in

McLaren 650S Spider: prova su strada in anteprima

Foto di Andrea Occhilupo
Tempo di lettura: 4 minuti

Nel garage ideale dell’autoappassionato ci sono auto che non possono mancare, solo pochi marchi posso vedere al suo interno più di una vettura. Uno di questi è senza dubbi McLaren, la casa di Woking è produttrice di vetture portatrici di un’innato fascino e sportività unica. Noi abbiamo provato la 650S Spider, poterla guidare è un privilegio per pochi, ma noi vogliamo farvi salire tutti. Aprite la portiera e salite a bordo; allacciate le cinture di sicurezza e preparatevi a sognare con noi.

Le prossime righe contengono un contenuto a forte impatto emozionale, raccomandiamo prudenza.

Evoluzioni tecniche: i dettagli fanno la differenza.

La McLaren 650S Spider è l’erede della 12C (da noi provata) con base comune, ma arricchita da diversi aggiornamenti. Il propulsore è l’M838T, tradotto in numeri il V8 BiTurbo 3.8 litri da ben 650CV (25 in più della 12C) ottenuti grazie a una nuova progettazione di testata e pistoni, nuove valvole di scarico e un’inedita fasatura. I freni a disco sono di serie carboceramici a cui si aggiunge l’aero freno (Airbrake).

McLaren 650S Spider 006

Il cambio è il Ssg doppia frizione a sette marce, ora più veloce grazie alle modifiche apportate al software dagli ingegneri inglesi.

La McLaren 650S Spider è lunga 451cm, larga 209cm è alta 120cm con una massa di 1.330kg della quale il telaio pesa solamente 75 chili. Questo straordinario risultato è reso possibile dalla scocca MonoCell interamente in fibra di carbonio.

Rispetto alla 12C è stato rivisto il sistema delle sospensioni a bracci oscillanti ProActive chassis control, adesso c’è la possibilità di regolare l’assetto e le Tre modalità di guida (Normal, Sport e Track) in modo indipendente rispetto alla trasmissione. Molle e ammortizzatori sono stati ridisegnati e i cerchi in lega “650S” sono più leggeri di ben 6 chili rispetto a quelli “standard” presenti sulla 12C.

McLaren 650S Spider 038

Per gli amanti dell’aerodinamica segnaliamo lo splitter anteriore più marcato e le alette posizionate dietro le ruote davanti che incidono positivamente sul bilanciamento della vettura e sul grip anteriore.

Design ispirato alla supercar P1: sfacciato con stile.

Il design della McLaren 650S è basato sullo stile della supercar P1, prodotta in edizione limitata e già esaurita. Il frontale è sfrontato e futuristico, i LED lo impreziosiscono. Sul retro, un nuovo paraurti a tre pezzi riflette il design della 12C GT3 da competizione, accentuando il grande diffusore posteriore. La sezione centrale del paraurti è rifinita in grigio palladio di serie, ma può essere specificata anche in fibra di carbonio, consentendo di ridurre il peso di 0,7 kg.

McLaren 650S Spider 003

Sin dal lancio, la scocca della McLaren 650S è disponibile nella gamma completà dei vivaci colori McLaren, incluse quattro nuove tonalità sviluppate con il partner tecnologico AkzoNobel: Storm Grey, Aurora Blue e Mantis Green sono stati aggiunti alla palette ‘Special’, mentre il Tarocco Orange scelto per il nostro test alla collezione di vernici ‘Elite’.

Interni sportivamente lussosi.

Nonostante le sue elevatissime prestazioni sportive, la McLaren 650S non è una vettura ridotta all’essenziale. L’interno è il più raffinato e lussuoso mai prodotto per un modello McLaren. L’abitacolo è interamente rivestito in tessuto Alcantara (di serie), con volante rifinito in pelle. Il rivestimento in Alcantara è disponibile anche per il volante, come optional, per migliorare la tattilità dello sterzo. Sono inoltre disponibili accessori più sportivi, come i leggeri sedili da corsa a schienale fisso in fibra di carbonio (basati su quelli della McLaren P1).

