martedì, 11 dicembre 2018 - 12:21
Home / Notizie / Attualità / Risultati Fiat Panda Euro NCAP: Facciamo chiarezza

Risultati Fiat Panda Euro NCAP: Facciamo chiarezza

Tempo di lettura: 3 minuti.

Correva l’anno 2011 e Fiat Panda, la popolare citycar ancora a novembre l’auto più venduta del mercato, andava a conquistare le quattro stelle Euro NCAP in un’epoca nel quale, anche se sembra ieri, la sicurezza del mondo automotive era affrontata in modo diverso. Oggi scriviamo del risultato di alcune vetture del nostro Gruppo nazionale, con particolare attenzione ai risultati Fiat Panda Euro NCAP, così come comunicato dal popolare e severo ente di verifica dal quale tutte le case devono passare. Come mai?

I test, è vero, sono cambiati, aumentando la severità, in questi ultimi anni. Se nel 2008 la Fiat 500 andava conquistando le 5 stelle, prima citycar, che si affiancava alla Fiat Panda, a riuscirci, negli anni le cose sono decisamente cambiate. Da una parte sono stati introdotti i test sui sempre più onnipresenti ADAS, acronimo di Advanced Driver Assistance System, dall’altra è oggettivamente vero che Fiat Panda è stata oggetto di aggiornamenti di carattere estremamente funzionale, che tra l’altro ne hanno decretato il successo, praticamente da 7 anni , continuando a macinare sul mercato incrementi a doppia cifra.

I test Euro NCAP, l’ente europeo fondato nel 1997, si sono così inaspriti parallelamente allo sviluppo della sicurezza passiva e attiva degli autoveicoli, e lo faranno ancor di più pensando al prossimo futuro, con sistemi di assistenza sempre più evoluti, senza per forza pensare all’orizzonte della guida autonoma, tutto da verificare alla prova dei fatti. L’anno in cui è stato effettuato il test diventa quindi cruciale nell’analizzare il risultato, in altri termini le quattro stelle di sette anni fa sono comparabili al risultato ottenuto a dicembre 2018?

Risultati Fiat Panda Euro NCAP: c’è da preoccuparsi o no?

Cosa penseranno le circa 113.000 persone che hanno acquistato la Fiat Panda nei primi 11 mesi del 2018, cui si sommano le altre decine di migliaia degli ultimi anni?  Vanno fatte le dovute considerazioni. Analizziamo i dati che solitamente vengono sottoposti ai test Euro NCAP, divisi in quattro principali categorie: “occupanti adulti”, “occupanti bambini”, “pedoni” e “safety assist”. Se si parla quindi degli ultimi risultati di Fiat Panda Euro NCAP, oggi il quadro si prospetta essere il seguente. 

Proprio nel 2011, quando facevano la loro comparsa i primi sistemi di assistenza alla guida, quali la telecamera frontale con riconoscimento pedoni, già la norma, all’epoca, per alcune vetture premium. Queste le percentuali del 2011: per le rispettive categorie sopra citate -> 82%, 63%, 49% e, dato minore tra i quattro, safety assist al 43%.

Oggi, dopo aver letto i nuovi risultati Panda Euro NCAP, le risultanze la penalizzano, e non è un caso, specie per quanto riguarda le ultime due voci: adulti (45), bambini (16), pedoni (47), safety assist (7). Ritorniamo sul discorso relativo a Fiat Punto, protagonista un anno fa dello stesso “caso”. Cinque stelle nel lontano 2005, e potete immaginare il livello dei test 13 anni fa, e un risultato completamente diverso nel dicembre 2017.

Se per Punto, in un certo senso, il destino era stato già scritto, per Fiat Panda, assolutamente no, e il motivo è presto detto. A pesare prepotentemente sul risultato è l’assenza di ADAS, chiamiamoli pure sistemi di sicurezza avanzati, che, non a caso, hanno appunto inciso sulla voce “pedoni” e “safety assist”. Un sistema come la telecamera frontale o Front Assist (vale la pena davvero mettere su una vettura come la Panda questo tipo di sistemi facendone lievitare il prezzo in modo importante?), da sola, incide pesantemente su questi due parametri. Cosa trarre da questi ultimi test Panda Euro NCAP?

Panda Euro NCAP

In conclusione, dal 2015, quindi ben 4 anni dopo gli ultimi test di Fiat Panda Euro NCAP, è stato introdotto il crash test frontale a 50 km/h per verificare la tenuta degli airbag e l’efficacia dei pretensionatori delle cinture, anche dei passeggeri posteriori.

Per un modello che ha la sua storia, fatta di successi e sicurezza, e che all’orizzonte vede una nuova evoluzione come annunciato qualche giorno fa, con la tecnologia ibrida, sono quindi risultati, quelli di Panda Euro NCAP, che vanno letti con attenzione e che noi abbiamo cercato di spiegarvi nel modo più chiaro possibile, nella speranza di aver risolto i vostri leciti dubbi. 

Autore: Redazione Autoappassionati.it

Potrebbe interessarti

Mitsubishi Outlander PHEV

Mitsubishi Outlander PHEV: un carico di premi e riconoscimenti

Dalla rivista tedesca al Salone di Los Angeles, Outlander PHEV porta a casa Mitsubishi premi …