in

Corinna Schumacher rompe il silenzio: Michael non si vuole arrendere

Schumacher
Tempo di lettura: 2 minuti

“Michael e’ un combattente, non si arrende”. Inizia così, dopo anni di assoluto riserbo, il messaggio di speranza di Corinna Schumacher, la moglie del grande Kaiser. Sembra ieri quando, sulle nevi di Grenoble, avvenne lo sfortunato incidente. Invece sono già 5 anni, un lustro dopo il quale inizia a riaccendersi un flebile ottimismo.

Proprio lei, per motivi assolutamente comprensibili, è stata la prima a voler trincerarsi dietro l’assoluto silenzio circa le condizioni del marito. Neanche il giovane Mick Schumacher, secondogenito della coppia e promettente stella del futuro (già campione di F3 europea in questa stagione e in odore di Formula 2) non si è mai sbilanciato e il suo ufficio stampa, rappresentato dalla stessa manager del padre, sta molto attento alle domande che gli vengono rivolte dai giornalisti.

Tornando alle condizioni di Schumacher, le parole di Corinna sembrano risvegliare la speranza circa un possibile recupero del campionissimo. Per alcuni l’ex ferrarista giace in uno stato vegetativo nella sua villa di Gland, affacciata sul lago di Ginevra e diventata una sorta di bunker per sfuggire agli occhi attenti di paparazzi e dei loro droni.

Secondo altri, l’ammissione della moglie del sette volte campione del mondo sembra sostenere questa tesi, i segnali di recupero ci sarebbero, tanto da giustificare quest’ottimismo, anche se sembrano flebili nonostante anni di cure da parte di un’equipe specializzata. Proprio lei, da quel giorno sempre accanto al marito, vive quotidianamente la vita che molte persone a stretto contatto con vittime di incidenti simili sono costrette a vivere.  

L’occasione per questa “rivelazione” circa le condizioni di Schumacher, è stata la consegna da parte del musicista Sascha Herchenbach di un CD contenente una canzone dedicata al campione tedesco, intitolata “Born to Fight”, tradotto nato per combattere. Sui social, a scanso di equivoci, pochi giorni dopo l’incidente venne creato l’hashtag #KeepFightingMichael.

Questa la dichiarazione di Corinna Betsch nella sua interezza: “E’ bello ricevere così tanti pensieri gentili e parole di conforto. E’ un grande sostegno per la nostra famiglia. Sappiamo tutti che Michael è un combattente e non si arrende“.

Dì la tua

Torino Film Festival

Le stelle Fiat protagoniste e partner del Torino Film Festival

C3 Aircross

Motori, allestimenti e prezzo di C3 Aircross: tutto sul B-SUV di Citroen