in

Un regalo per San Valentino 2020: al volante di una Ferrari su un vero circuito

Ferrari regalo per san valentino
Tempo di lettura: 2 minuti

Febbraio è il mese dell’amore e come da tradizione molte coppie già rodate e tante che si sono appena formate si scambieranno regali per celebrare il loro amore. Se avete, però, un fidanzato/a appassionato/a di motori, questo potrebbe essere il regalo per San Valentino a tema auto migliore che possiate fare.

Così, automobile.it, sito di annunci di auto del gruppo eBay, ha selezionato un regalo perfetto per i petrolhead: i circuiti in Italia dove è possibile sentirsi piloti per un giorno alla guida di una Ferrari.

La Ferrari in particolare, simbolo dell’automobilismo italiano che a marzo compie ben 73 anni, permette di sentire il brivido di domare un circuito con la potenza del Cavallino Rampante. Un sogno che può diventare realtà, proprio con un regalo per San Valentino.

Molti smart box propongono pacchetti che offrono questa possibilità ma se si vuole prenotare direttamente è possibile, con prezzi a partire dagli 80 euro, basta conoscere i 5 circuiti:

Autodromo del Mugello

Situato tra Scarperia e San Pietro (FI), la sua storia inizia nel lontano 1914 con una pista senza asfalto. Oggi è la sede storica del Gran Premio d’Italia, acquistato e ristrutturato da Ferrari nel 1988 è uno dei più spettacolari della MotoGP. Conta quindici curve e il rettilineo più lungo del Motomondiale che permette alle MotoGP di raggiungere i 350 km/h. La pista, lunga 5.245 km, si snoda fra boschi e verde, in un saliscendi tra le colline toscane, accompagnato da 15 curve e 7 rettilinei, che la rendono, per piloti professionisti e non, irresistibilmente affascinante.

World Circuit di Misano Marco Simoncelli

Pista lunga 4.226 km con una larghezza minima di 12 metri è composta da 16 curve (di cui dieci a destra e sei a sinistra) e sei rettilinei (per un complesso di 1.850 km). Una caratteristica di questo circuito è quella di essere illuminata artificialmente. Luogo facilmente raggiungibile, accoglie da sempre manifestazioni sportive di profilo mondiale.

Circuito di Vallelunga

Si trova a Campagnano (RM). L’autodromo nasce nel 1957 dalle ceneri di un ippodromo ed è considerata la pista adatta a test automobilistici e nel 2004 ha ricevuto l’omologazione FIA che la rende utilizzabile anche per i test di F1. Si snoda per 4.085 km, l’asfalto ha un ottimo grip e con le sue 14 curve e 6 rettilinei offre un buon compromesso fra velocità e agilità.

Autodromo di Monza

Il vero e proprio tempio della velocità, è il più grande complesso di questo genere nel mondo e il più amato. Composto da 9 curve impegnative e 4 lunghi rettilinei per un totale di 5.793 km, trasmette sensazioni uniche sia a piloti professionisti sia amatoriali. Chiunque lo abbia provato, alla guida di una Ferrari, ha impresso nel cuore ogni frazione di secondo passato su questa pista.

L’Autodromo di Imola “Enzo e Dino Ferrari”

Inaugurato nel 1953, è lungo 4.909 km e si presenta come un circuito molto tecnico con 22 curve staccate complesse e 4 rettilinei. Per i guidatori amatoriali, i giri possono essere svolti a ritmi ridotti. L’autodromo è conosciuto in tutto il mondo per la tappa ufficiale “F1” e “Superbike”. Qui è possibile, tra le varie proposte, mettersi al volante di una Ferrari 458 Challenge Evo da competizione. Il prezzo di questo tour è un po’ più alto di quelli che si riescono a trovare in giro (intorno ai 650 euro) ma offre una vera e propria esperienza che comprende la visita al museo Checco Costa, l’open bar, una sorta di lezione teorica e poi la fantastica prova di guida.

Gentlemen driver

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Kia XCeed protagonista del video di Levante

Kia XCeed è la protagonista del nuovo video di Levante [VIDEO]

BMW Serie 1 usata

BMW Serie 1 usata: quale scegliere, i motori e i prezzi