giovedì, 20 settembre 2018 - 7:34
Home / Notizie / Tecnologia / Lancia per San Valentino: ‘Due cuori e un Magic Parking’

Lancia per San Valentino: ‘Due cuori e un Magic Parking’

Tempo di lettura: 3 minuti.

A febbraio Lancia punta l’attenzione sull’innovativo ‘Magic Parking’, il sistema di ausilio al parcheggio disponibile sui modelli Ypsilon e Delta.

Per conoscere tutte le peculiarità del sofisticato e ‘magico’ contenuto tecnologico, Lancia promuove una serie di attività di comunicazione realizzate dalla digital agency Bitmama, la joint venture Reply e Armando Testa specializzata in comunicazione digitale creativa multicanale.

Il progetto prevede una nuova sezione del portale istituzionale, una campagna banner dedicata e un efficace video demo che illustra tutto sul funzionamento del Magic Parking. Inoltre, su YouTube è on line un divertente filmato con protagonisti due fidanzati alle prese con un classico luogo comune: sotto lo sguardo del proprio ragazzo, prima supponente e poi incredulo, una giovane riesce a parcheggiare la sua Lancia Ypsilon con estrema facilità e sveltezza. Merito del Magic Parking che individua rapidamente lo spazio adatto e parcheggia autonomamente l’auto, lasciando al guidatore il compito di controllare la manovra solo con i pedali e il cambio.

Per rendere ancora più speciale il mese degli innamorati, Lancia ha realizzato l’esclusiva promozione ‘Due cuori e un Magic Parking‘ che consente di ottenere uno sconto del 100 per cento sul dispositivo installato su Ypsilon. L’unica condizione per averlo è di essere in due.

Aderire all’offerta è semplicissimo: è sufficiente registrarsi dal 7 al 28 febbraio su lancia.it/magic-parking, scaricare il coupon – valido per uno sconto del 50% sul Magic Parking – e invitare la propria ‘dolce metà’ a fare altrettanto. Ogni coppia che si presenta in concessionaria con due coupon entro il 31 marzo, potrà acquistare una Lancia Ypsilon con il Magic Parking compreso nel prezzo.

Per coloro che desiderano conoscere da vicino la fashion city car Lancia dotata del sistema di ausilio al parcheggio, l’appuntamento è fissato nel week-end del 15 e 16 febbraio presso gli showroom Lancia presenti in Italia.

Come funziona il sistema ‘Magic Parking’ di Lancia Ypsilon

La ricerca di un’area di parcheggio adeguata è spesso un’operazione difficile nelle città con alta densità di traffico. Senza contare che una volta trovata, causa la ristrettezza degli spazi a disposizione, la manovra può risultare piuttosto impegnativa. Per questo Lancia Ypsilon offre l’innovativo sistema ‘Magic Parking’ che, attivabile tramite un tasto presente sulla plancia, aiuta il guidatore nella ricerca di un adeguato spazio di parcheggio in una manovra, misurando l’ampiezza e la regolazione del movimento laterale del veicolo, mentre il conducente ha sempre il controllo del movimento longitudinale.

Disponibile sia con cambio manuale sia con cambio DFN, il ‘Magic Parking’ consente azioni automatiche ‘multi-manovra’ parcheggiando comodamente in appena 4,6 metri. In dettaglio, in una prima fase il sistema misura la lunghezza dello spazio libero, segnalando se questo è sufficiente per la propria auto. Successivamente, il sistema effettua automaticamente la sterzata del veicolo durante la retromarcia, lasciando al guidatore il solo compito di regolare la velocità tramite acceleratore e freno.

In una sola manovra, il veicolo si posiziona correttamente in un parcheggio parallelo, ottimizzando l’inserimento nello spazio libero disponibile e l’allineamento del veicolo. In questa fase la velocità massima consentita è di 7 km/h. Ovviamente, il guidatore ha il pieno controllo dell’intera operazione agendo sui pedali, e può disattivare il sistema intervenendo sul volante o disinserendo la retromarcia, o in alternativa premendo il pulsante dedicato.

Il cuore del Magic Parking di seconda generazione è un sensore radar installato sui lati destro e sinistro del veicolo, all’interno del paraurti anteriore. Il fascio radar viene inviato nello spazio verso destra (o sinistra) e gli echi sono rilevati dal sensore, che ricostruisce una mappa della zona tra le auto parcheggiate, ‘vede’ gli spazi liberi e individua altri eventuali ostacoli. In parallelo, sulla base delle informazioni provenienti dalla misura delle velocità delle ruote, il sistema è in grado di misurare la lunghezza delle aree libere.
Il guidatore viene informato della presenza di un parcheggio adeguato qualora la lunghezza misurata sia compatibile con le dimensioni del veicolo più 80 centimetri (40 cm davanti e 40 cm posteriormente), per uno spazio complessivo quindi di almeno 4,60 metri. Un segnale acustico comunica l’avvenuto riconoscimento di uno spazio idoneo, mentre sul display viene indicato se la manovra di parcheggio può essere compiuta in un’unica o in più fasi.

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

CarPlay

Apple CarPlay si aggiorna con l’arrivo di iOS 12

Tempo di lettura: 1 minuto. Ormai non è più una novità trovare all’interno di un’auto la compatibilità con i protocolli …

something