in

Elettrico e ibrido Mercedes-Benz: la formazione vincente della Stella

Tempo di lettura: 2 minuti

La ricerca di motorizzazioni alternative ha rappresentato un’importante sfida fin dai tempi di Benz & Cie. e Daimler-Motoren-Gesellschaft ed è, ancora oggi, per Mercedes-Benz un tema di grande rilevanza nelle strategie di ricerca e sviluppo del Marchio.

Obiettivo Intelligente Drive. Un impegno degli ingegneri Mercedes per una guida intelligente, sicura, efficiente e anche più sportiva. Già dal 2009 Mercedes-Benz ha introdotto la tecnologia ibrida nella produzione in serie e oggi, con 11 modelli già in vendita, le automobili ibride della Stella vantano una quota di mercato superiore a quella di tutti gli altri costruttori tedeschi messi insieme. In futuro, la strategia ibrida sarà sempre più focalizzata sulla tecnologia plug-in, con dieci nuovi modelli entro il 2017, uno ogni quattro mesi. Oggi l’offerta della Stella è distribuita su ben tre segmenti e tre diverse proposte: ibrido su diesel e benzina, ibrido plug-in benzina.

Diesel ibrido per Mercedes si traduce in BlueTEC HYBRID, oggi disponibile su Classe C, Classe E e Classe S, grazie al motore diesel a quattro cilindri abbinato ad un motore elettrico compatto garantisce una potenza di ben 150+20 kW (204+27 CV). Oltre al motore a combustione e a quello elettrico, il modulo ibrido, include il cambio 7G-TRONIC PLUS, un’elettronica di potenza combinata con convertitore CC/CC e una batteria agli ioni di litio ad alto voltaggio.

Con la S 400 HYBRID, invece, la tecnologia ibrida sposa un motore V6 benzina. Il sistema aiuta a risparmiare carburante e permette il cosiddetto effetto Boost, grazie al quale il motore elettrico imprime un’energica spinta al motore a combustione nella fase di accelerazione e di maggiore consumo. In fase di decelerazione il motore elettrico funziona da alternatore e recupera l’energia in frenata per il cosiddetto principio di rigenerazione. Come per le BlueTEC HYBRID, anche la S 400 HYBRID è equipaggiata di serie con cambio automatico 7G-TRONIC PLUS con leva del cambio DIRECT SELECT.

Lo step più avanzato (prima del full electric) è l’ibrido plug-in, disponibile esclusivamente in versione benzina a sei cilindri e, per la prima volta a quattro cilindri, su C 350 PLUG-IN HYBRID ed S 500 PLUG-IN HYBRID, perfetta sintesi di performance ed efficienza. Entrambe sono dotate di un connettore per il cavo di ricarica dietro uno sportello integrato nel paraurti posteriore, sotto il gruppo ottico destro. Questa tecnologia permette di percorrere fino a 31 km in modalità completamente elettrica.

Ogni anno circa 5.6 miliardi di euro vengono investiti in virtù di una strategia articolata in tre fasi che, accanto al continuo miglioramento dei propulsori a combustione interna, vede nelle motorizzazioni ibride un importante anello di passaggio verso la mobilità a zero emissioni, diventata già oggi realtà con smart electric drive e Classe B Electric Drive. L’ibrido rappresenta, dunque, un fondamentale e strategico anello di passaggio alla mobilità a zero emissioni, già oggi realtà.

Gentlemen driver

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

ERTS Hankook Competition presenterà sabato 14 i propri programmi sportivi

Seat Leon X-PERIENCE: fino al confine del mondo