in

Mercato auto aprile 2019: lieve recupero grazie all’Ecobonus e i modelli più venduti

mercato auto di marzo
Tempo di lettura: 2 minuti

L’Ecobonus inizia a dare i suoi primi effetti. Dopo un mese di marzo non certo facile, il mercato auto aprile vede una risalita delle immatricolazioni (174.412), in crescita dell’1,5% rispetto al mese di aprile di un anno fa.

I dati, diffusi da ANFIA, insieme a FEDERAUTO e UNRAE, rendono conto alle 712.196 unità immatricolate in questi primi 4 mesi dell’anno, il 4,6% in meno rispetto ai volumi dello stesso periodo del 2018.

Il mercato italiano dell’auto, dopo le flessioni di gennaio (-7,5%), febbraio (-2,4) e marzo (-9,6%), ad aprile 2019 registra una lieve ripresa (+1,5%), anche grazie ad un giorno lavorativo in più (20 giorni ad aprile 2019 contro i 19 di aprile 2018)” commenta Gianmarco Giorda, Direttore di ANFIA.

Nel mese di aprile sono crollate le immatricolazioni delle auto Diesel (- 22%), mentre le auto a benzina crescono del 33% e rappresentano il 45% del mercato. Grazie all’Ecobonus, che ricordiamo, premia l’acquisto di autovetture con emissioni di CO2 non superiori a 70 g/Km, favorendo un incremento delle immatricolazioni di elettriche e ibride ricaricabili. In circa 20 giorni, le prenotazioni hanno prodotto un dimezzamento delle risorse stanziate dal MISE per la prima tranche del provvedimento, a riprova dell’alterazione del mercato generata da quest’ultimo.

Impressionano le immatricolazioni delle elettriche

Le vetture elettriche sono più che quadruplicate nel mese (1.200 unità, come nell’intero primo quadrimestre 2018), toccando la quota record dello 0,7%, seppure ancora, oggettivamente, molto bassa. Nei primi quattro mesi del 2019, le auto elettriche sfiorano le 2.400 unità, il doppio rispetto ad un anno fa. Per le vetture elettriche pure (BEV), le regioni in testa alla classifica di aprile in termini di volumi sono, nell’ordine, Toscana, Lombardia, Trentino, Veneto e Lazio. In crescita anche Gpl e ibride: le auto ad alimentazione alternativa si attestano sul 14,7% del totale.

Infine, nel mese si registra una notevole crescita (+20%) delle superutilitarie (A) e una crescita del 9,5% dei SUV. Pur mantenendo un trend positivo le vetture di lusso e sportive, nell’alto di gamma, i segmenti delle vetture medie e medio-superiori riportano, insieme, un calo del 31%. In crescita anche  

In riferimento al mercato per segmenti, ad aprile 2019, Fiat Panda e Fiat 500 sono le auto più vendute del segmento delle superutilitarie. I due modelli, insieme, hanno una quota di mercato nel segmento del 55%, mentre Lancia Ypsilon è l’auto più venduta del segmento delle utilitarie e Fiat Tipo l’auto più venduta nel segmento delle medie.

Alfa Romeo Stelvio è il più venduto tra i SUV medi e, nel complesso, i modelli del Gruppo FCA rappresentano il 17% del mercato dei SUV di tutte le dimensioni, nel quarto Dati provvisori mese dell’anno. Fiat 500L è il monovolume più venduto di aprile 2019 e rappresenta un terzo delle vendite totali di monovolumi.

Le tendenze del mercato auto aprile 2019: la top ten dei modelli più venduti (dati ANFIA):

  • Fiat Panda (13.629)
  • Lancia Ypsilon (5.736)
  • Dacia Duster (4.288)
  • Fiat 500 (3.953)
  • Fiat Tipo (3.938)
  • Volkswagen T-Roc (3.889)
  • Renault Clio (3.838)
  • Citroen C3 (3.776)
  • Dacia Sandero (3.685)
  • Fiat 500X (3.660)

Dì la tua

Jay Kay

Jay Kay vende la sua LaFerrari verde: le quotazioni fanno paura

Audi RS5 Sportback

Audi RS5 Sportback: arriva in Italia con i suoi 450 CV