in

SSC Tuatara 2020: 100 esemplari, fino a 1.750 CV ciascuno [VIDEO]

SSC Tuatara
Tempo di lettura: 2 minuti

C’è voluto molto tempo ma, finalmente, è arrivata tra noi la SSC Tuatara. Prodotta dalla Shelby SuperCars, è stata presentata nei giorni scorsi al Philadelphia Auto Show ma non illudetevi: gestazione molto lunga ma solo 100 esemplari che finiranno nelle mani di altrettanti proprietari, pronte per sfrecciare in pista.

Ciò che colpisce di più della SSC Tuatara (qui il sito ufficiale) è, però, la potenza, o meglio, il rapporto peso/potenza: 1.750 CV, sì avete letto bene, per 1.250 kg. Se ci mettete un Cx di 0,279, ottenete una hypercar capace di fendere il vento come ben poche concorrenti.

Quasi 2.000 CV ottenuti dal V8 5.9 biturbo ma, attenzione, non costanti: tutto dipende dal tipo di carburante utilizzato (dal 91 ottani all’etanolo, un biocarburante tra i più diffusi, e cari, negli Stati Uniti), così da avere un minimo di 1.350 cv, da leccarsi comunque i baffi, fino a un massimo di 1.750 CV.

Un peso così ridotto grazie alla monoscocca in fibra di carbonio e all’abitacolo estremamente minimalista: schermo centrale dal quale controllare tutti i parametri, volante tagliato sopra e sotto di impostazione racing (con scenografiche palette del cambio sette marce color rosso lucido) e, sul manettino a destra lo “switch”, anche qui il motorsport insegna, per impostare le tre modalità di guida: Sport, Track e Lift.

SSC Tuatara 2020

Lift, cioè sollevare, per quelle situazioni in cui non è richiesto, ovviamente fuori dalla pista, girare con il fondo a pochi centimetri dall’asfalto. Grazie a questa modalità e grazie alle sospensioni elettroniche l’auto si alza di 40 mm, per agevolare, per esempio, il passaggio su un dosso.

Per SSC Tuatara la Casa non si tira indietro: 480 km/h di velocità massima (di molto superiore ai 412 km/h della Ultimate Aero, poi battuto dalla Bugatti che è arrivata a toccare quota 490,894 km/h). Insomma, una hypercar pensata per la pista ma, anche, per battere la concorrenza europea. Ricordiamoci che anche Koenigsegg non rimarrà spettatrice: nel 2017 battè proprio Bugatti sullo 0-400-0 km/h).

SSC Tuatara 2020

Dietro la SSC Tuatara 2020 c’è la mano, e la firma, di Jason Castriota, progettista con un passato in Ferrari e Maserati. Quando c’è da andare forte, quale miglior curriculum…

Dì la tua

Baby Beep

Baby Beep: cos’è e come funziona il dispositivo anti abbandono made in Italy

Lavori Ponte Morandi Webcam

Lavori Ponte Morandi: “il ponte di Genova riaprirà questa estate”