in

Transit Custom Plug-In Hybrid: eco-test Ford a Colonia

Transit Custom Plug-In
Tempo di lettura: 2 minuti

Le prove “green” di Transit Custom Plug-In Hybrid tra mobilità sostenibile ed elettrica continuano: prossima tappa dell’Ovale Blu, Colonia.

Tappa a Colonia per gli eco-test Ford

Ford ha annunciato un’ulteriore tappa e la conseguente estensione, nella città di Colonia, del progetto che ha lo scopo di migliorare la qualità dell’aria. Per avere un ambiente più “green” la risposta dell’Ovale Blu è l’impiego di veicoli commerciali ibridi Plug-In (PHEV) sui percorsi urbani.

Per questo motivo a partire dalla primavera del 2019, in collaborazione con le istituzioni municipali di Colonia, una flotta di dieci Transit Custom Plug-In Hybrid debutterà sulle strade della città.

Sostenuta da Ford, la sperimentazione avrà inizialmente una durata di 12 mesi, in cooperazione con alcune flotte municipali, completando i test già condotti a Londra e a Valencia, rispettivamente con flotte di grandi e medie dimensioni.

Ford ha annunciato i test dei Transit Custom Plug-In Hybrid durante l’evento “City of Tomorrow”, tenutosi a Colonia. È stato un appuntamento che ha riunito diversi esponenti del settore pubblico e privato (compresi urbanisti, politici ed esperti di mobilità).

Come si presentano i Transit Custom Plug-In?

Transit Custom Plug-In è equipaggiato con un sistema ibrido moderno, in grado di garantire un’autonomia di percorrenza a emissioni zero di circa 50 km. Il motore a benzina EcoBoost 1.0:

  • Ricarica le batterie di bordo quando necessario, per i viaggi più lunghi, durante gli intervalli di ricarica
  • Consente, in tal modo, di estendere l’autonomia di percorrenza fino a 500 km, offrendo un buon livello di efficienza e flessibilità

Presentato nella versione definitiva ad Hannover lo scorso settembre, il Transit Custom Plug-In dispone di batterie agli ioni di litio raffreddato a liquido. Le batterie sono situate sotto il piano di carico, di modo che l’intero volume di carico rimanga invariato.

Sul paraurti anteriore è posizionato l’attacco per la ricarica, che può essere completata in circa tre ore tramite un alimentatore da 240 volt con 16 o 32 ampere.

I veicoli sottoposti al periodo di prova saranno dotati di Ford Telematics e Ford Data Services, le soluzioni connesse sviluppate internamente dal Team Ford Smart Mobility, in grado di fornire un supporto agli operatori nella gestione dei veicoli.

Dì la tua

rossi rally show

Rossi Rally Show? Basta, dal 2019 si cambia

mobilità sostenibile

Open Source Lab: la rotta sulla mobilità sostenibile per Volkswagen