in

Rubens Barrichello torna a vincere in Ferrari dopo 18 anni [VIDEO]

Tempo di lettura: 2 minuti

A 17 anni dall’ultima volta in Rosso, al Gran Premio di Cina del 2005, Ruben Barrichello è tornato in Ferrari. Lo ha fatto nel Campionato Italiano GT Endurance nella tappa di Vallelunga, correndo su una 488 GTE Evo 2020 della Scuderia Baldini, in coppia con l’altro ex ferrarista in Formula 1, Giancarlo Fisichella.

Dopo una gara pulita e veloce, però, l’esperto duo italo-brasiliano è riuscito ad ottenere la vittoria. A 18 anni dall’ultima vittoria con la Scuderia Ferrari, avvenuta a settembre 2004 a Shanghai nel Gran Premio di Cina, Rubens Barrichello torna in Ferrari vincendo sul circuito romano.

Il ritorno di Rubens Barrichello in Ferrari, a 17 anni dall’ultima volta

Ritiratosi dalla Formula 1 nel 2011 dopo un biennio in Williams e capace di ottenere nei 18 anni di carriera 322 partenze, 11 vittorie e 68 podi, Rubens Barrichello non ha mai smesso di correre. Il pilota paulista classe ’72 ha corso in IndyCar nel 2012, dal 2013 partecipa al Campionato Brasiliano di Stock Car, seguitissimo in patria. Rubens poi sta accompagnando la carriera del figlio più grande, Dudu, che ora corre in Formula Regional in Europa e sogna un giorno di approdare come il padre in Formula 1.

La passione per le corse, però, non ha mai abbandonato il buon Rubens, tra i piloti Ferrari più amati dai tifosi. Seconda guida del Cavallino tra il 2000 e il 2005 al fianco di Michael Schumacher, è entrato nei cuori dei tifosi per la passione e l’emozione che ha sempre spinto la sua carriera. Ed è proprio quell’emozione che lo ha portato a tornare in Rosso, a 17 anni dall’ultima volta. Rubens Barrichello torna in Ferrari dopo aver dichiarato il sogno di vestire di nuovo i colori della Scuderia. Il desiderio è stato recepito dalla Scuderia Baldini, tra i nomi principali del panorama del Campionato Italiano Gran Turismo.

Rubens Barrichello torna in Ferrari e vince a Vallelunga in coppia con Fisichella

Baldini ha messo insieme un equipaggio “delle meraviglie”, affiancando a Rubinho l’ex pilota di Formula 1 Giancarlo Fisichella nella tappa di Vallelunga del Campionato Italiano GT Endurance. Il pilota romano classe ’73, pilota tra le altre in Jordan, Renault, Force India e Ferrari, è però uno specialista di questa categoria. Fisichella è infatti uno dei piloti di punta del programma Ferrari nelle gare GT, ottenendo tra le altre due vittorie nella classe GT Pro alla 24 Ore di Le Mans.

La Scuderia Baldini ha quindi creato un dream team per la gara di Vallelunga del Campionato Italiano GT. Avevano già tentato l’operazione nostalgia, con l’equipaggio Fisichella-Jacques Villeneuve nel 2019. L’inedito duo Fisico-Barrichello ha però ottenuto grandi risultati. Al debutto assoluto in gara sulla 488 GTE Evo 2020, Barrichello ha mostrato una gran velocità. Il duo ex-F1 ha quindi ottenuto prima la Pole Position il sabato, e ha conquistato la vittoria la domenica, vincendo davanti alla Honda NSX di Guidetti, Moncini e Cabezas del Team Nova Race e alla Lamborghini Huracan del Team Imperiale Racing di Llarena, Pijl e Guzman.

Barrichello ha stupito per la velocità che è riuscito a portare in pista alla prima vera esperienza su questa vettura. La costanza e la precisione del brasiliano, sue doti anche nel suo passato in F1, hanno poi fatto il resto. “La prossima volta mi lasci guidare un po’ di più!”, ha tuonato scherzosamente il brasiliano sotto il podio verso Fisico. Che ci sia spazio per un bis in futuro? Dopo questo primo trionfale ritorno di Barrichello in Ferrari, l’idea non è così fantascientifica. Chissà che non gli venga l’idea di tornare in un Campionato Endurance, magari con l’amico Fisichella…

commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Loading…

    0
    copertina defender 75

    Land Rover festeggia i 75 anni della Defender con una versione unica

    carburanti taglio

    In arrivo un nuovo taglio sulle accise carburante fino a novembre