in

Il prezzo del petrolio scende, il carburante no: la denuncia del Codacons

sciopero benzinai
Tempo di lettura: < 1 minuto

L’emergenza sanitaria legata al Coronavirus ha portato a un ribasso del prezzo del petrolio del 60%, ma il prezzo del carburante scende solo del 6%.

Il prezzo del carburante non scende

Era da 17 anni che il petrolio non costava circa 20 dollari al barile, ma come denuncia il Codacons, Associazione per la tutela dei diritti dei consumatori, ciò non si è tradotto in una diminuzione del costo di benzina e Diesel, che secondo quanto denunciano, sarebbe dovuto scendere rispettivamente almeno di 25 e 15 centesimi al litro.

La flessione del prezzo del petrolio è una costante da diverse settimane, motivazione in più per la quale i prezzi dei carburanti sarebbero dovuti calare di conseguenza, anche se bisogna tenere presente la difficile condizione odierna del comparto, che solo una settimana fa denunciava un grande sciopero generale.

L’esposto del Codacons

L’accusa è che siano in atto notevoli speculazioni, oltre all’aggiotaggio, così l’associazione dei consumatori ha richiamato l’attenzione delle Procure della Repubblica per far sì che facciano le dovute verifiche. A rimetterci sono dunque gli automobilisti, che non hanno notato vantaggi nel recarsi a fare rifornimento.

Gentlemen driver

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Ferrari LaFerrari Aperta

Ferrari LaFerrari Aperta: uno dei 210 esemplari è in vendita

Gli ADAS PSA: le tecnologie proposte dal gruppo