domenica, 20 Settembre 2020 - 3:17
Home / Notizie / Motorsport / WTCC, Marrakech 2015: arriva la cinquina delle CITROËN C-ELYSÉE

WTCC, Marrakech 2015: arriva la cinquina delle CITROËN C-ELYSÉE

Tempo di lettura: 2 minuti.

Incoraggiati dalla piacevole temperatura di Marrakech, gli spettatori hanno gremito le tribune del Circuit Moulay El Hassan, su cui si disputavano la terza e la quarta manche del Campionato del Mondo FIA WTCC 2015.

Partenza spettacolare per la prima corsa: dalla seconda fila, un velocissimo Ma Qing Hua ha superato Mehdi Bennani e raggiunto José María López. Le due Citroën hanno affrontato la prima frenata una contro l’altra, ma l’Argentino all’interno della curva è riuscito a conservare il vantaggio. Sébastien Loeb nel frattempo conquista la terza posizione, mentre Yvan Muller guadagna terreno evitando il tamponamento a catena della prima curva.

Le quattro Citroën distanziano così il gruppo d’inseguitori e guadagnano la testa della gara. Ma su López, Bennani su Loeb: un attacco dietro l’altro, con l’ordine invariato.

Sebastien Loeb ha avuto un compito particolarmente difficile, con un paraurti danneggiato durante uno scontro con l’avversario diretto. Nel gruppo di inseguitori, Yvan Muller, bloccato tra Tiago Monteiro e Gabriele Tarquini, è riuscito a trovare una via di fuga guadagnando il quinto posto.

López, Ma, Loeb, Bennani, Muller: le cinque Citroën C-Elysée WTCC, come in parata, hanno tagliato il traguardo realizzando una cinquina storica per il Marchio.

Qualche minuto più tardi, le auto sono tornate sulla griglia di partenza per la seconda gara. Questa volta Yvan Muller, in pole position, è partito con la strada libera. Il pilota alsaziano ha affrontato la prima curva in testa, seguito da Sébastien Loeb. Ancora una volta, grande bagarre per gli inseguitori al primo giro. Dietro a Muller e Loeb, c’erano Chilton, Valente, López, Ma e Bennani.

Molto vicini, Yvan Muller e Sébastien Loeb hanno regalato al pubblico uno spettacolare testa a testa. Giro dopo giro, nel frattempo, Valente e Chilton soccombevano agli assalti di José María López, che è risalito fino alla terza posizione. Situazione più complicata per Ma Qing Hua: dopo un recupero che lo ha portato in quinta posizione, il pilota cinese sbaglia, urtando un muro di protezione. Nonostante l’incidente Ma è riuscito a portare a termine la gara.

Con un nuovo en plein per i Campionati del Mondo Piloti e Costruttori, Yvan Muller, Sébastien Loeb e José María López hanno monopolizzato il podio anche nella seconda gara.

Sébastien Loeb: «Dopo qualificazioni frustranti, le gare sono andate bene. Siamo riusciti a migliorare la regolazione dell’auto e i risultati si sono visti. In gara 1 ho fatto una partenza fantastica e mi sono ritrovato direttamente in terza posizione. Mehdi mi tallonava e ho dovuto difendermi per tutta la corsa. Ho cercato per tutto il tempo di fare pressione a Yvan che era davanti a me ma superare un quattro volte Campione del Mondo che ha la tua stessa auto è una missione quasi impossibile».

CLASSIFICA GARA 1

1. José María López (Citroën C-Elysée WTCC)

2. Ma Qing Hua (Citroën C-Elysée WTCC)

3. Sébastien Loeb (Citroën C-Elysée WTCC)

4. Mehdi Bennani (Citroën C-Elysée WTCC)

5. Yvan Muller (Citroën C-Elysée WTCC)

MT : José María López in 1’43’’847

CLASSIFICA GARA 2

1. Yvan Muller (Citroën C-Elysée WTCC)

2. Sébastien Loeb (Citroën C-Elysée WTCC)

3. José María López (Citroën C-Elysée WTCC)

4. Tom Chilton (Chevrolet RML Cruze TC1)

5. Hugo Valente (Chevrolet RML Cruze TC1)

MT : José María López in 1’43’’480

CAMPIONATO DEL MONDO PILOTI

1. José María López 93 punti

2. Sébastien Loeb 76 punti

3. Yvan Muller 57 punti

4. Ma Qing Hua 37 punti

5. Tiago Monteiro 36 punti

6. Gabriele Tarquini 34 punti

7. Mehdi Bennani 28 punti

CAMPIONATO DEL MONDO COSTRUTTORI

1. Citroën 190 punti

2. Honda 118 punti

3. Lada 30 punti

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

esuberi ferrari

Ferrari e budget cap: 300 dipendenti sarebbero a rischio esubero

Che non tiri una bella aria a Maranello, specie dopo le recenti dichiarazioni di Camilleri …