venerdì, 20 luglio 2018 - 23:52
Home / Notizie / Tecnologia / I servizi Google diventeranno parte integrante nei nuovi modelli Volvo
servizi Google

I servizi Google diventeranno parte integrante nei nuovi modelli Volvo

Tempo di lettura: 2 minuti.

Il sistema di infotainment Sensus, già altamente evoluto sugli attuali modelli della gamma Volvo, nel prossimo futuro potrà contare su un ulteriore step grazie alla partnership che la Casa svedese ha stretto con Google nel 2017 e i quali frutti iniziano a vedersi proprio ora.

Servizi Google come Google Assistant, Google Play Store, Google Maps e altri verranno quindi implementati come parte integrante del sistema Sensus, sviluppato sulla piattaforma di Android. Migliorerà quindi il modo di interagire con l’auto, visto che gli esempi non mancano, specialmente nel segmento premium dove opera Volvo con i suoi modelli.

App e servizi sviluppati da Google e Volvo Cars verranno integrati a bordo dell’auto, mentre migliaia di altre app saranno disponibili attraverso il Google Play Store, a sua volta ottimizzato e adattato per l’utilizzo attraverso i sistemi di infotainment di bordo di tipo Android.

Come per Android, anche la nuova generazione di Sensus potrà disporre in tempo reale di aggiornamenti che verranno creati in base alle esigenze degli stessi utenti, come accade da anni con la piattaforma per smartphone.

L’integrazione dei servizi di Google nei modelli Volvo accelererà l’innovazione nell’ambito della connettività e ci stimolerà a intensificare lo sviluppo di applicazioni e servizi connessi,” ha dichiarato Henrik Green, Senior Vice President Ricerca & Sviluppo di Volvo Cars. “Presto chi guida una Volvo avrà un accesso diretto, direttamente a bordo dell’auto, a migliaia di app in grado di semplificare la vita delle persone e di rendere ancora più gradevole l’esperienza di viaggio in una vettura connessa.”

I servizi Google e Volvo: come cambierà la vita a bordo

Google Assistant fungerà da interfaccia vocale centrale di bordo che consente di gestire alcuni comandi dell’auto, ad esempio l’aria condizionata, e di utilizzare le app per l’ascolto di musica e l’invio di messaggi. Un altro importante passo verso la sicurezza totale e l’azzeramento totale delle morti per incidenti, da anni cavallo di battaglia della Casa svedese.  

Google Maps consentirà inoltre alla prossima generazione del sistema Sensus di aggiornare in tempo reale le mappe stradali e i dati sul traffico, mantenendo gli automobilisti informati sulle condizioni del traffico sul percorso e suggerendo in modo proattivo eventuali percorsi alternativi. 

Secondo le previsioni, il primo sistema basato su Android verrà lanciato fra un paio d’anni. Ciò non significa che Volvo non continuerà a sviluppare i propri servizi così come le proprie app, sarà solo un modo diverso di condividere lo stesso tetto.

La partnership da avviare con Google rappresenterà un’alleanza strategica importante per Volvo Cars,” ha commentato Henrik Green. “La piattaforma Android, i servizi di Google e il rapporto professionale fra Google e gli sviluppatori di app ci permetteranno di migliorare ulteriormente l’esperienza a bordo di una Volvo.”

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Bosch

La tecnologia Bosch sotto il vestito sartoriale della Dallara Stradale

Tempo di lettura: 2 minuti. Ci sarebbe da rispondere un motore Ford turbocompresso da 400 CV e una meccanica sopraffina …

something