mercoledì, 15 Luglio 2020 - 18:45
Home / Notizie / Attualità / Accordo Iren Be Charge: presto 183 nuove stazioni di ricarica a Torino
Accordo Iren Be Charge

Accordo Iren Be Charge: presto 183 nuove stazioni di ricarica a Torino

Tempo di lettura: 1 minuto.

Firmato a Torino l’accordo tra Iren Mercato e Be Charge che porterà all’installazione di 183 nuove stazioni di ricarica sul territorio del capoluogo piemontese; l’energia fornita deriverà da fonti rinnovabili al 100%.

Non si fa altro che parlare di auto elettriche, elettrificazione, batterie e chi più ne ha più ne metta e forse qualcuno si sarà posto la domanda: si ma dove la ricarico? Come tutti sapranno, oltre alla rete domestica, esistono colonnine di ricarica veloce sparse sul territorio ma in Italia le infrastrutture non sono ancora adeguate ad accogliere un’evoluzione di tali dimensioni.

Qualcosa, però, si sta muovendo. Iren Mercato, società del Gruppo Iren, e Be Charge, società che fa parte del gruppo Be Power, uniscono quindi le forze verso una mobilità più pulita.

183 nuove colonnine di ricarica, sia rapida sia ultrapida, a favorire la diffusione dei veicoli elettrificati che sempre più case automobilistiche stanno presentando. Un 2020 sicuramente ricco di offerte, senza contare tutti gli incentivi cui sono soggette tutte queste tipologie di vetture.  

Fondamentale se pensiamo che Torino è la città più inquinata d’Italia e che, come tante altre, è continuamente sottoposta ai ben noti blocchi del traffico.

Cosa prevede l’accordo tra Iren e Be Charge

Iren Mercato fornirà servizi di installazione e manutenzione per ciascuna colonnina di ricarica Be Charge che erogherà energia elettrica 100% derivante da fonti di tipo rinnovabile assicurata proprio da Iren attraverso gli impianti idroelettrici che il Gruppo ha prodotto nel 2019. Ogni colonnina vedrà apposta la scritta “Be Charge powered by IrenGo”.

Autore: Naomi Ventura

Potrebbe interessarti

Autostrade in mano allo Stato: i Benetton lasciano. Ecco l’accordo

6 ore di negoziato e due anni di attesa, ma l’accordo tra Atlantia (Autostrade per …