in

Tecnica: Classe B Electric Drive il brio dell’elettrico

Tempo di lettura: 6 minuti

La nuova Classe B Electric Drive, da noi provata, regala una guida sorprendentemente brillante, accelerando in modo decisamente scattante e scorrendo sulle strade extraurbane senza emettere pressoché alcun rumore. Il confort di marcia elevato tipico delle vetture con la Stella è abbinato ad un abitacolo caratterizzato da allestimenti di pregio, curati fin nei minimi dettagli, e da un’abitabilità decisamente generosa. In questo modo la Classe B Electric Drive combina il dinamismo e il piacere di guida con l’assenza di emissioni locali.

Vigorosa e brillante

mercedes-classeB-elettric3

Per la progettazione della Classe B elettrica, Mercedes-Benz ha collaborato con TESLA Motors. Le due aziende sono legate da lunghi anni di collaborazione nel campo della mobilità elettrica. Ed è stata TESLA a produrre, ad esempio, la batteria per il modello precedente della smart fortwo electric drive. Per la Classe B Electric Drive, Mercedes-Benz ha deciso di approfittare di nuovo del vasto know-how di un’azienda all’avanguardia nel settore delle elettriche e di integrare nella sua vettura la catena cinematica sviluppata da TESLA.

Alla guida silenziosa e priva di emissioni locali provvede un motore elettrico da 132 kW (180cv) da 9.900 a 12.500giri che, secondo la prerogativa tipica dei motori elettrici, eroga la sua coppia massima di 340 Nm già al regime minimo. Questo valore corrisponde approssimativamente alla coppia di un moderno motore aspirato a benzina da tre litri di cilindrata. Il risultato: un’accelerazione da vettura ferma decisamente scattante, soprattutto in Sport. La Classe B a trazione elettrica è brillante anche alla spunto da zero a 100 km/h, per il quale impiega appena 7,9 secondi. Ciò garantisce un comportamento di marcia imperturbabile e un piacere di guida estremamente dinamico in qualsiasi situazione.

Il guidatore ha a sua disposizione tre programmi di marcia, a seconda se desideri una guida particolarmente parca nei consumi, più orientata al comfort oppure più sportiva. I programmi di marcia in sintesi.

• E+ (Economy Plus): questo programma di marcia è concepito per una guida prudente e uniforme. La potenza è limitata a circa 65 kW (85cv) e la velocità massima si riduce così a circa 110 km/h in piano. Tuttavia, con il kick-down si ha comunque a disposizione una potenza di 175cv e una velocità massima di 160 km/h.
• E (Economy): la filosofia alla base di questo programma è la guida confortevole. La potenza è limitata a 98 kW (130cv), ma anche in questo programma si possono richiamare fino a 132 kW con il kick-down.
• S (Sport): massima potenza per la massima accelerazione. È questo il principio alla base di un programma di marcia improntato sulla guida sportiva. Di conseguenza sono disponibili 132 kW di potenza.

Autonomia idonea all’uso quotidiano e l’avvisatore acustico per pedoni

mercedes-classeB-elettric2

La velocità massima è limitata elettronicamente a 160 km/h per consentire una maggiore autonomia che, a seconda del ciclo di marcia, si aggira intorno ai 200 chilometri, effettivi 160-150 in base agli ausiliari (fari, radio, clima). Con quest’autonomia è possibile utilizzare la vettura senza problemi – e senza emissioni locali – non soltanto per gli spostamenti in città e per i brevi tragitti, ma anche per itinerari più lunghi, come le distanze percorse ogni giorno da molti pendolari.

A protezione di pedoni e ciclisti viene inoltre generato un suono specifico di Mercedes-Benz per quando si viaggia entro i 30 km/h (equipaggiamento a richiesta). Per velocità superiori non è necessario emettere alcun suono, poiché in tal caso dominano i rumori aerodinamici e di rotolamento della vettura.

