venerdì, 14 dicembre 2018 - 20:44
Home / Notizie / Mercato / La fine dell’anno per il Gruppo Fiat

La fine dell’anno per il Gruppo Fiat

Tempo di lettura: 3 minuti.

Segno negativo per il mercato dell’auto italiano anche nel 2013: le immatricolazioni sono in calo del 7,1 per cento. Quasi 374 mila le registrazioni del Gruppo Fiat, con una quota del 28,7 per cento.

In lieve aumento (+0,4 punti percentuali) la quota di Fiat al 21,4 per cento. Sono del Gruppo Fiat le 5 vetture più vendute dell’anno: nell’ordine Panda, Punto, Ypsilon, 500 e 500L.

Nel 2013 sono state immatricolate in Italia quasi 1 milione 304 mila vetture, il 7,1 per cento in meno rispetto al 2012, quando le registrazioni erano state 1 milione 403 mila. Nell’anno il Gruppo Fiat ha immatricolato quasi 374 mila auto, il 9,95 per cento in meno rispetto al 2012, per una quota del 28,7 per cento, in calo di 0,9 punti percentuali.

In dicembre il mercato – con 88.700 immatricolazioni – cresce del 1,4 per cento, mentre il Gruppo Fiat con quasi 25 mila registrazioni (-2,6 per cento rispetto allo stesso mese del 2012) ottiene una quota del 28% per cento, in calo di 1,1 punti percentuali. Il Gruppo Fiat consegue una quota sul segmento retail (quello a maggiore redditività) seconda solo a quella di gennaio e in costante miglioramento da 6 mesi.

Nel 2013 il marchio Fiat ha immatricolato oltre 273 mila vetture, con la quota che si attesta al 21,4 per cento, 0,4 punti percentuali in più rispetto a tutto il 2012. In dicembre le registrazioni del marchio sono oltre 18 mila (sostanzialmente le stesse dell’anno precedente) e la quota è del 20,3 per cento rispetto al 20,8 per cento dello stesso mese del 2012. Le recenti campagne su tutta la gamma hanno permesso soprattutto a Panda e 500L di ottenere buoni risultati di vendita. La Panda è infatti la vettura più venduta in Italia sia a dicembre sia in tutto il 2013, con 101.600 immatricolazioni nell’anno e una quota nel segmento A del 41,4 per cento nel mese. La 500L è ancora una volta stabilmente tra le top ten ed è anche la “media” più venduta, con una quota, nel suo segmento, del 45,4 per cento a dicembre e del 43,4 per cento nell’anno. La Punto, alle spalle della Panda nella classifica assoluta di vendita a dicembre e nel 2013, è al vertice del segmento B, con una quota nell’anno del 16,8 per cento. Bene anche la 500, ancora una volta tra le top ten, che con il 17 per cento di quota nel 2013 nel segmento A è seconda soltanto alla Panda e ottiene la miglior quota nel segmento dal 2009. Positivi risultati anche per il Freemont, che con una quota del 26,3 per cento nell’anno è la vettura più venduta del suo segmento.

In tutto il 2013 Lancia registra quasi 57 mila vetture e la sua quota è del 4,4 per cento, in calo rispetto al 2012 di 0,7 punti percentuali. In dicembre, il marchio immatricola oltre 4.100 vetture per una quota del 4,8 per cento, 0,1 punti percentuali in meno rispetto a dicembre 2012. Ottimi i risultati della Ypsilon che ha chiuso l’anno come terza vettura più venduta in Italia, con una quota a dicembre del 14,1 per cento nel segmento B, seconda soltanto alla Punto.

Alfa Romeo nel 2013 registra oltre 31.600 vetture (il 25,1 per cento in meno rispetto al 2012) e la sua quota è al 2,4 per cento, in calo di 0,6 punti percentuali. A dicembre sono quasi 2.100 le auto immatricolate dal brand e la quota è del 2,3 per cento, in diminuzione di 0,6 punti percentuali rispetto a dicembre 2012. Positivi risultati per Giulietta che inizia a beneficiare delle immatricolazioni del Model Year: è sempre tra le vetture più vendute del suo segmento, con una quota nell’anno del 13,2 per cento.

Nel 2013 Jeep registra oltre 5.800 vetture e la quota è dello 0,45 per cento, sostanzialmente la stessa del 2012. Sono invece circa 450 le Jeep immatricolate in dicembre (il 13,7 per cento in meno rispetto a un anno fa) per una quota dello 0,5 per cento, in calo di 0,1 punti percentuali. Grand Cherokee, il modello di punta del marchio, si conferma ancora una volta tra le vetture più vendute del suo segmento, con una quota in dicembre del 20,3 per cento.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

U go

Leasys lancia U Go, nuova piattaforma di mobilità

Leasys, leader nel settore della mobilità e “costola” di FCA Bank, presenta U Go (you …