venerdì, 20 aprile 2018 - 14:48
Home / Notizie / Curiosità / NEXT 100 Festival: oltre 40.000 persone a Monza per celebrare la storia BMW

NEXT 100 Festival: oltre 40.000 persone a Monza per celebrare la storia BMW

Tempo di lettura: 3 minuti.

Il NEXT 100 Festival, l’evento creato da Bmw Italia per celebrare in grande stile il centenario del marchio e i cinquant’anni di presenza in Italia è stato un grande successo di pubblico.

Sono state più di 40.000 le persone che nei tre giorni all’Autodromo Nazionale Monza (dal 23 al 25) hanno popolato le tribune e il paddock del circuito brianzolo  ma decisamente di più sono state le persone raggiunte sui social nel corso del weekend (1,6 milioni secondo i dati ufficiali) e oltre 400 i contenuti dedicati che sono stati caricati. Il Bmw Next 100 Wall era presente fisicamente in autodromo con oltre 600 contributi già online di persone che hanno risposto alla domanda: “Cosa porteresti nei prossimi 100 anni?”. Il wall ha già ottenuto oltre 240.000 visualizzazioni.

Successo dei test drive che hanno attirato oltre 4.000 persone a provare la gamma auto e moto del marchio bavarese sia sul circuito con sopraelevata annessa sia nelle vicinanze dell’Autodromo. Clienti, collaboratori del Bmw Group, concessionari e semplicemente appassionati di auto hanno animato la kermesse distribuita sui 46.000 metri quadrati tra paddock 1 e 2, box e primo piano della struttura box e preso d’assalto le varie aree esperienze e divertimento dove erano esposti più di 300 prodotti del Gruppo tra Bmw, Rolls-Royce, Mini, moto e scooter, oltre alle vetture del BMW Autoclub Italia, del Federclub MINI Italia, le concept car e le moto del BMW Motorrad Federclub Italia.

È stata una tre giorni entusiasmante – ha dichiarato Sergio Solero, Presidente e A.D. di BMW Italiache è andata ben oltre le nostre aspettative. Siamo stati travolti dalla passione e dall’affetto di tantissime persone che sono venute a Monza sia per celebrare con noi i primi cento anni di storia che per proiettarsi nei prossimi cento. Vedere tante famiglie, i giovani e i bambini divertirsi con le auto del passato e guardare con curiosità e aspettativa a quelle del futuro, ci conferma che il mondo della mobilità a due e quattro ruote è ancora al centro della vita delle persone e che, quando si fanno eventi di questo tipo, la risposta del pubblico è entusiasta”.

La formula del NEXT100 Festival – ha poi proseguito Solero – è stata unica e innovativa. Per la prima volta abbiamo radunato tutti i nostri brand (BMW, BMW Motorrad, MINI e Rolls-Royce) in un unico evento. Per la prima volta nella storia del Gruppo abbiamo realizzato la più grande esposizione esterna di vetture storiche del Museo BMW. Per la prima volta abbiamo associato show, vendita, test drive, raduni, attività di responsabilità sociale d’impresa, workshop tecnici, competizioni e la risposta dei presenti è stata incredibile. Vorrei ringraziare le oltre 40 mila persone che sono state con noi, tutto il team che ha lavorato al progetto, i partner e tutti coloro che hanno reso possibile questo straordinario evento che resterà per sempre nella storia di BMW Group Italia”.

Domenica 25 le tribune erano gremite per vedere la parata di Bmw M impegnate in pista con alcune tra le auto da corsa che hanno fatto la storia di Bmw guidate dai celebri piloti dell’epoca tra i quali Bruno Giacomelli, Marc Surer, Riccardo Patrese, Nelson Piquet Jr., Pedro Piquet, Johnny Cecotto, Pierluigi Martini, Roberto Ravaglia e Siegfried Stohr.

In esposizione nel paddock c’erano alcuni pezzi rari, se non unici, come la HH 49 Formel 2 Rennwagen del 1949, la BMW 700 RS del 1961, la Brabham BMW BT7 Rekordwagen del 1965, la BMW 2002 TI Rallyeversion del 1969, la Dornier BMW F 270 del 1970, la BMW 320 Turbo Gruppe 5 del 1979, la BMW M3 Rallye del 1986, la Benetton BMW B186 Turbo del 1986, la BMW M3 GTR del 1993, la BMW 320i STW Winkelhock del 1995, la McLaren BMW F1 GTR Le Mans del 1996, la BMW X5 Le Mans del 2000, la WilliamsF1 BMW FW26 del 2004 ex Montoya e R. Schumacher rimasta nella memoria degli appassionati per il muso a tricheco, la BMW M3 GTR del 2004 e la BMW 320i WTCC 2005 di Zanardi ospite ufficiale dell’evento dopo l’oro alle paralimpiadi di Rio, la BMW Z4 M Renncoupé del 2006 e, per finire, la BMW 120d VLN del 2006.

Nella tre giorni di attività, è stato molto affollato anche lo spazio dedicato alle attività di responsabilità sociale d’impresa di BMW Italia che sono state radunate sotto la denominazione di SpecialMente (www.specialmente.bmw.it). Circa 5 mila persone sono entrate nel box dedicato per entrare in contatto con le iniziative di SciAbile, Dynamo Camp, Save the Children e iFoodies mentre gli spazi del BMW Family and Kids Tour (in collaborazione con la Polizia Stradale) sono stai presi d’assalto da oltre sei mila bambini che, giocando, hanno acquisito le prime nozioni di sicurezza stradale.

Infine all’interno del NEXT 100 Showroom era possibile configurare la propria auto e tanti sono stati i clienti Bmw che hanno approfittato delle offerte esclusive presenti per poi finalizzare i contratti nei propri concessionari di fiducia. A chiudere l’evento il concerto di Ligabue che ha attratto ancora più fans in Autodromo.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

5 cose che (forse) non sapevi sul marchio Volvo

Tempo di lettura: 3 minuti. Il marchio Volvo è cambiato ed evoluto molto negli ultimi anni e sono molte le …

something