in

Verifica assicurazione auto: copertura, ANIA, targa, app

Tempo di lettura: 5 minuti

La verifica assicurazione auto è uno di quegli strumenti che spesso non si considerano, ma che quando serve è davvero indispensabile. Fino al 2015, infatti, fare la verifica dell’assicurazione auto era un gioco da ragazzi. A partire dall’introduzione dell’assicurazione auto, infatti, era obbligatoria l’esposizione di un tagliandino sul parabrezza per indicare la validità della polizza assicurativa. Da quando l’esposizione non è più obbligatoria, però, è diventato più complesso scoprire se un’auto è coperta dall’RCA.

Questo, però, non significa che la verifica dell’assicurazione auto sia un’operazione difficile o complessa, anzi. Grazie a siti specifici, applicazioni dedicate e due servizi sviluppati da due enti come ANIA e Il Portale dell’Automobilista, nonostante non sia più immediato come una volta la verifica dell’assicurazione auto oggi è ancora estremamente facile. Scopriamo allora come fare la verifica assicurazione auto, la copertura e le app specifiche, passando dai siti di ANIA e del Portale dell’Automobilista, fino alla ricerca con la targa.

Verifica copertura assicurazione auto: 15 giorni di tolleranza poi scattano le sanzioni

Effettuare la verifica della copertura assicurazione auto è uno strumento molto utile in diverse occasioni, specialmente in caso di incidente. Grazie ai moderni sistemi di verifica, infatti, è possibile fare la verifica dell’assicurazione auto delle vetture coinvolte in un sinistro, soprattutto della vettura che ha causato l’incidente, direttamente dal proprio telefono. Fare la verifica dell’assicurazione auto è importante anche per evitare di incorrere in sanzioni con la propria vettura.

Il talloncino di un'assicurazione

Non sempre, infatti, si ha a portata di mano il contratto dell’assicurazione, e spesso lo stesso proprietario utilizza questi sistemi per verificare la scadenza della polizza. Il modo più tradizionale, ovviamente, è contattare direttamente la propria agenzia assicurativa. Tramite un controllo telefonico, una visita nel proprio ufficio di riferimento o controllando il contratto online o sull’app dedicata, è possibile controllare la propria polizza. Oggi, però, ci concentriamo sui modi più smart per effettuare la verifica dell’assicurazione auto, sulla propria o, più probabilmente, su altre vetture.

Le sanzioni per le automobili senza RCA sono davvero salate. A stabilire le sanzioni è l’Articolo 193 del Codice della Strada, che recita come “Chiunque circola senza la copertura dell’assicurazione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 866 a 3.464 euro”. Se poi si viene “pizzicati” due volte nel giro di un anno senza assicurazione, la pena è ancora più severa.

targa estera multa imola

La sanzione pecuniaria può arrivare al raddoppio, mentre si può incorrere nella sospensione della patente da uno a due mesi. Ma c’è di più: oltre alla sanzione economica si può incorrere anche nel sequestro del veicolo, attuato fino alla stipula di un’assicurazione da almeno 6 mesi, o addirittura alla confisca nel caso non si proceda neppure al pagamento di multe e spese di trasporto dell’auto sequestrata. Non abbiate però paura: per legge ci sono infatti 15 giorni di tolleranza, entro i quali si può guidare senza assicurazione in attesa del rinnovo o del cambio di agenzia. Nel caso invece si proceda a rinnovare l’RC Auto entro 30 giorni c’è uno sconto del 25% sulla multa. Lo stesso trattamento viene riservato a chi decide di radiare o rottamare il veicolo “beccato” senza assicurazione, previa presentazione della documentazione.

Verifica assicurazione auto, con la targa si controlla tutto online

Abbiamo quindi capito come mai la verifica dell’assicurazione auto è importante. Ora è quindi bene capire come agire e come fare a controllare questi dati. Come si fa a sapere se un’auto è assicurata? Oggi lo strumento principale per conoscere lo stato dell’assicurazione di un qualsiasi veicolo è la targa. Come ben sappiamo, infatti, la targa è il codice di identificazione univoco di qualsiasi vettura immatricolata e circolante sul territorio italiano. Alla targa sono legati i dati del proprietario, il pagamento del bollo, la revisione, i controlli per eventuali infrazioni, e quindi non stupisce scoprire come sia fondamentale proprio la targa per la verifica dell’assicurazione auto.

Il metodo per effettuare la verifica dell’assicurazione auto tramite targa è poi estremamente semplice. Grazie a diversi portali online, che conosceremo nel dettaglio tra un attimo, è estremamente semplice. Su questi siti e applicazioni collegate al database delle assicurazioni italiane, infatti, è possibile verificare semplicemente inserendo il numero di targa. Una volta inserito si ottengono dati legati all’assicurazione della vettura tra cui data di scadenza, compagnia assicurativa e alcuni dati del veicolo come marca, modello e (a volte) motore e alimentazione.