McLaren 650S Spider Interni

Gli aggiornamenti e i miglioramenti continuano in tutto l’abitacolo della McLaren 650S con il navigatore satellitare e la radio digitale DAB, ora di serie.

Rispetto ad altre supercar l’ambiente non è opprimente, ma le line snelle del design conferiscono un senso di ariosità e sportività, rari nelle vetture più estreme che solitamente risultano un po’ soffocanti.

 Alla guida belva: la McLaren 650S è tosta da domare, vera purosangue.

Chi scrive ha guidato più Lamborghini, l’Alfa Romeo 8C, la McLaren 12C ed un lunga serie di supercar, ma non ci si abitua mai. L’emozione che si prova nell’aprire le portiere e scendere letteralmente nell’abitacolo di auto straordinarie come questa McLaren 650S Spider è sempre forte ed intensa.

Mentre saliamo il piantone dello sterzo elettrico si muove agevolando l’ingresso a bordo (novità rispetto alle precedenti McLaren). Seduti, ci fermiamo a contemplare per qualche decina di secondi l’abitacolo, non c’è fretta, siamo noi e lei. Osserviamo, la fibra di carbonio e l’Alcantara che riveste volante e plancia, accompagnata dalle cuciture arancioni in tinta con la carrozzeria. Il tunnel centrale è essenziale, troviamo una sorta di tablet per tutto l’infotainment e poco più sotto il tasto di accensione con alcuni manettini per la regolazione dell’assetto e dell’ala.

McLaren 650S Spider 019

Decisi schiacciamo il pulsante di start, le porte del paradiso si aprono, solo che non c’è San Pietro a darci il benvenuto ma c’è il rombo generato da 650 puledri puro sangue liberati dalla gabbia. Una bella emozione.

Al primo rettilineo utile affondiamo il piede sull’acceleratore, l’auto è una fionda e in soli 8,4 secondi è in grado di raggiungere i 200 km/h, una belva dell’asfalto.

Dopo molti km percorsi lungo le strade delle campagne che circondano Bordeaux, possiamo dirvi che la McLaren 650S Spider regala grandi emozioni, il motore è favoloso ed è possibile spingersi veramente oltre i propri limiti grazie al supporto dei freni carboceramici e all’Airbrake, l’ala mobile posteriore che si abbassa automaticamente per ridurre la resistenza, in modo simile al DRS della Formula 1.

McLaren 650S Spider drive

Nella guida mista serve grande attenzione in modalità Sport a non intraversarsi, il V8 è davvero molto scalpitante e il dosaggio del gas diventa fondamentale. La 650S è una vettura completa, esteticamente accattivante e dinamicamente graffiante. Una volta scesi, aprendo le portire con apertura alare, abbiamo pensato che auto del genere non si guidano tutti i giorni, conserevermo per lungo tempo il ricordo di tanta potenza e classe tipicamente british.

Prezzo e concorrenti.

McLaren 650S Engine

Sicuramente se foste dei potenziali acquirenti di questa nuova McLaren 650S Spider non dareste molto peso a questa sezione, ma per chi giustamente è curioso di saperlo, il prezzo di partenza di questa supercar è di 260.650 euro. L’optional più caro è il “Carbon Fibre Exterior Upgrade” da ben 10.230 euro.

Le concorrenti dirette della McLaren 650S sono la Lamborghini Huracan, la Ferrari 458 Speciale e la Porsche 911 Turbo.

Guidatore della domenica

Federico Ferrero

Direttore Autoappassionati.it

Autore

Dì la tua

Salone di Parigi 2014: seguilo live su Autoappassionati.it

Foto scattata con Samsung Galaxy S5

Intervista a Stefano Sordelli, Responsabile Marketing SEAT Italia: il Motorsport del Marchio tra presente e futuro