in

Share Now: i numeri della seconda ondata Covid

Share Now
Tempo di lettura: 3 minuti

L’emergenza in atto dovuta alla seconda ondata di Coronavirus sta avendo un forte impatto sulle città. Il car sharing a flusso libero offerto da SHARE NOW resta tutt’oggi attivo nella sua totalità. Il servizio, infatti, continua ad essere operativo 24/7, mantenendo a disposizione dei 700.000 clienti italiani il 100% della flotta di Milano, Roma e Torino.

Come spiega Andrea Leverano, Regional Operations Director South West di SHARE NOW: “Nei primi mesi del 2020 avevamo raggiunto un livello di crescita molto dinamico rispetto all’anno precedente, ma a causa della pandemia, come tutti, abbiamo subito una brusca frenata. Durante l’estate eravamo sulla buona strada della ripresa: nonostante il numero di noleggi fosse ancora lontano dai nostri standard, ad agosto in Italia la durata dei viaggi a bordo dei nostri veicoli è cresciuta del 230% rispetto allo stesso mese del 2019. A settembre, poi, i numeri erano tornati ad essere vicini all’epoca pre-covid. Da metà ottobre, inevitabilmente, abbiamo riscontrato un nuovo calo delle attività, ma vogliamo pensare positivo: non ci aspettiamo una diminuzione drastica dei noleggi come quella subita a marzo”.

Nuove abitudini di mobilità. In questi mesi, l’uso che i cittadini hanno fatto del car sharing è cambiato. Sono, ad esempio, diminuiti i noleggi in centro città, mentre sono aumentati quelli più in periferia. Ciò significa che il car sharing si sta diffondendo verso l’esterno della città, distribuendosi in modo più uniforme. Inoltre, con l’aumento del numero di persone che lavorano da casa, l’ora di punta ha quasi cessato di esistere: analizzando i dati dell’ultimo periodo, si nota come l’uso del car sharing sia diminuito notevolmente nelle prime ore del mattino e della sera, mentre l’utilizzo resta relativamente stabile e diffuso dalla tarda mattinata fino alla sera presto.

Rafforzamento delle misure igieniche: arriva il pacchetto Comfort. Da marzo 2020, SHARE NOW pulisce e disinfetta le auto della flotta quattro volte più frequentemente rispetto al periodo pre-crisi. Il team dedicato alla pulizia dei veicoli utilizza prodotti chimici disinfettanti a stampo medico e presta particolare attenzione alle superfici di maggior contatto, come volante, cambio e freno a mano. Inoltre, SHARE NOW ha recentemente lanciato il Pacchetto Comfort, grazie a cui è possibile prenotare in anticipo un’auto pulita, completamente disinfettata e col pieno di carburante e farsela portare all’indirizzo scelto in fase di prenotazione. Il pacchetto è attivabile solo per noleggi superiori a 1 giorno.

“Oltre al nostro impegno come azienda, gioca un ruolo fondamentale anche il comportamento dell’utente. Ora più che mai è essenziale che tutti facciano la loro parte, rispettando regole e buon senso” – continua Leverano – “È per questo che richiediamo ai nostri clienti di indossare sempre la mascherina a bordo, disinfettarsi le mani prima e dopo la guida, arieggiare per mezzo minuto l’abitacolo sia prima di salire sull’auto che dopo esserne scesi e non lasciare rifiuti sulla vettura. Tutte queste sono misure efficaci necessarie per mantenere il rischio di infezione per l’intera community di SHARE NOW il più basso possibile”.

SHARE NOW lancia i Pass Aziendali. A maggio, SHARE NOW è stato il primo operatore di car sharing a flusso libero ad aver introdotto un modello di abbonamento mensile che permettesse agli utenti di ricevere uno sconto sulla tariffa al minuto del servizio. Oggi questo modello viene esteso anche alle aziende, grazie all’arrivo dei Corporate Pass: gestiti direttamente dall’Admin dell’Account Aziendale, l’azienda può acquistare i Pass per i propri dipendenti consentendo loro di ridurre del 25 o 50% il costo delle tariffe al minuto dei noleggi sia privati che aziendali. Info: www.share-now.com/subscribe/it/it/corporate/choose-pass

“Con i nuovi Pass Aziendali, vogliamo offrire un vantaggio in termini di prezzo a tutte quelle aziende che utilizzano regolarmente il nostro servizio per gli spostamenti di lavoro dei dipendenti. Questo è il nostro ringraziamento per la loro fedeltà.” – dichiara Horacio Reartes, Regional Sales Director South West di SHARE NOW – “In tempi difficili come quelli che stiamo vivendo, crediamo sia ancora più importante rendere agevole l’accesso al nostro servizio a chi necessita di un’opzione di mobilità sicura e, al tempo stesso, flessibile”.

Roma dedica oltre 100 parcheggi al car sharing. SHARE NOW accoglie con estremo piacere la notizia dell’implementazione di oltre 100 nuovi parcheggi riservati esclusivamente al car sharing. I posti dedicati saranno siti in punti strategici della Capitale: dalle stazioni, ai nodi di scambio, sul Lungotevere e vicino al Centro storico. L’azienda ringrazia il Comune di Roma, la Sindaca Raggi e l’Assessore Calabrese per l’impegno costante nel supportare con azioni concrete e in modo strutturale lo sviluppo del car sharing a flusso libero, permettendo a chi sceglie questo mezzo di trasporto di trovare facilmente parcheggio. In questo modo sempre più persone saranno spinte a lasciare a casa l’auto privata e ad utilizzare la mobilità condivisa.

Pilota professionista

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    1.800 CV, gomme ad hoc e la Huracan impenna nella drag race [VIDEO]

    emissioni co2 suzuki

    Suzuki raggiunge l’obiettivo 95 g/km di CO2 grazie alla gamma ibrida