lunedì, 18 dicembre 2017 - 7:44
Home / Esperienze / 300 Miglia smart: alla scoperta della Sicilia
300 miglia smart

300 Miglia smart: alla scoperta della Sicilia

Tempo di lettura: 3 minuti

Ritorna l’appuntamento 300 Miglia smart, questa volta alla scoperta degli incredibili paesaggi della Sicilia. Le nostre compagno di viaggio non sono più le smart fortwo coupé bensì la versione cabrio, per godere pienamente della guida “en plein air”.

Ricordiamo che la 300 Miglia smart è una gara di regolarità dove non conta la velocità ma viene premiata la puntualità.

La gara di regolarità

Questo tipo di competizione consiste nel raggiungere tutte le tappe mantenendo un tempo regolare (senza superare limiti di velocità) ovvero oltrepassare il Check nell’arco di un minuto rispetto all’orario indicato, senza mai fermare la vettura.

All’interno dell’auto l’equipaggio è composto da guidatore e navigatore. Entrambi non sono compiti da sottovalutare, anzi, ognuno deve mantenere una salda concentrazione e una buona sincronia con il/la compagno/a, senza creare confusione. Ad ogni auto viene assegnato un diario di viaggio, nel quale si trova il percorso da seguire con relative indicazioni, una radio e un cronometro.

Il percorso della 300 Miglia smart

Ancora una volta la piccola smart abbandona il suo habitat naturale cittadino per mettersi alla prova in una nuova e avvincente gara. Questa volta riprendiamo alcune tappe della leggendaria Targa Florio, una delle più storiche e amate competizioni italiane.

300 miglia smart

Partiamo da Palermo in direzione Messina, passando per Capri Leone. Apprezziamo da subito le ottime doti da “regina della città”: la smart fortwo scatta da un semaforo all’altro con estrema facilità grazie all’aiuto del cambio automatico a sei marce che, a differenza della generazione precedente, diventa a doppia frizione twinamic. Ottimo anche il ristretto raggio di sterzata, con soli 6,95 metri le inversioni di marcia e le più impegnative gimkana cittadine non sono più un problema.

Nel collegamento autostradale per raggiungere Messina le smart ci hanno stupito con la loro estrema versatilità. Infatti ad andature sostenute si viaggia in totale comfort, proprio come a bordo di una Mercedes. Anche i fruscii dovuti alla versione cabrio sono pressoché assenti.

In effetti dovremmo precisare che il nuovo autotelaio è derivato dalla Classe C e che sospensioni con maggiore escursione e pneumatici con fianchi più alti aiutato ad assorbire bene le asperità del manto stradale.

300 miglia smart

Il secondo giorno partiamo da Messina per affrontare i divertenti tornanti del Parco dell’Etna. Il bellissimo paesaggio e il meteo ci offrono la possibilità di aprire completamente la capote e viaggiare a cielo aperto, una vera goduria in questa stagione.

Arrivati a Catania ha termine la gara di regolarità. Possiamo ritenerci soddisfatti del comportamento delle nostre compagne di viaggio che ci hanno permesso di percorrere oltre 480 chilometri senza nessun problema, in totale comodità.

La smart fortwo cabrio

La nuova smart fortwo cabrio è disponibile nelle motorizzazioni 61 CV, 71 CV e 91 CV, tutte tre cilindri benzina abbinate al cambio manuale a cinque marce o al nuovo cambio automatico a doppia frizione twinamic.

Per quanto riguarda gli allestimenti sono cinque: youngster, urban, passion, proxy e prime. Nel nostro caso le vetture erano in allestimento Urban Runner, un’edizione speciale che coniuga l’eleganza della proxy con alcuni dettagli sportivi firmati Brabus ed è riconoscibile attraverso la cellula di sicurezza Tridion in tinta carrozzeria e da paraurti specifici con colori molto appariscenti.

300 miglia smart

Capitolo a parte per quanto riguarda la sicurezza. In linea con la filosofia Real Life Safety di Mercedes-Benz, la nuova smart è stata messa alla prova negli impatti frontali anche con vetture molto più grandi e pesanti come Classe S e Classe C. Colpiscono soprattutto gli innovativi sistemi Crosswind Assist, che assicura stabilità in caso di raffiche di vento laterali, Lane Keeping Assist che segnala i cambi involontari di corsia con segnalazioni ottiche e acustiche e Forward Collision Warning, che avvisa quando la distanza tra la vettura e il veicolo che la precede è inferiore al limite di sicurezza. Non manca inoltre il Brake Assist.

I prezzi partono da 12.220 euro per la versione fortwo 60 youngster. Per la UrbanRunner in versione speciale da noi provata, invece, si supera la soglia dei 20.000 euro.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo alla nostra prova su strada della smart fortwo.

Autore: Andrea Genre

Potrebbe interessarti

Peugeot 3008 Percorsi Italiani Valle d’Aosta

Tra relax e cultura: la Valle d’Aosta a bordo della Peugeot 3008

Tempo di lettura: 9 minutiIl ponte dell’Immacolata del prossimo 8 dicembre è alle porte ed è l’occasione giusta per …