in

Carrera Cup France & Italia: Colombo e Agostini in seconda fila a Spa

Tempo di lettura: 6 minuti

La prima fila della Carrera Cup France & Italia nel circuito di Spa Francorchamps è transalpina, la seconda è tricolore. Le qualifiche del quarto appuntamento della serie monomarca riservata alle 911 GT3 Cup hanno giocato a favore dei francesi che stanno cercando una rivincita dopo la sfida del 2013 con la disputa del 911 Trophy 50th Anniversary. L’abbinamento dei due Campionati propone uno schieramento di 36 vetture che promette sorpassi e spettacolo nella gara di domani di 45 minuti che prenderà il via alle 12,55 con il via lanciato, come gustoso antipasto della prestigiosa 24 Ore.

Joffrey De Narda (Sebastien Loeb Racing) ha colto la pole position con l’ottimo tempo di 2’23”477, ma il 20enne francese ha avuto ben poco tempo per gioire perché subito dopo la migliore prestazione è uscito rovinosamente di pista all’Eau Rouge causando anche l’interruzione del turno con la bandiera rossa. Il giovane pilota scelto da Sebastien Loeb non si è fatto un graffio, ma la sua vettura risulta molto danneggiata. I suoi meccanici cercheranno di fare il miracolo nella notte, per metterlo nella condizione di partire dalla posizione al palo. Accanto a Joffrey ci sarà un altro talento emergente, Mathieu Jaminet (Racing Technology) staccato di tre decimi, mentre tutta la seconda fila è dei nostri piloti. Stefano Colombo (LEM Racing – Centri Porsche di Milano) paga solo 90 millesimi da Jaminet con il tempo di 2’23”895, ma è riuscito a far valere la sua esperienza a Spa. Il giovane di Borgomanero vanta infatti ben tre edizioni della 24 Ore ed è certamente uno dei conduttori che saprà gestire al meglio le gomme Michelin in una corsa più lunga dei soliti 28 minuti + 1 giro tipici degli appuntamenti tricolori. Il piemontese aggiunge due punti alla sua classifica per la conquista della prima pole position in Carrera Cup Italia (per la graduatoria contano solo i piloti della Carrera Cup Italia). Accanto a Colombo ci sarà Riccardo Agostini (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) quarto con 2’23”927. In realtà la prestazione migliore del padovano era sufficiente a partire davanti a tutti, ma il veneto si è visto togliere il tempo per essere uscito dai limiti del  tracciato nel giro di rientro ai box. Il direttore di gara aveva promesso la massima inflessibilità sui tagli di pista, anticipando che al terzo richiamo sarebbe stato levato non solo il tempo contestato, ma anche il migliore del momento.

Spa DE NARDA

Poco male, perché Agostini come obiettivo ha l’intenzione di incrementare il suo bottino di punti di vantaggio su Come Ledogar: il francese dello Tsunami RT, che è secondo in graduatoria a 20 lunghezze dal veneto, ha partecipato al primo turno di prove libere (dove è risultato il più veloce) solo per incamerare i 20 punti che vengono attribuiti a tutti i conduttori che sono venuti a Spa. Poi il lionese è volato all’Hungaroring per partecipare alla Mobil 1 Supercup, rinunciando al derby con gli ex avversari: Come, infatti, è il campione in carica della Carrera Cup France.

Senza l’avversario principale, Riccardo Agostini dovrà cercare di capitalizzare la possibilità di portarsi a casa punti preziosi, tanto più che il terzo della classifica generale, Gian Luca Giraudi (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Torino) è solo quindicesimo in griglia di partenza. Nella PQ2, la sessione valida per la Superpole alla quale sono stati ammessi solo i primi venti piloti della PQ1, sono entrati otto dei nostri piloti.

In quarta fila si è messo in luce Andrea Fontana (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) con il tempo di 2’24”255: il bellunese ha preceduto Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) di appena 23 millesimi di secondo. Entrambi hanno un passo grazie al quale possono sperare di restare attaccati al treno di testa, mentre più staccato è Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport – Centro Porsche Latina) tredicesimo al debutto su una pista come Spa. Seguono Oleksandr Gaidai (Tsunami RT), Gian Luca Giraudi (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Torino) in crisi con l’assetto e il finlandese Aku Pellinen (LEM Racing – Centri Porsche di Milano).

Nella top 20 è entrato anche Alberto De Amicis (Ebimotors – Centro Porsche Verona): l’abruzzese è diciottesimo assoluto e secondo fra i gentleman driver della Michelin Cup, preceduto solo dal francese Lapierre. In difficoltà Thomas Biagi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova), il bolognese non si trova a suo agio sulla 911 GT3 Cup e dopo il 12esimo tempo nelle libere è scivolato al 23esimo posto in qualifica, segno che non ha trovato il giusto feeling per sfruttare le gomme nuove Michelin.

In Michelin Cup c’è la seconda piazza di Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) che partirà 27esimo assoluto, mentre la terza piazza è di Pietro Negra (Ebimotors – Centro Porsche Como), mentre è in difficoltà Marco Cassarà (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma): il romano non aveva mai girato su tracciato delle Ardenne, ma ha pagato un distacco insolito per chi è in lotta per il titolo di classe con De Amicis, seppur staccato di 15 lunghezze.

