lunedì, 17 Febbraio 2020 - 5:04
Home / Notizie / Novità / Al Festival della Scienza di Genova debutta la Fiat 500L 0.9 TwinAir a metano
Diego Fornero

Al Festival della Scienza di Genova debutta la Fiat 500L 0.9 TwinAir a metano

Tempo di lettura: 3 minuti.

Debutto in grande stile per la nuova Fiat 500L TwinAir Turbo 0.9 a metano, presentata alla stampa al Festival della Scienza 2013 di Genova, kermesse della quale Fiat è main sponsor e della quale proprio la monovolume a metano della casa sarà auto ufficiale.

 

Ha inaugurato ieri, 23 ottobre, e sarà aperto fino al prossimo 3 novembre, il Festival della Scienza, ormai appuntmento tradizionale giunto all’undicesima edizione, e l’ultima nata in casa Fiat è stata messa in bella mostra nello stand “Il Bello della mobilità”, esposizione delle innovazioni del brand torinese nell’ambito della mobilità sostenibile, della quale la versione a carburante alternativo dela 500L potrà diventare vero e proprio simbolo.

BELLO… E RISPARMIOSO

Nome, quello di “Bello” non casuale, considerato che quest’anno il filo conduttore dell’evento, articolato in un ricco programma culturale, sarà la “bellezza” della scienza, contrapposta alla tradizionale fredda razionalità associata a questo concetto. La “bellezza”, interpretata secondo Fiat, come spiegano in conferenza stampa ai giornalisti presenti Gianluca Italia, responsabile EMEA del brand Fiat, e Massimo Ferrera, responsabile delle divisione carburanti alternativi del gruppo, starebbe proprio nell’abbinata del rispetto ambientale con l’economia: insomma, il bene dell’ambiente da un lato, il bene delle tasche del cliente dall’altro.

Se il percorso verso l’efficienza è già stato intrapreso ottimizzando i propulsori tradizionali, benzina e diesel, è chiaro come, ormai, lo sviluppo delle alimentazioni alternative assuma per la casa torinese un vero e proprio nuovo fronte di battaglia, accompagnato dalla sensibilizzazione del cliente verso le tematiche ambientali, anche grazie ad applicazioni come eco:drive, lanciata da Fiat già nel 2009, che ha consentito a molti utenti di analizzare nel migliore dei modi le proprie abitudini alla guida, arrivando a ridurre consumi ed emissioni fino al 16%.

NATA GIA’ VINCENTE

L’ultima nata, esposta qui a Genova, del resto, parte già, in un certo senso vincente: lo 0.9 TwinAir Turbo a metano da 80 CV che equipaggia questa 500L, infatti, si può fregiare del titolo di “Best green engine of the year 2013”. E’ il due cilindri che già conosciamo per averlo visto sulla Panda, un propulsore che sa dimostrarsi decisamente brillante, con 80CV di potenza a 5.500 giri ed una coppia massima di 140 Nm già ai 2.500, pur a fronte di un consumo medio di ben 25 km con un kg di metano (lo ricordiamo: il metano viaggia sull’Euro al litro e il risparmio al distributore si sente eccome.

Non soltanto citycar, insomma, se si considera che l’equipaggiamento presentato oggi sarà disponibile non solo sulla 500L “classica”, ma anche sulla versione “Living”, l’MPV 5+2 che abbiamo recentemente testato nella versione “tradizionale”. Un’innovazione che aiuterà 500L a crescere ancora di più, se si considera che già ora parliamo del modello più venduto in Italia nel proprio segmento, e, da settembre, anche del più venduto in Europa: in Fiat hanno, infatti, calcolato, che l’alimentazione a metano coinvolgerà circa il 30% degli ordini totali, sulla proiezioni delle richieste già pervenute alla Casa torinese.

LINGOTTO PRECURSORE SUL METANO

Inutile ripetere quanto in Fiat si creda nel metano: che sia il carburante più “green” tra quelli attualmente a disposizione ci sono pochi dubbi, e in proporzione parliamo anche del più economico, al di là del prezzo al litro del GPL che, alla lunga, si rivela più impegnativo in termini di gestione. Il mercato, del quale Fiat è senza dubbio leader considerato che commercializza veicoli a metano dal lontano 1997, è sempre più in crescita: nei primi 9 mesi del 2013 la domanda di questo genere di vetture, infatti, è cresciuta di quasi il 30% rispetto allo stesso periodo del 2012, e, commercialmente, gli investimenti nel settore non potranno che dare buoni frutti al Lingotto, che si è recentemente fregiato anche del premio “Ecobest 2013”, che ha premiato la casa internazionale dalla gamma più ecologica.

Un bel risultato, che, ci scommettiamo, gratificherà la casa di John Elkann con vendite importanti, in un settore nelle quali le altre case europee, da anni, sostanzialmente rincorrono soltanto. Il problema, peraltro, resta infrastrutturale: la rete di distributori a metano in Italia è ancora enormemente sottodimensionata ed è interesse di tutti, della Casa,dei clienti, e dell’ambiente, che qualcosa si muova in questa direzione.

Loading...

Autore: Redazione Autoappassionati.it

Potrebbe interessarti

Enjoy e Waze

Enjoy e Waze insieme per muoversi in città

Da oggi per gli utenti del vehicle sharing di Eni muoversi in città è ancora …