anno è più performante ma anche più divertente, il che è fondamentale per noi piloti. 

Gentlemen driver

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Fiat al fianco degli azzurri per i Mondiali di Calcio 2014

Carrera Cup Italia 2014: Postiglione e Liberati dominano in Gara 2, De Giacomi torna a vincere in Michelin Cup