giovedì, 21 Novembre 2019 - 1:37
Home / Notizie / Tecnologia / Italdesign: un Innovation Day per svelare tante novità
Italdesign

Italdesign: un Innovation Day per svelare tante novità

Tempo di lettura: 3 minuti.

Negli ultimi anni, Italdesign ha avviato un processo strategico che ha portato all’acquisizione e al coinvolgimento di tutto il team dell’azienda nella necessità di un costante cambiamento.

612 giorni dopo la conferenza stampa per il 50° anniversario dell’azienda, Italdesign ha implementato nuovi laboratori, strumenti e dipartimenti con un investimento complessivo negli ultimi due anni di oltre 24 milioni di euro.

Creato in collaborazione con la filiale italiana della società tedesca FEV, il Powertrain Emission Lab, consentirà a Italdesign di espandere il proprio portafoglio di servizi per l’industria automobilistica in quanto sarà in grado di testare le emissioni dei veicoli.

Questo laboratorio all’avanguardia funzionerà 24 ore al giorno, 6 giorni alla settimana e sarà gestito dal personale FEV al fine di garantire la massima qualità e trasparenza dei dati prodotti. Costruito in un tempo record di 18 mesi, copre un’area di oltre 1.000 metri quadrati ed è diviso in due zone separate e controllate dall’accesso. Uno è dedicato ai marchi del Gruppo VW, il secondo a clienti esterni.

Il nuovo Human-Machine Interface / User Experience Lab e il sistema di infotainment Italdesign

Istituito lo scorso anno, HMI LAB è un ambiente multidisciplinare in cui vengono condotte analisi e studi incentrati sull’interfaccia tra uomo e veicolo. Layout interni e altri compartimenti possono essere definiti, sviluppati e testati grazie a un sedile completamente regolabile, in grado di rappresentare tutte le possibili configurazioni disponibili al giorno d’oggi, nonché i layout futuri relativi alla guida autonoma.

italdesign HMI

Diverse attività possono essere eseguite qui, come ad esempio:

– analisi di raggiungibilità e visibilità

– simulazioni di ingresso / uscita

– scomparti di stoccaggio / definizione del bagagliaio

– sensazione generale a bordo del veicolo – definizione e validazione HMI / UX

Tra il 2018 e il 2019, sono stati effettuati alcuni aggiornamenti:

– progettazione e installazione della struttura del tetto (regolabile elettricamente in Z e meccanicamente in X e Y);

– installazione e integrazione del sistema di tracciamento ART Motion Capture e Fingertracking;

– nuova disposizione della stanza volta a migliorare l’accessibilità dei posti a sedere nell’area del bagagliaio

– aggiornamenti software e hardware (sistema di elettrificazione / HMD)

Le competenze di Italdesign in questo campo continuano a crescere, mirando al continuo sviluppo delle competenze e del raggio d’azione del team dedicato, ben oltre i confini concettuali, diffondendosi nella produzione di serie automobilistiche e non automobilistiche.

Come motore dell’innovazione, il team HMI / UX ha lavorato alla progettazione di un progetto chiamato IIS, Italdesign Infotainment System, una piattaforma HMI all’avanguardia, modulare, completamente personalizzabile e flessibile e su un sistema di infotainment altamente avanzato, destinato per veicoli di produzione in serie ultra limitata, personalizzabili in termini di esperienza utente, design e funzioni, in grado di essere un’alternativa di alto livello e offrire soluzioni HMI.

Un nuovo Learning Lab

Italdesign Learning Lab

Inaugurato a luglio di quest’anno, il Lab è stato progettato per le nuove esigenze delle persone dell’azienda e fa parte del più ampio quadro della strategia di trasformazione delle competenze. I 250 mq di questa area funzionale e moderna possono ospitare fino a ottanta persone in diversi spazi con scopi specifici.

Un altro passo importante a livello di formazione, focalizzando l’attenzione sui dipendenti, sarà costituito dalla fine dell’anno da una piattaforma di e-learning (Athena) che darà la possibilità di accedere ai contenuti da remoto.

Il nuovo impianto di lavoro e logistica di Vadò

Italdesign Vadò

Su una superficie complessiva di 14.000 mq, i locali di Vadò possono essere considerati tra gli impianti dell’azienda per la produzione di PSC, vale a dire la produzione di prototipi di preserie, con un’area di test di durabilità e una logistica completa area all’interno dello stesso edificio, al fine di migliorare l’efficienza del ciclo produttivo.

La capacità di produzione di PSC di questo sito specifico è di 8 a 10 auto a settimana, mentre la capacità complessiva dell’azienda è di oltre 500 modelli di auto. Un’area dedicata alle prove di durabilità è stata allestita accanto alle linee di assemblaggio con tutte le attrezzature necessarie per testare i veicoli in condizioni di guida reali sulle nostre strade.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

tecnologia 5G

Le auto e la tecnologia 5G: le possibili applicazioni secondo FCA

Si sente tanto parlare di tecnologia 5G, ma, effettivamente, cosa potrebbe cambiare nel mondo dell’automotive …