venerdì, 27 aprile 2018 - 8:31
Home / Notizie / Novità / Nuova BMW Z4
Foto by BMW

Nuova BMW Z4

Tempo di lettura: 3 minuti.

Dal 2002, quando la prima Z4 fu prodotta negli stabilimenti statunitensi della South Carolina per prendere il posto della Z3 ormai obsoleta, la cabrio BMW fece immediatamente parlare di sé per le sue linee moderne ed avveniristiche disegnate da Chris Bangle.

Non a caso la Z sta per la parola tedesca “Zukunft”, ossia “futuro”. La BMW con la nuova Z4, che verrà commercializzata nel 2013, ambisce a perfezionare l’estetica e le finiture della roadster di casa, per donarle un maggior appeal nei confronti dei clienti.

Design e finiture

La sostanza non è cambiata: il cofano piatto e allungato, il passo lungo, la linea di cintura bassa continuano a plasmare l’aspetto del veicolo e lo distinguono da tutti gli altri. Non è da meno il tetto rigido che può essere aperto mentre l’auto è in movimento fino a 40 km/h in 19 secondi. Il gruppo fari è dotato di LED per la guida diurna e presenta un design sottile che si estende fin sui passaruota anteriori, al di sotto dei quali sono alloggiati cerchi in lega da 17 pollici o da 18 pollici con razze a V. Sono disponibili un totale di 11 colori, alcuni dei quali posso essere ordinati solo con l’opzione Design Pure Traction. Questo pacchetto, che sostituisce il Design Pure Impulse, eleva il livello delle finiture della Roadster bavarese portando l’alcantara sui pannelli porta e rendendo specifici il colore del cruscotto e delle cuciture dei sedili. Il pacchetto M Sport aggiunge sospensioni sportive, cerchi in lega leggera da 18 pollici e un kit aerodinamico con nuove prese d’aria, mentre all’interno vengono introdotti sedili sportivi, volante in pelle e poggiapiedi tipici delle versioni M.

Motori

I clienti potranno scegliere tra 3 motori a quattro cilindri e 2 sei cilindri. Le caratteristiche comuni a tutta la gamma sono la tecnologia BMW TwinPower Turbo e la conformità alle disposizioni della normativa Euro6 per le emissioni dei gas di scarico, che entreranno in vigore nel 2014.

L’entry-level della gamma è la BMW Z4 sDrive18i, spinta da un motore benzina 2.0 litri con tecnologia BMW TwinPower Turbo, che sviluppa una potenza massima di 156 CV a 5.000 giri/min. La nuova variante del quattro cilindri eroga una coppia massima di 240 Nm tra 1.250 e 4.400 giri al minuto ed è dotata di un cambio a sei marce manuale, come optional è disponibile un automatico sportivo a otto rapporti. L’accelerazione è abbastanza consistente, con uno 0-100 km/h in 7,9 secondi (cambio automatico: 8,1 secondi) e una velocità massima di 221 km/h. Il consumo medio di carburante nel ciclo di prova UE è di 6,8 litri per 100 chilometri sia con il manuale, sia con l’automatico. Le emissioni di CO2 riportate sono di 159 grammi per chilometro. Il pacchetto di tecnologia BMW TwinPower Turbo include turbocompressore Twin-Scroll, iniezione diretta di benzina ad alta precisione, comando valvole variabile VALVETRONIC e controllo continuo dell’albero a camme. Lo stesso pacchetto tecnologico è utilizzato anche nei motori da 2 litri con cui sono equipaggiate la BMW Z4 sDrive20i e BMW Z4 sDrive28i. Le motorizzazioni esistenti quali la sDrive20i, sDrive28i, sDrive35i e sDrive35is mantengono i loro posti nella gamma.

Comfort e sportività

Possono sembrare due parole contrastanti, ma la BMW sta lavorando da sempre per unirle all’interno dei suoi veicoli. La Z4 è conosciuta particolarmente per la posizione di seduta bassa proprio davanti all’asse posteriore, che offre al conducente e al passeggero un’intensa esperienza delle forze longitudinali e laterali. Grazie al Driving Experience Control sarà possibile definire la propria impostazione di guida scegliendo tra COMFORT, SPORT e SPORT +.

bmw z4 my13 121220 0002

Tra gli equipaggiamenti montati di serie per migliorare il comfort ci sono i fari allo xeno, il climatizzatore, il lunotto termico in vetro, la funzione Soft chiusura automatica per il portellone posteriore e gli pneumatici runflat. Per quanto concerne l’infotainment è presente di serie la radio BMW Business con presa AUX-IN e sei altoparlanti, mentre è offerta in opzione la BMW Professional radio con 14 altoparlanti. Il sistema di navigazione, a richiesta, è costituito da un monitor 8,8 pollici che insieme ai servizi del Connected Drive permette l’uso di internet. L’assortimento dei sistemi di assistenza al guidatore e dei servizi di mobilità è stato aggiornato alla tecnologia attuale con il sensore di pioggia, fari adattivi, assistente abbaglianti, cruise control con funzione frenante e Park Distance Control. Il pacchetto sicurezza è completato dal Tele Services, BMW Servizi remoti, che consente la chiamata d’emergenza intelligente con la posizione del veicolo e il rilevamento automatico di gravità dell’impatto.

Nonostante le origini di questa vettura siano molto lontane, si parla del 1988 con la Z1, la casa tedesca dimostra di credere ancora nel segmento delle Roadster e aggiorna agli standard moderni gli interni, i motori e tutti i particolari che un cliente esigente potrà senza dubbio apprezzare.

Autore: Riccardo Cosola

Potrebbe interessarti

Lexus ES

Lexus ES: la settima generazione della berlina arriva in Europa

Tempo di lettura: 5 minuti. In concomitanza con la World Premiere di Beijing, è stata presentata, in anteprima europea, la …

something