in ,

Con Marco Magnanini parliamo del presente e futuro di Abarth [VIDEO]

Tempo di lettura: 3 minuti

Balocco (VC) – Novembre è il mese dello Scorpione e quest’anno il marchio celebra i cinquant’anni della Abarth 595, vera icona del brand che negli anni Sessanta conquistò un immediato successo grazie alle straordinarie performance, inusuali per una vettura così piccola. L’auto è stata protagonista anche del nostro esclusivo photo tutorial.

Per renderle il giusto tributo, al recente Salone di Francoforte è stata presentata in anteprima mondiale la 595 ’50° Anniversario’, la 595 più veloce di sempre, oltre che la “più piccola” supercar mai prodotta che noi abbiamo provato in anteprima. 

Durante la presentazione della gamma Abarth e della nuova 595 50° Anniversario abbiamo intervistato Marco Magnanini, Head of EMEA Abarth Brand, il quale ha subito citato le parole di Carlo Abarth che nel raccontare la sua vita usava dire che: “motori, auto, corse, passione dell’automobile, passione della velocità, è la malattia, la bellissima pazza malattia che ha fatto di noi degli entusiasti del sempre più veloce, del sempre più meccanicamente perfetto”. Oggi queste parole sono parte del manifesto Abarth e dimostrano come la ricerca della ‘performance’ sia più di una passione: è un vero e proprio stile di vita, o come bene sintetizza il pay-off della comunicazione del brand, ‘Performance is a state of mind’.

Abarth gamma 004

Da questo ‘ stile di vita’ nasce un modello di business unico nel panorama internazionale, un circolo virtuoso in cui l’attività commerciale sostiene l’impegno nelle competizioni e il know-how delle corse alimenta lo sviluppo tecnico dei modelli da strada. E quando si parla di attività commerciale non si intende solo la vendita delle vetture ma anche l’installazione dei kit, gli accessori, il licensing, il merchandising e le sponsorship.

Proprio grazie a questa varietà di interessi, dal 2007 ad oggi, Abarth ha venduto nel mondo oltre 60.000 unità, di cui quasi il 95% vetture stradali. Per Abarth anche le Serie Speciali hanno sempre avuto un ruolo importante, con quasi 3.000 unità vendute a oggi, e i kit di elaborazione, oltre 16.000. Inoltre ha siglato più di 30 partnership per lo sviluppo delle attività di merchandising e di licensing. Dunque, non solo è un modello di business che funziona ma è anche la migliore conferma della dimensione globale di Abarth che è presente in oltre 31 Paesi ed è seguito sulla Global Page di Facebook da 800.000 fans e, con una presenza su tutti i più importanti canali social del web, raggiunge quotidianamente una media di 300.000 persone.

Abarth gamma 005

Oggi il brand continua il suo percorso di crescita e lo fa soprattutto fuori dai confini nazionali dove sfiora l’85% delle vendite totali. In Europa, ad esempio, l’interesse per Abarth è vivo soprattutto nei Paesi in cui la “cultura dell’auto” e la passione per la guida sono più radicate come l’Italia (15%), il Regno Unito (10%) e la Germania (9%). Non solo. A livello globale più di 1 Abarth su 10 arriva fino in Asia, prevalentemente in Giappone, un mercato che nell’ultimo anno ha fatto segnare una crescita del 129%.

Le ottime performance commerciali sono state conquistate anche grazie a una rete distributiva unica nel suo genere, una realtà capillare – è presente in Europa, nel Medio Oriente, in Africa e nei territori asiatici – organizzata su tre livelli: i dealer, che svolgono tutte le attività commerciali e di servizio del marchio; i preparatori specializzati, gli unici – assieme ai dealer – autorizzati a installare i kit; e le officine autorizzate che offrono l’assistenza.

Un network in continua espansione grazie all’apertura di nuovi mercati e di concessionari moderni e all’avanguardia. Simbolo di questa tendenza è il più grande showroom Abarth aperto recentemente a Yokohama in Giappone, 500 metri quadri di pura ‘Abarth Experience’. Veri e propri centri di eccellenza dell’elaborazione dove gli appassionati possono trovare prodotti molto curati nell’estetica, personalizzabili e soprattutto in grado di essere sempre arricchiti e migliorati. Tanto è vero che quasi un terzo dei clienti Abarth sceglie di acquistare anche un Kit per la propria vettura: sono oltre 16.000 kit venduti dal 2007 ad oggi.

Abarth gamma 012

Numeri che non fanno che confermare l’unicità del marchio dello Scorpione, un brand autonomo, con una propria ‘casa’, le Officine Abarth di Torino, una presenza globale, una solida tradizione e una strategia di sviluppo sulla quale costruire il proprio futuro, una strategia, che come un motore ad alte prestazioni, gira sempre a pieno regime.

Racing, Auto da strada, Aftermarket – con Kit, Accessori e Merchandising – e Serie Speciali in edizione limitata, il massimo livello di personalizzazione che porta ad una vettura praticamente “fatta a mano” dai tecnici specializzati delle Officine Abarth: sono questi i ‘4 cilindri’ dell’Abarth di oggi. Di cui ne è l”icona’ la nuovissima Abarth 595 50° Anniversario, destinata a diventare un vero e proprio ‘pezzo’ da collezione.

Infine Magnanini ci ha parlato anche di un importante progetto che partirà a brevissimo, Make It Your Race.  Un progetto che dimostra ancora una volta la forza di un brand che ha sempre saputo rinnovarsi e coinvolgere i suoi fan. Per coloro che vogliono rivivere le emozioni dell’edizione 2013 l’appuntamento è per il 18 novembre quando il talent show andrà in onda per la prima volta in Italia su DMAX – rete maschile del gruppo Discovery, presente sul canale 52 del digitale terrestre e sul canale 28 di TivùSat, che propone una programmazione stimolante e coinvolgente che soddisfa le passioni e gli interessi maschili – e poi sulle reti di tutta Europa.

Guidatore della domenica

Federico Ferrero

Direttore Autoappassionati.it

Autore

Dì la tua

Nissan LEAF con guida autonoma col Primo Ministro Giapponese

Foto by Alex Galli

Foto – Magny Cours Porsche Carrera Cup Italia 2013