Domani mattina prima della gara i piloti Under 26 dello Scholarship Programme avranno modo di incontrare Frank Steffen Walliser, l’uomo di Porsche Motorsport che è responsabile dello sviluppo delle GT e delle competizioni loro dedicate in tutto il mondo, segno che la Casa sta seguendo molto da vicino i talenti che vengono formati nelle diverse serie monomarca.

Spa DRIVERS

Il programma di Spa Francorchamps prevede domani la gara di 45 minuti con partenza lanciata alle 12,55 con collegamento in diretta TV alle 12,45 su DMAX, l’emittente di Discovery Italia visibile sul canale 52 del digitale terrestre e sulla piattaforma di Sky sul canale 136 e 137 (+1) e TivùSat sul canale 28, mentre streaming on line si vedrà su www.carreracupitalia.it. Aggiornamenti saranno previsti anche sul sito di Eurosport (https://it.eurosport.yahoo.com), insieme a DMAX uno dei 14 canali del Gruppo Discovery.

Gli appassionati potranno seguire gli aggiornamenti in diretta anche su Twitter con il nostro account @auto_app, tramite il quale vi racconteremo il week end di gara attraverso foto, video e curiosità.

Tutti i tempi dopo le qualifiche: 1. Joffrey De Narda (Sebastien Loeb Racing) – 2’23”477; 2. Mathieu Jaminet (Racing Technology) – 2’23”805; 3. Stefano Colombo (LEM Racing – Centri Porsche di Milano) – 2’23”895; 4. Riccardo Agostini (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) – 2’23”927; 5. Chris Van der Drift (Team Carrera Asia) – 2’24”009; 6. Nick Foster (Martinet by Almeras) – 2’24”092; 7. Steven Palette (Martinet by Almeras) – 2’24”173; 8. Andrea Fontana (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) – 2’24”255; 9. Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) – 2’24”278; 10. Robin Hansson (Fragus Motorsport) – 2’24”368; 11. Nicholas Mac Bride (Martinet Team Pro GT) – 2’24”409; 12. Vincent Beltoise (Sainteloc) – 2’24”557; 13. Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport – Centro Porsche Latina) – 2’25”239; 14. Oleksandr Gaidai (Tsunami RT) – 2’25”334; 15. Gian Luca Giraudi (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Torino) – 2’25”343; 16. Aku Pellinen (LEM Racing – Centri Porsche di Milano) – 2’25”538; 17. Sylvain Noel (Racing Technology) – 2’25”661; 18. Cristophe Lapierre (Sebastien Loeb Racing) – 2’26”213; 19. Alberto De Amicis (Ebimotors – Centro Porsche Verona) – 2’26”474; 20. Danielle Perfetti (Martinet Team Pro GT) – 2’26”804; 21. Da Sheng Zhang (LEM Racing – Centri Porsche di Milano) – 2’26”343; 22. Danielle Perfetti (Martinet Team Pro GT) – 2’26”448; 23. Thomas Biagi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) – 2’26”712; 24. Lars-Bertil Rantzow (Martinet Team Pro GT) – 2’26”908; 25. Julien Andlauer (Sainteloc) – 2’27”464; 26. Hans-Peter Koller (TAM-Racing) – 2’27”556; 27. Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) – 2’27”615; 28. Takashi Kasai (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) – 2’27”743; 29. Pierre Piron (Speed Lover & Allure) – 2’27”864; 30. Daniel Diaz-Varela (Yvan Muller Racing) – 2’28”076; 31. Pietro Negra (Ebimotors – Centro Porsche Como) – 2’28”296; 32. Magnus Ohman (Mtech Competition) – 2’28”731; 33. Yuey Tan (Team Carrera Cup Asia) – 2’28”911; 34. Marc Cini (Racing Technology) – 2’30”462; 35. Marco Cassarà (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) – 2’30”492; 36. Sergio Negroni (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) – 2’31”519.

Le classifiche

Assoluta: 1. Agostini punti 96; 2. Ledogar punti 76; 3. Giraudi 59; 4. Drudi 42; 5. De Amicis 28; 6. Gaidai 20; 7. Colombo 19; 8. Fulgenzi 14; 9. Fontana e Zhang 12; 11. Pellinen 8; 12. De Giacomi 5; 13. Cassarà 4; 14. Negra 3; 15. Kasai, Koller 2; 17. Mercatali e Gerhard 1.

Michelin Cup: 1. De Amicis punti 45; 2. Cassarà 30; 3. Mercatali 22; 4. De Giacomi 21; 5. Negra 15; 6. Negroni 11; 7. Proietti 4; 8. Walter Ben 3.

Team: 1. Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova 91; 2. Tsunami RT punti 72; 3. Antonelli Motorsport – Centro Porsche Torino 59; 4. Dinamic Motorsport – Centri Porsche Bologna, Mantova e Modena 43; 5. Ebimotors – Centri Porsche Como e Verona 31; 6. LEM Racing – Centri Porsche di Milano 25; 7. Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma 16; 7. 8. Heaven Motorsport – Centro Porsche Latina 14; 9. TAM-Racing 2.

Le statistiche

Vittorie: Agostini 4, Ledogar e Giraudi 1

Pole Position: Ledogar 2, Agostini e Colombo 1

Giri più veloci: Agostini 3, Ledogar 2, Colombo 1.

 

Gentlemen driver

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Bosch e TomTom partner per la navigazione dei veicoli a guida autonoma

CITE 2015, Pergusa: Valli-Montalbano e Valentina Albanese siglano le due pole position