martedì, 17 ottobre 2017 - 0:00
Home / Prove / Primo Contatto / Nuova Mercedes Classe E All-Terrain | Prova su strada in anteprima
Mercedes-Benz Classe E All-Terrain

Nuova Mercedes Classe E All-Terrain | Prova su strada in anteprima

Tempo di lettura: 5 minutiIn un mercato che continua a dettare la “legge dei SUV”, Mercedes continua la sua strategia di attacco al segmento, proponendo una station wagon con caratteristiche offroad più spiccate, la Classe E All-Terrain. Seguendo questo trend, la Casa tedesca fornisce una scelta ulteriore in questa direzione, capace di concorrere anche con quei modelli che in Italia hanno, da sempre, un gran successo. Ogni Marchio ha ideato per questa categoria un nome che la distinguesse: Allroad, Cross Country, Crosswagon, Alltrack e, da oggi, anche All-Terrain. Noi l’abbiamo provata in anteprima, ecco come va nel nostro primo contatto.

Esterni: la classe è offroad

Rispetto alla Classe E Station Wagon, la Classe E 4Matic All-Terrain è più alta di 29 millimetri: 14 mm si devono al maggior rapporto altezza/larghezza degli pneumatici, mentre gli altri 15 mm derivano dalle sospensioni pneumatiche. Queste ultime permettono di regolare l’assetto su tre livelli da 0 a +35 mm e possono essere impostate indipendentemente dal programma di marcia, anche manualmente con il tasto di livello sulla consolle centrale. A seconda del programma di marcia e della velocità, l’altezza libera dal suolo varia da 121 a 156 mm. A livello estetico, la caratteristica più appariscente del frontale è la mascherina a due lamelle in stile SUV con Stella centrale integrata. L’aspetto è stato irrobustito attraverso il paraurti anteriore indipendente suddiviso in tre parti, con la sezione superiore in tinta con la vettura, mentre quella inferiore in materiale sintetico nero zigrinato. Nella vista laterale spiccano i rivestimenti neri dei passaruota, che distinguono chiaramente la Classe E All-Terrain. Lo stesso vale per i sottoporta, del medesimo colore e con inserto cromato. Anche sulla coda la All-Terrain dispone di un paraurti diviso in tre parti, con le stesse scelte cromatiche di quello anteriore. Tipicamente SUV anche la robusta protezione esterna del bordo di carico e una protezione antincastro argentata con funzione puramente estetica. Classe E All-Terrain Anche i tre cerchi in lega, nel formato da 19 e 20 pollici, ora godono di una protezione in più, dovuta ai fianchi più alti dei pneumatici, che garantiscono un maggior comfort su fondo dissestato.

Interni: pochè novità, tanta qualità

Per quanto riguarda gli interni, sono poche le modifiche che caratterizzano questa versione. Spiccano un elemento decorativo in look luminio e carbonio, disponibile in esclusiva per la Classe E All-Terrain, i pedali sportivi in acciaio legato con inserti in gomma antisdrucciolo e i tappetini con la scritta All-Terrain. Lo spazio interno continua ad essere il protagonista, e questo nuovo modello eredita dalla Classe E Station Wagon tutte le soluzioni intelligenti per il vano di carico, come la posizione package di serie per i sedili posteriori che consente di portare gli schienali in una posizione più verticale di circa 10 gradi. In questo modo il volume di carico aumenta di altri 30 litri e arriva, complessivamente, a 670 litri, senza che si debba rinunciare al comfort di una cinque posti. Abbattendo la fila posteriore si arriva fino a 1.820 litri di carico massimo. Classe E All-Terrain Inoltre, lo schienale del divano posteriore frazionabile nel rapporto 40:20:40 (di serie) permette di variare in molti modi la suddivisione dello spazio in base alle esigenze personali e di privilegiare di volta in volta la capacità di trasporto o il numero di posti a sedere. Il volume di carico è moltissimo, ma è interessante specificare che la Wagon e la Classe E All-Terrain ha deciso di “rinunciare” ad un po’ di volume, in favore di un design più filante e meno squadrato, che, invece, era stato criticato nelle passate generazioni.

Motori

La Classe E All-Terrain si presenta al lancio nella versione 220 d 4Matic (143 kW/194 CV) con motore diesel a quattro cilindri di nuovo sviluppo. Seguirà a breve distanza una variante con motore diesel a sei cilindri. Entrambi i modelli sono equipaggiati di serie con il nuovo cambio automatico a nove marce 9G-Tronic, più leggero di 12 kg rispetto al 7G-Tronic. Questo nuovo 2.0 da 194 CV consuma, in media, 5,2 litri di gasolio ogni 100 chilometri e 137 g/km di CO2. Il merito dell’elevata efficienza va attribuito, oltre che all’ottimizzazione del convogliamento dell’aria sul lato di aspirazione e di scarico e all’adozione dell’iniezione common rail di quarta generazione, anche ad una riduzione dell’attrito interno del 25% circa e ad una riduzione del peso, nei confronti dello scorso 2.2 diesel, di 35 kg (168 kg).

