in

Le tre nuove Lancia del futuro saranno così

Tempo di lettura: 2 minuti

Lunedì 28 novembre sarà un giorno importante per la storia di Lancia e per il rilancio del brand italiano. Sarà allora che si terrà l’attesissimo Lancia Design Day, un evento nel quale verranno annunciate le novità che interesseranno le Lancia del futuro che dovranno contribuire al meritato rilancio. Quindi tra poco meno di 20 giorni verranno svelati quelli che saranno gli stili dei nuovi modelli, i quali tributeranno e si ispireranno al glorioso passato di Lancia, omaggiando modelli iconici come Aurelia, Flaminia, Fulvia, Beta HPE, Delta, Stratos e 037.

Le Lancia del futuro saranno anticipate il prossimo 28 novembre

Che Lancia sia stato un marchio iconico ed importante della storia mondiale dell’automobilismo non vi è il minimo dubbio. È per questo che tutti gli appassionati del mondo stanno attendendo con indescrivibile ansia la data del 28 novembre 2022, giorno in cui si terrà l’evento Lancia Design Day. La manifestazione è stata organizzata per mostrare quelli che saranno i modelli che sanciranno il rilancio di Lancia. Le automobili che saranno protagoniste di questa rinascita saranno la Lancia Ypsilon nel 2024, l’ammiraglia nel 2026 e Delta nel 2028. Lo stile del mitico passato ha fatto e farà da musa ispiratrice, catturando così l’attenzione di appassionati del passato senza escludere anche quelli attuali e del futuro.

Lancia Design Day: le anticipazioni del CEO Luca Napolitano

A parlare ed a fornire importanti anticipazioni riguardo Lancia design Day del prossimo 28 novembre, durante il quale verranno svelate ufficialmente le Lancia del futuro è stato Luca Napolitano. Il CEO del brand piemontese ha dichiarato a riguardo:

“Il design e la bellezza dei capolavori in movimento del passato ci ha ispirato nella creazione dei tre modelli Lancia del futuro. La nuova Ypsilon nel 2024, la nuova ammiraglia del 2026, che ci permetterà di entrare nel segmento più grande in Europa, e la nuova Delta dalle linee geometriche, scolpita e muscolosa, che nel 2028 farà battere il cuore a tanti appassionati in tutta Europa. Ci piace definire Lancia un marchio Progressive Classic. Classic per sottolineare il legame con un heritage che intendiamo rispettare e valorizzare. Progressive per esprimere la nostra capacità di guardare con ambizione al futuro. Innovazione e Design senza tempo sono da sempre i nostri valori ed a questi vogliamo aggiungere sostenibilità, responsabilità sociale, ponendo il cliente sempre al centro della nostra missione. Sono queste le linee guida del piano decennale del nostro Rinascimento, con cui puntiamo a diventare un Marchio credibile e rispettato nel mercato premium europeo. Le protagoniste di questa roadmap saranno i tre nuovi modelli Lancia che abbiamo disegnato in modo che siano coerenti fra loro e ben riconoscibili. Per questo ci siamo ispirati a tre elementi di design spiccatamente Lancia: il calice, le linee sinuose e le forme geometriche primitive. In particolare, prendendo spunto dal frontale delle iconiche Aurelia e Delta, il nuovo calice verrà reinterpretato in chiave moderna, conservando la sua peculiarità distintiva che nasce dall’unione di una linea verticale e di una orizzontale che, incontrandosi, racchiudono il logo del Marchio. La seconda caratterizzazione comune ai tre nuovi modelli è la linea sinuosa e discendente della fiancata, tipica di alcuni modelli storici di Lancia, come l’Aurelia B20. Infine, il terzo elemento di design si manifesta nelle forme geometriche primitive presenti sia nell’anteriore che nel posteriore, tra le quali spiccano i fari tondi che rinviano all’anima più brutale del marchio, strizzando l’occhio alle leggendarie 037, Stratos e Delta, le belve da gara dominatrici del Rally per oltre 20 anni”.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    subaru solterra

    Subaru Solterra: prezzo, autonomia, dimensioni, prestazioni, primo contatto

    Rivoluzione Renault

    Renault, è rivoluzione: auto termiche con Geely, l’inedito brand Ampere per le elettriche