giovedì, 21 giugno 2018 - 4:45
Home / Notizie / Attualità / FCA: chi sarà l’erede di Marchionne?
FCA Marchionne

FCA: chi sarà l’erede di Marchionne?

Tempo di lettura: 2 minuti.

Mancano ormai pochissimi giorni all’Investor Day del 1° giugno, giorno nel quale, nella mitica sede dell’FCA Proving Ground di Balocco (VC), Sergio Marchionne presenterà il suo ultimo piano industriale. La domanda, quindi, sorge spontanea: chi sarà l’erede di Marchionne?

I rumors parlano di tre candidati, tre “super manager” del settore, cresciuti nel Gruppo FCA e unici in grado di prendere il timone dopo il lavoro svolto dall’attuale guida del Gruppo torinese.

I “tre moschettieri”

Alfredo Altavilla, Mike Manley e Richard Palmer. Sono questi i protagonisti delle voci, tre personaggi con percorsi diversi, ma con un obiettivo comune: prendere il testimone lasciato da Sergio Marchione.

Altavilla è in azienda dal 1990, oggi segue il mercato EMEA (Europe, Middle East e Africa) e conosce tutte le dinamiche del Gruppo FCA, avendo svolto molti ruoli differenti in passato.

Manley, nato a Edimburgo, è President and Chief Executive Officer del marchio Jeep dal 2009 e Head of Ram da ottobre 2015, con gli ottimi risultati di entrambi i Marchi che parlano al suo posto.

Palmer, anch’egli originario del Regno Unito, è il Chief Financial Officer, l’amministratore delle finanze del Gruppo, con un passato in General Electric Oil Gas, in Iveco e in Chrysler.
FCA erede Marchionne

La fine di un ciclo, l’inizio di una nuova era

Tre figure più che affidabili, quindi, il cui futuro passerà dalla scelta definitiva di John Elkann. Siamo alla fine del ciclo di Marchionne, un ciclo fatto di grandi sfide e di un dato di fatto: la crescita del titolo del 205% negli ultimi tre anni, passata attraverso la cruciale acquisizione del 20% del Marchio USA Chrysler nel 2009.

Il nuovo percorso che intraprenderà l’erede di Marchionne affronterà il tema dell’elettrico (e ovviamente dell’ibrido) e tanti altri temi a noi cari, con protagoniste Alfa Romeo, Fiat e la crescita del Gruppo Fiat Chrysler Automobiles, per tornare di nuovo tra i primi player del mercato mondiale.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

Compasso d'Oro

Alfa Romeo Giulia vince la XXV edizione del premio Compasso d’Oro ADI

Tempo di lettura: 3 minuti. Alfa Romeo Giulia si è aggiudicata la XXV edizione del “ Compasso d’Oro ADI ”, uno dei …

something