in ,

Nissan lancia Qashqai con ProPilot

Qashqai con ProPilot
Nissan Qashqai
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il C-SUV più venduto del mercato si aggiorna facendo un balzo in avanti nel mondo della guida autonoma, da questi giorni è infatti in vendita Nissan Qashqai con ProPilot, nome in codice dell’assistente di guida della Casa giapponese già ai vertici della categoria.

Il ProPilot di Qashqai funziona da regolatore sincronizzato di sterzo, acceleratore e freno, fornendo un utile ausilio alla guida e di conseguenza creando una situazione di benessere al conducente. Nissan ProPilot si attiva tramite l’apposito tasto sul volante e, tramite il radar posto sul parabrezza, permette in autostrada di regolare il comportamento della vettura nelle situazioni di traffico a bassa velocità e di crociera ad alta velocità.

Quando le condizioni del traffico lo richiedono, il sistema fa rallentare la vettura fino ad arrestarla completamente e la fa ripartire in automatico se la sosta dura tre secondi o meno. Se dura di più, il conducente deve premere il pulsante Resume sulla razza del volante o semplicemente l’acceleratore per riprendere la marcia.

Qashqai con ProPilot mantiene la corsia leggendo le strisce che la delimitano. Non è un sistema di guida autonoma che permette di lasciare le mani dal volante, anzi, ma è sicuramente la base per lo sviluppo di queste tecnologie nel futuro prossimo.

Su Qashqai il ProPilot viene proposto con la motorizzazione 1.6 dCi 130 CV 2WD e 4WD manuale e 2WD automatico, a partire dall’allestimento N-Connecta e di serie sulla versione top di gamma Tekna+ 2WD automatico al costo di 500 euro.

Ecco come funziona il Nissan Qashqai con ProPilot

Dì la tua

Mille Miglia

Importante anniversario per Alfa Romeo alla Mille Miglia 2018

Opel Combo Life

Opel Combo Life: presentata la nuova generazione della multispazio tedesca