Questo strumento è anche utilissimo per scoprire se un’automobile ha un’assicurazione contraffatta. Come verificare se l’assicurazione è falsa? Tramite la verifica dell’assicurazione auto è possibile infatti verificare se l’auto è dotata di una copertura legittima, e che i dati dell’assicurazione che vi sono stati forniti sono contraffatti o semplicemente errati. Effettuare al volo una verifica dell’assicurazione auto è così semplice e immediato da diventare quasi automatico in caso di un incidente, anche del più sciocco e innocuo.

Il Portale dell’Automobilista verifica l’assicurazione auto: ecco come

Scopriamo quindi tutte le modalità di verifica dell’assicurazione auto partendo da quella forse più utilizzata, il Portale dell’Automobilista. Questa piattaforma gestita dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha molteplici usi. Facendo l’accesso con il proprio SPID è possibile infatti verificare i propri punti patente, lo stato dei veicoli di cui si è in possesso e anche pagare il bollo e altre imposte. Senza fare obbligatoriamente l’accesso è poi possibile anche verificare lo stato di revisione, bollo, classe ambientale e, ovviamente, assicurazione con l’inserimento della targa.

Per verificare l’assicurazione auto tramite targa è infatti necessario recarsi sulla sezione dedicata del Portale dell’Automobilista, Verifica Copertura Assicurativa RCA. Approdati su questa sezione, si può scegliere tra la verifica dell’assicurazione auto o di un ciclomotore. Una volta scelto “Veicolo”, basterà scegliere il tipo di veicolo (in questo caso, auto), inserire il numero di targa e completare il codice captcha, classico strumento per evitare l’utilizzo di questi sistemi da apparecchiature automatiche.

Dopo aver inserito il numero di targa e scritto il capcha in maniera corretta, il sistema trasmetterà all’utente il risultato. Associata alla targa compariranno infatti la compagnia assicurativa, la data di scadenza e una semplice ma efficace dicitura: “Il veicolo risulta/non risulta assicurato”.

Le app per verifica assicurazione auto, tante e gratuite: qual è la migliore?

Il sistema per la verifica dell’assicurazione auto del Portale dell’Automobilista è funzionale e sempre affidabile. Nonostante ci sia anche l’applicazione ufficiale, però, si tratta di un sistema che da il suo meglio utilizzato con il PC. Per questo, esistono delle applicazioni alternative per dispositivi mobili che rendono la verifica dell’assicurazione auto estremamente semplici.

Sugli store di applicazioni degli smartphone iOS e Android infatti si trovano decine di app che permettono la verifica dell’assicurazione auto. Attenzione, però, a scegliere app affidabili e sicure. Visto che sono quasi tutte gratuite, infatti, queste applicazioni possono non essere del tutto affidabili. Come capire quale app per verifica assicurazione auto scegliere? Il modo più semplice è controllare il numero di recensioni delle singole app, e ovviamente la media delle recensioni: più un’app è stata recensita, minore è la probabilità che nasconda qualcosa.

In ogni caso, tra le più valide applicazioni per la verifica assicurazione auto sono:

  • Verifica RCA Italia
  • Scanner Veicoli
  • Veicolo
  • Targa Scan
  • iTarga
  • iPatente, l’app del Ministero dei Trasporti

Verifica assicurazione auto con ANIA e CONSAP di vetture italiane ed estere

Arriviamo infine alla soluzione più completa ed esaustiva, ma anche meno immediata, la verifica assicurazione auto tramite ANIA e CONSAP. A voler essere precisi, in realtà, ANIA (l’Associazione Nazionale Imprese Assicuratrici) ha una sezione del proprio sito ufficiale dedicata alla verifica dell’assicurazione auto. Questa, però, fa riferimento direttamente allo strumento del CONSAP, la Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici.

La controllata del Ministero dell’Economia e delle Finanze ha infatti inserito all’interno del suo sito ufficiale uno strumento molto efficiente per il controllo delle coperture RCA, che però funziona al meglio solo utilizzando il PC o la modalità desktop del vostro cellulare. Recandovi sul Portale Unico delle richieste del CONSAP, è però necessario registrarsi tramite SPID e inserire una e-mail valida, e così accedere al portale. Una volta atterrati sul portale, però, non sarà possibile come con il Portale dell’Automobilista verificare in pochi clic l’assicurazione di un’altra auto.

Questa procedura è consentita però solo in caso di sinistro, come si può vedere chiaramente dalla pagina personale poco più in alto. Sebbene quindi questo strumento sia disponibile solo in caso di conclamato sinistro, il Portale Unico del CONSAP è l’unico dotato dell’accesso ai database di tutti i 27 Paesi dell’Unione Europea. Così sarà possibile effettuare, in caso di incidente, la verifica dell’assicurazione di auto estere. Ci sono, infine, applicazioni che permettono questa pratica per ogni Paese semplicemente inserendo la targa. In caso di sinistro, però, la soluzione più affidabile è quella di affidarsi all’infallibile, ma macchinoso Portale Unico del CONSAP.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    tesla model Y morti

    Spaventoso incidente Tesla Model Y in Cina: ecco il tragico video

    Binotto-licenziato-Vasseur

    Binotto licenziato? Al suo posto in Ferrari spunta l’ipotesi Vasseur