A richiesta con tecnologia radar: la rigenerazione intelligente

Durante la marcia il motore elettrico provvede a garantire un bilancio energetico positivo, convertendo, attraverso il processo di rigenerazione, l’energia cinetica sviluppata in fase di rilascio e nelle frenate in corrente elettrica che viene poi accumulata nella batteria. Questo processo è comandato dalla gestione dell’energia. Il grado di rigenerazione, e quindi di decelerazione per inerzia, può essere influenzato dal guidatore attraverso il pedale del freno (circa il 10% della corsa del pedale) e in modo omogeneo si è riuscito a combinare la frenata “elettrica” a quella idraulica ordinaria. La capacità di rigenerazione dipende tra l’altro dallo stato di carica e dalla temperatura della batteria ad alto voltaggio.

Particolarmente efficace nel recuperare l’energia e quindi nell’aumentare l’autonomia della vettura si rivela il sistema di recupero dell’energia in frenata con assistenza radar, disponibile come equipaggiamento a richiesta. Al contempo il sistema supporta il guidatore nella regolazione della distanza di sicurezza e della velocità, poiché impiega i dati dei sensori radar del COLLISION PREVENTION ASSIST PLUS per incrementare o ridurre a zero la rigenerazione, e quindi la decelerazione, in base alla necessità.

MB Classe B 002

Se viene rilevato un veicolo antistante che procede lentamente o rallenta, l’incremento della coppia di rigenerazione produce una riduzione della velocità. Se si rileva un veicolo lontano o in accelerazione oppure se non si registra alcun veicolo, la vettura passa alla funzione «Sailing» a risparmio energetico senza rigenerazione. Questa modalità è utile soprattutto in città sulle strade a scorrimento veloce lievemente ripide. In discesa con la funzione «Sailing» o in presenza di forti pendenze l’aumento della capacità di rigenerazione limita l’accelerazione, con un effetto paragonabile al passaggio a una marcia inferiore. In combinazione con il COMAND il sistema di regolazione si amplia, tenendo conto anche delle informazioni del riconoscimento automatico dei segnali stradali e dei limiti di velocità presenti nel sistema di navigazione.

Inoltre, con questo equipaggiamento a richiesta il guidatore, utilizzando i comandi al volante, ha la possibilità di scegliere fra quattro diversi stadi di rigenerazione, dal «Sailing» fino a un grado di rigenerazione elevato con una curva caratteristica dell’acceleratore più sportiva. Sono disponibili gli stadi di rigenerazione di seguito elencati.

D+: modalità «Sailing», rigenerazione assente
D: rigenerazione moderata
D-: rigenerazione elevata
DAuto: rigenerazione dipendente dalla situazione del traffico

Ricarica rapida e RANGE PLUS

MB Classe B 001

L’alimentazione di energia del motore elettrico è affidata ad una potente batteria agli ioni di litio (con capacità di 28 kWh), alloggiata con il minimo ingombro e in posizione sicura nel sottoscocca della vettura tra l’asse anteriore e quello posteriore, nel cosiddetto «ENERGY SPACE».

Grazie al concetto modulare «ENERGY SPACE» la Classe B è stata progettata sin dall’inizio per adattarsi alle versioni a trazione alternativa: opportuni punti di giunzione della scocca permettono, sulle versioni a trazione alternativa, di modificare la sezione principale del pianale per ricavare un fondo parzialmente doppio sotto il sedile posteriore. Questo sottoscocca cela un serbatoio grande e due più piccoli di metano  nel caso della B 200 Natural Gas, o, appunto, la batteria agli ioni di litio per la B Electric Drive. Grazie a questo ingegnoso accorgimento il vano bagagli della cinque posti conserva le proprie dimensioni generose.

Per poter integrare la batteria agli ioni di litio ad alta tensione o il serbatoio di metano nel sottoscocca, l’autotelaio è stato modificato sotto il profilo tecnico rispetto ai modelli della Classe B con motore a combustione ed è stato alzato: nella Classe B Electric Drive di 40 mm davanti e di 43 mm dietro.