Alla guida della Classe E All-Terrain 220 d 4Matic: utilizzo a 360°

In attesa del 6 cilindri diesel, l’unica scelta possibile per la Classe E All-Terrain è il 220d da 194 CV che rappresenterà la maggior parte delle scelte dei clienti italiani, ormai quasi “allergici” ai 3.0 di cilindrata, per le cause note a tutti. Questo nuovo 4 cilindri rappresenta una delle migliori motorizzazioni diesel presenti sul mercato, sia per efficienza, sia per il brio che lo caratterizza. Inoltre, il 9G-Tronic è il suo compagno fedele, sempre pronto ad assecondarlo in ogni sua manovra e capace di intuire bene le intenzioni del guidatore. Classe E All-Terrain Sulla Classe E All-Terrain è presente di serie il Dynamic Select, che permette di scegliere tra cinque programmi di marcia per variare il comportamento di motore, cambio, ESP e sterzo. Il quinto programma si chiama proprio All-Terrain ed è la particolarità specifica di questo modello, derivata dal GLE, che presenta una serie di impostazioni per la guida in fuoristrada. Selezionando questa modalità di guida con l’apposito interruttore e in combinazione con le sospensioni pneumatiche Air Body Control (di serie), l’assetto si solleva di 20 mm fino ad una velocità massima di 35 km/h. Le soglie d’intervento dell’ESP come pure il controllo d’imbardata e la regolazione antislittamento (ASR) variano di conseguenza. Con il programma All-Terrain compaiono alcune indicazioni specifiche nel display della vettura. Tra le informazioni visualizzate figurano angolo di sterzata, livello del veicolo (posizione delle sospensioni pneumatiche), angolo di pendenza e d’inclinazione, posizione di acceleratore e freno e una bussola. Nel percorso offroad che abbiamo affrontato durante il nostro test drive, oltre all’angolo di attacco, che permette alla Classe E All-Terrain di affrontare un percorso fuoristrada anche piuttosto accidentato, quello che stupisce di più è la tanta motricità offerta dalla trazione 4Matic. Ed è proprio nella versione 4×4 della nuova Classe E ha avuto luogo un cambiamento concettuale: il ripartitore di coppia monostadio non è più integrato nel cambio automatico, ma è flangiato al cambio 9G-Tronic come sistema a sé stante. Ciò aumenta il rendimento, riduce l’attrito e consente di risparmiare circa tre chilogrammi di peso rispetto al concetto precedente. Sono rimasti invariati la forma compatta del 4Matic, che non comporta limitazioni nell’abitacolo e nel vano di carico, e il cosiddetto bloccaggio “pre-lock”. Il differenziale centrale è dotato di una frizione a lamelle bidisco che produce un’azione bloccante di base di circa 50 Nm tra asse anteriore e asse posteriore. Quando le ruote anteriori o posteriori slittano, il movimento relativo delle lamelle genera una coppia di attrito che viene trasmessa all’asse che sta ruotando a velocità inferiore. Questo principio del trasferimento variabile della coppia migliora la trazione e la stabilità di marcia della vettura. Ovviamente, anche la Classe E All-Terrain mantiene la possibilità di usufruire di tutte le tecnologie di guida assistita di cui gode la Classe E “normale” (qui la nostra prova), che dispone di strumenti all’avanguardia in grado di aiutare il guidatore a viaggiare in maniera rilassata e in tutta sicurezza.

Prezzo e allestimenti

Classe E All-Terrain Quattro gli allestimenti per l’Italia: Sport, Business Sport, Premium e Premium Plus. Il primo allestimento offre di serie già i cerchi da 19”, l’Air Body Control, i fari LED, gli interni in Tessuto, lo schermo dell’infotainment con predisposizione al navigatore e il portellone elettrico. Per la Mercedes Classe E All-Terrain si parte dal prezzo di 60.700 euro per 220d Sport, si sale di 2.000 euro per la Business Sport, alla quale si aggiungono 5.900 euro per la Premium e, ancora, 7.000 euro in più rispetto alla Premium per la Premium Plus. Mercedes propone, inoltre, la possibilità del leasing anche per la Classe E All-Terrain. La 220 d Sport prevede un anticipo di 18.900 euro, 35 rate da 449 euro e, dopo tre anni la libertà di tenerla o restituirla. Per la Premium, l’anticipo è dello stesso importo, ma le rate salgono a 581 euro al mese.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

Mercedes Classe E Cabrio

Mercedes-Benz Classe E Cabrio | Prova su strada in anteprima

Tempo di lettura: 4 minutiCon la nuova Mercedes-Benz Classe E Cabrio il marchio della Stella presenta il quinto membro …