giovedì, 18 gennaio 2018 - 14:48
Home / Notizie / Novità / Skoda Octavia RS: la più potente Octavia di sempre

Skoda Octavia RS: la più potente Octavia di sempre

Tempo di lettura: 3 minuti. 

Poco tempo dopo aver svelato lo stile della rinnovata famiglia Octavia, Skoda ha presentato la versione top di gamma, la Octavia RS berlina e station wagon.

Due le motorizzazioni disponibili con il 2.0 TDI che conferma la potenza massima di 184 CV e 2.0 TSI che ora raggiunge la potenza massima di 230 CV, facendo della rinnovata Octavia RS la più potente versione del modello mai prodotta.

La rinnovata Škoda Octavia RS accentua il carattere sportivo del modello di base grazie alla calandra più ampia, resa ancora più estesa dai gruppi ottici in stile cristallino, e le prese d’aria maggiorate con struttura a nido d’ape rendono il modello decisamente più sportivo e personale. I quattro fari con tecnologia LED integrati nel rinnovato paraurti scolpiscono il nuovo frontale conferendogli un’aria da vera sportiva. Al posteriore, lo spoiler presente sia sulla berlina sia sulla Wagon dà un tocco personale, insieme all’ampio diffusore in colore nero e all’illuminazione LED per la targa e per i gruppi ottici posteriori con caratteristico disegno a C.

Skoda Octavia Connect infotainment

Nell’abitacolo di Octavia RS spicca il colore nero, con un effetto elegante e dinamico. I sedili presentano i fianchetti alti per meglio sostenere guidatore e passeggeri quando si decide di premere un po’ sul gas e sono disponibili anche con rivestimento in Alcantara. L’illuminazione ambiente è di serie e comprende anche luci negli incavi delle maniglie sulle porte. Se la vettura dispone di cambio DSG, sul volante sono presenti i paddle per il comando del cambio automatico. La pedaliera risplende in design alluminio. Tra le tipiche soluzioni “Simply Clever” Škoda figurano un ombrello sotto il sedile del passeggero anteriore e la torcia a LED estraibile, nel bagagliaio della Wagon.

Skoda Octavia RS

L’assetto sportivo più basso di 15 mm rispetto ai modelli di serie, la carreggiata di 30 mm più larga che in passato e le pinze dei freni rosse sottolineano il carattere sportivo della nuova Octavia RS. I cerchi di serie sono da 17 pollici, a richiesta Škoda monta cerchi da 18 pollici e da 19 pollici color argento. Lo sterzo progressivo, il Performance Mode Select con Performance Sound generator, il controllo di stabilità ESC con bloccaggio trasversale elettronico XDS+ e le sospensioni a controllo elettronico DCC (selezionabile a scelta tra Comfort, Normal e Sport).

Il 2.0 TSI eroga 230 CV con coppia massima di 350 Nm, disponibile da 1.500 a 4.600 giri, abbinabile sia al cambio manuale a 6 rapporti o al DSG automatico sempre a 6 rapporti. La berlina con cambio manuale accelera da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi  mentre la velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h. Il diesel TDI ha invece 184 CV e la coppia è di 380 Nm già da 1.750 giri con lo 0-100 che ferma il cronometro sui 7 secondi e 9 decimi; velocità massima 232 km/h.

Škoda ha dotato l’intera gamma Octavia di un’ampia gamma di servizi di connettività che rientrano nell’offerta Škoda Connect. Questi si dividono in due categorie: servizi di Infotainment online (informazioni sul traffico, parcheggi in zona, notizie di attualità e meteo) per i sistemi di navigazione  Amundsen e Columbus aggiungono maggior informazioni, i servizi Care Connect  offrono assistenza e accesso remoto all’auto, indipendentemente dal sistema di infotainment scelto dal Cliente, tra i quali torna utile la Chiamata d’Emergenza che chiama in automatico l’assistenza dopo un urto.

Come sul modello normale i sistemi di assistenza presenti a bordo di Octavia sono tipici dei segmenti superiori. In città, il sistema di riconoscimento dei pedoni attiva una frenata automatica in caso di emergenza in un range di velocità da 10 a 60 km/h. Il sistema fa parte del Front Assist, disponibile a richiesta. In aggiunta, il sistema Blind Spot Detect monitora l’angolo cieco del veicolo durante i cambi di corsia e segnala eventuali pericoli di collisione. Il conducente è assistito anche nella delicata fase di uscita dai parcheggi a margine della carreggiata. Il sistema radar Rear Traffic Alert segnala per tempo eventuali rischi di collisione con i veicoli che sopraggiungono.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

5 cose da sapere sulla Subaru XV 2018

Le 5 cose da sapere sulla Subaru XV 2018

Tempo di lettura: 2 minuti. La nuova SUV/Crossover giapponese non si rivoluziona nell’aspetto, ma cambia nella sostanza, attraverso scelte che …

something