Il caricatore della batteria è alloggiato nel vano motore. L’operazione di ricarica è facile quanto fare rifornimento: il cavo di ricarica va collegato con la vettura e con l’alimentazione di corrente, che può essere una presa domestica, una stazione di ricarica pubblica o una wallbox. Quest’ultimo dispositivo consente una ricarica completa della batteria in sole tre ore circa (400 V, trifase, 16 A). Ad una presa di corrente domestica (230 V, monofase) la Classe B si ricarica generalmente nel corso di una notte. Con una protezione di 16 A il processo dura solo 9,1 ore circa.

Durante il processo di ricarica la spia di controllo sulla presa elettrica di bordo si illumina. In questa fase non è possibile avviare o spostare la vettura. Il display multifunzione fornisce informazioni sullo stato di carica attuale. Al termine del processo il cavo di carica viene scollegato.

Con l’equipaggiamento a richiesta RANGE PLUS l’autonomia della vettura può essere incrementata anche di 30 km.
Premendo il pulsante RANGE PLUS nel gruppo di comandi superiore, durante il successivo processo di ricarica la finestra di esercizio della batteria viene ampliata, ossia viene messa a disposizione una capacità maggiore. Poiché l’utilizzo troppo frequente di questa funzione può fare invecchiare la batteria più rapidamente, essa dovrebbe essere impiegata soltanto quando, ad esempio, si prevedono lunghi tragitti o quando la disponibilità di colonnine di ricarica nel luogo di destinazione è limitata.

mercedes-classeB-elettric8

Mercedes-Benz rilascia un certificato sulla batteria, garantendone una determinata capacità. Con il certificato Mercedes-Benz si impegna a rimuovere qualsiasi difetto tecnico negli otto anni successivi alla prima consegna o immatricolazione, oppure entro un limite di percorrenza di 100.000 chilometri.

La comodità del pre-riscaldamento e del pre-raffreddamento è di serie

La gestione termica della Classe B Electric Drive comprende da un lato la climatizzazione dell’abitacolo e dall’altro il raffreddamento del sistema di alimentazione elettrica. In questo modo è possibile ottenere il massimo rendimento di tutti i componenti anche nei lunghi tratti di strada in salita o in presenza di temperature esterne elevate. La batteria ad alta tensione viene raffreddata tramite un circuito a bassa temperatura. In presenza di temperature molto elevate, questo circuito può essere coadiuvato dal circuito di raffreddamento del climatizzatore. Per le basse temperature è previsto un sistema di riscaldamento della batteria.

Per riscaldare e rinfrescare l’abitacolo, la Classe B Electric Drive è equipaggiata di serie con il climatizzatore automatico COMFORTMATIC, che utilizza un riscaldatore PTC ad alta tensione e un compressore di climatizzazione ad alta tensione. Mediante il sistema «Mercedes connect me» il guidatore può pre-riscaldare o pre-raffreddare la vettura impostando liberamente l’ora della partenza.

Ampie misure di sicurezza

Nella Classe B Electric Drive un concetto di sicurezza completo protegge efficacemente dal contatto con l’alta tensione del sistema. In caso di danni alla vettura, il sistema ad alta tensione si disattiva automaticamente.

Il concetto di sicurezza del sistema ad alta tensione comprende, ad esempio, la marcatura univoca dei componenti ad alta tensione e dei cavi ad alta tensione di colore arancione. L’alloggiamento, l’isolamento e le coperture impediscono l’accesso a componenti attivi. Un sistema di monitoraggio dei connettori e delle coperture assicura di poter attivare solo un sistema ad alta tensione con contatti completi.

Un monitoraggio ciclico dell’isolamento (monitoraggio della resistenza) segnala al guidatore se si scende al di sotto di determinati valori di soglia e suggerisce di contattare l’assistenza. In caso di mancato raggiungimento di valori di soglia minimi definiti per l’isolamento viene impedita l’attivazione del sistema ad alta tensione e il processo di carica viene interrotto. La disattivazione del sistema ad alta tensione fa sì che si scarichino automaticamente tutti gli accumulatori. In caso di danni alla vettura, il sistema ad alta tensione si disattiva automaticamente. La riattivazione è possibile a seconda della gravità dell’impatto.

Participante

Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica.
La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Dì la tua

Smart forfun³: gioia di vivere al cubo

Occhiali per una guida sportiva