in

Presentato il nuovo BWM iDrive: l’esperienza utente del futuro

BMW iDrive
Tempo di lettura: 3 minuti

BMW iDrive è ormai da 20 anni un marchio di fabbrica della casa automobilistica di Monaco di Baviera. Nel lontano 2001, BMW introdusse l’iconico comando rotante, la cui idea concettuale è stata ripresa nel tempo da numerosi altri marchi.

Oggi BMW è pronta a rivoluzionare nuovamente l’interfaccia uomo-macchina, presentando la nuova generazione di BMW iDrive. Il cambio di paradigma sposta il fulcro dell’interazione dal rotore al dialogo naturale tra conducente e vettura. Secondo BMW l’esperienza sarà, così, più intuitiva, personale e stimolante.

Alla base di questa esperienza utente ci sono il nuovo BMW Operating System 8, una nuova generazione di display, controlli, software e una connettività ed elaborazione dati estremamente potenti. Il nuovo iDrive sarà introdotto gradualmente in tutti i segmenti di veicoli e debutterà alla fine di quest’anno sulla BMW iX e poi anche all’interno della BMW i4.

Interfaccia grafica del BMW Intelligent Personal Assistant

La nuova generazione del BMW iDrive porta con sé un nuovo linguaggio di design soprattutto nell’interfaccia grafica. Texture, forme futuristiche, luci brillanti e giochi di riflessi si mescolano tra loro per creare un’estetica di notevole impatto. Allo stesso tempo è stata posta grande attenzione nel presentare la giusta quantità di informazioni in ogni momento evitando di invadere gli utenti con scritte e grafiche superflue. L’esperienza viene completata da una risoluzione, per entrambi i display, di 200 ppi; un valore che rende pressoché impossibile distinguere i pixel.

Dialogo naturale con il BMW Intelligent Personal Assistant

La nuova generazione del BMW iDrive include anche ulteriori funzionalità come il: BMW Intelligent Personal Assistant. L’assistente personale si ispira al principio di design “shy tech”, anche in questo caso nessuna grafica sarà eccessivamente invasiva. Quando si impartisce un comando appare un’animazione fluida che si distribuisce senza nascondere le informazioni rilevanti. Il BMW Intelligent Personal Assistant è in grado di distinguere chi gli sta parlando e apparire nell’area dello schermo corrispondente. 

Il BMW Intelligent Personal Assistant imparerà anche nuove funzioni e nuove forme di espressione con il continuo sviluppo del BMW iDrive. Queste nuove funzioni vengono importate regolarmente nel veicolo per mezzo del Remote Software Upgrade.

Great Entrance Moments” è il nome che BMW ha dato all’esperienza utente dal momento in cui il guidatore si avvicina per la prima volta al veicolo fino all’inizio del viaggio. La tecnologia Ultra Wideband è la chiave che rende possibile tutto ciò. Garantendo una localizzazione di precisione tra il veicolo e la chiave o lo smartphone, l’auto riesce a determinare esattamente da dove il guidatore si sta avvicinando e quanto è distante, con una precisione di pochi centimetri. Non appena la distanza si riduce arrivando sotto i tre metri, il veicolo inizia a “svegliarsi” e lo indica con un effetto luminoso dinamico che si intensifica gradualmente attraverso le luci esterne, al contempo nell’abitacolo si accende una luce soffusa. Quando il conducente si troverà in prossimità del veicolo un’altra luce creerà un tappeto luminoso che gli indicherà l’ingresso. 

BMW Operating System 8

Il BMW Operating System 8 è l’aggiornamento del sistema operativo più rilevante e tecnologico che BMW abbia mai apportato. Esso pone le basi per l’ottava generazione e la nuova interpretazione del BMW iDrive. BMW ha tutta l’intenzione di recuperare il gap tecnologico con Tesla anche riguardo gli aggiornamenti software. Fin dal 2018 le BMW sono state equipaggiate con un sistema di aggiornamento OTA limitato ad alcune funzioni. Il nuovo Remote Software Upgrade offre le stesse funzioni, ma con importanti e corposi miglioramenti che non vediamo l’ora di testare sul campo.

BMW ha inoltre sviluppato un sistema capace di interfacciarsi con il chip U1 degli iPhone di ultima generazione. In tale modo non sarà necessario portare la chiave della vettura con sé e neanche tirare fuori dalla tasca lo smartphone. BMW non ha fornito ulteriori dettagli riguardo la compatibilità con gli smartphone Android. Viene garantita, invece, piena compatibilità con Android Auto e Apple CarPlay.

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    DS 9 E-Tense

    DS 9 E-Tense: il design della maxi berlina tra futuro e tradizione

    Kia EV6 anteriore

    Nuovo EV6: il debutto di Kia nel modo delle auto elettriche pure