martedì, 17 Settembre 2019 - 23:19
Home / Notizie / Curiosità / Jay Leno prova la Lancia Delta S4: la sua espressione parla chiaro

Jay Leno prova la Lancia Delta S4: la sua espressione parla chiaro

Tempo di lettura: 2 minuti.

Jay Leno, per chi non lo conoscesse, è un vero appassionato di auto, oltre che uno dei più famosi conduttori statunitensi e, parallelamente, autore del fortunato Jay Leno’s Garage, il popolare canale YouTube (2,6 milioni di iscritti) che raccoglie le migliori auto del mondo.

Ultima di una lunga serie, nell’ultimo episodio l’istrionico 69enne americano, per vent’anni al timone del Tonight Show (abbandonato nel 2014) è salito, fortunato lui, su uno dei simboli storici dei rally e icona senza tempo dell’auto made in Italy.

Stiamo parlando della Lancia Delta S4, il “mostro” del gruppo B che, nel 1985 e 1986, fece grandi figure nel mondiale, quando ancora le corse avevano quel sapore di passato, di rischi estremi, di spettacolo puro. Certo, sulla S4 ci morì il povero Toivonen (Tour de Corse 1986) ma nella memoria questa vettura è rimasta un simbolo senza compromessi.

Jay Leno è così salito a bordo di una Delta S4 di proprietà dell’appassionato John Campion, proprietario di molte auto da rally italiane quando ancora Fiat e Lancia sapevano come conquistare mondiali a raffica.

Al suo fianco una Fiat 131 Abarth del 1978, che merita la sua attenzione durante la discussione tra i due nel Jay Leno’s Garage (se masticate l’inglese americano, no problem, altrimenti zero sottotitoli).

Fatte le considerazioni del caso, Jay Leno si mette alla guida lungo le larghe strade americane per scatenare i 650 CV, sì avete letto bene (grazie all’overboost) di questa belva affamata di vittorie. 5 su 12 partecipazioni, diventate poi 4 (con la famosa polemica del Rallye di Sanremo 1986 e della squalifica a Peugeot poi ritirata dalla FISA che valse il mondiale alla Casa francese) ma niente titolo mondiale in appena 2 anni di gare.

Mondiali che sarebbero arrivati a raffica con la Delta Integrale, a opera, già nel 1988, del grande Miki Biasion.

Jay Leno, grazie di portare in alto, ancora una volta, la bandiera italiana!

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

tesla autopilot

Fidarsi è bene, ma a tutto c’è un limite. Protagonisti una Tesla e il suo Autopilot [VIDEO]

Ok la guida autonoma e ok il progresso della tecnologia. Qualcosa, però, deve essere sfuggito …