martedì, 18 dicembre 2018 - 11:59
Home / Notizie / Tecnologia / Harman al Salone di Ginevra 2016

Harman al Salone di Ginevra 2016

Tempo di lettura: 3 minuti.

HARMAN International Industries, leader nell’offerta di tecnologie connesse per i settori automotive, consumer ed enterprise presenta diverse novità in occasione del Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra.

Per quanto riguarda il settore Car Audio, Harman introduce infatti due soluzioni innovative che sfruttano la connettività di nuova generazione e si basano sui principi di personalizzazione e adattabilità per creare un’esperienza d’ascolto senza precedenti all’interno dell’abitacolo:

Summit Car Audio è una piattaforma connessa che unisce il più alto livello di performance acustica a funzionalità all’avanguardia estendibili. In più, potenziata dalla strategia basata sull’innovativo System-On-Chip (SoC) di Harman, Summit Car Audio offre sistemi audio realmente scalabili, permettendo alle case automobilistiche di mettere a disposizione degli automobilisti una gamma di caratteristiche audio a bordo auto in costante espansione attraverso semplici aggiornamenti.

Voyager Drive è uno speaker portatile Bluetooth che può essere inserito ed estratto dal cruscotto per rispondere allo stile di vita in movimento degli utenti e che è stato specificamente progettato per i veicoli di fascia entry-level. La connettività Bluetooth permette inoltre di accedere ad aggiornamenti Over-the-Air (OTA) in modo da poter sempre disporre delle opzioni più aggiornate per l’intrattenimento e rispondere così alle esigenze degli utenti più giovani che richiedono i più elevati livelli di portabilità e personalizzazione senza sacrificare la qualità.

Per quanto riguarda la connected car, Harman presenta per la prima volta in Europa la Life-Enhancing Intelligent Vehicle Solution (LIVS), riunendo così all’interno di una singola piattaforma una serie di servizi operativi e di connettività prima offerti separatamente. Presentata come demo all’interno della concept car Rinspeed ΣTOS, LIVS integra il più completo sistema end-to-end del settore. Il sistema offre quindi ai passeggeri diverse opzioni di interazione, come la voce, le gesture manuali, i controlli fisici e la tecnologia touch (opzioni che possono essere combinate tra loro) ed è inoltre caratterizzato dalla capacità di apprendere e anticipare le loro preferenze.

Tra le possibilità offerte dalla piattaforma LIVS, la capacità vehicle-to-x (V2X) offerta dalla tecnologia RoadLINKTM di NXP Semiconductors N.V. permette alla piattaforma LIVS di HARMAN di incrementare significativamente la sicurezza stradale attraverso l’attivazione di alert relativi alla presenza di condizioni critiche e la possibilità di monitorare la strada ben oltre le capacità attualmente offerte dai sensori. La tecnologia V2X permette quindi di ricevere alert dagli altri veicoli e dalle infrastrutture presenti sulla strada, come i semafori e i segnali stradali, permettendo ai guidatori di essere avvisati in merito a condizioni potenzialmente pericolose anche prima che queste rientrino nel campo visivo del conducente.

Inoltre, Harman presenta sul mercato europeo il primo sistema di monitoraggio del conducente basato sul rilevamento della dilatazione della pupilla, in grado di misurare i carichi di lavoro cognitivi e il multitasking mentale del guidatore e di segnalarne i risultati agli altri sistemi di sicurezza dell’auto in modo che questi possano adattarsi allo stato del conducente. Grazie a questo monitoraggio costante, e all’algoritmo proprietario che ne analizza i risultati attraverso un filtraggio e un’elaborazione avanzata dei segnali, è possibile intervenire sulle interfacce utente degli altri sistemi di sicurezza dell’auto, in modo da minimizzare le distrazioni, mentali e fisiche, alla guida.

Harman ci ha mostrato, infine, la nuova piattaforma connessa per la navigazione, che unisce la data intelligence a soluzioni premium per la navigazione e a indicazioni di direzione all’avanguardia, a cui si aggiungono strumenti connessi di sicurezza offerti da una serie di servizi embedded e basati su cloud. Grazie a questa piattaforma è possibile ora realizzare dei layer dinamici personalizzati da sovrapporre alle mappe esistenti, in modo da offrire l’esperienza di navigazione più personalizzata e accurata disponibile.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

InMotion Ventures

InMotion Ventures: 6 investimenti Jaguar per cambiare la mobilità

Si tirano i conti del 2018 e nel ramo venture capital del brand Jaguar Land …