venerdì, 14 dicembre 2018 - 2:35
Home / Notizie / Attualità / Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio scende in pista con i piloti Ferrari

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio scende in pista con i piloti Ferrari

Tempo di lettura: 1 minuto.

Pochi giorni del Gran Premio d’Italia, sfortunatamente non così brillante per la Scuderia Ferrari, i suoi piloti ufficiali si sono resi protagonisti di un viaggio emozionante alla volta di Balocco, circuito di prova del gruppo FCA. Il motivo? Una sfida senza esclusione di colpi che ha visto Sebastian Vettel, Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi sfidarsi a bordo della potente ed esclusiva Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio.

Ideato dall’agenzia Armando Testa e realizzato da Buddy Film, il filmato si apre con una quanto mai suggestiva vista dall’alto del celebre circuito che da decenni è la “culla” di tutti i modelli del gruppo italo-americano, infatti sulla pista di prova del Centro Sperimentale di Balocco (Vercelli) nascono e vengono sviluppate tutte le auto dei vari brand, compresa ovviamente l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, dove anche noi di Autoappassionati.it abbiamo avuto l’occasione di provarla in anteprima in fase di presentazione.

I piloti si sfidano tra controsterzi e sbandate controllate, tutto merito sì delle loro qualità ma anche, e soprattutto, delle doti pistaiole della belva nata sotto le insegne del Biscione. Il potente motore 2.9 BiTurbo benzina da 510 CV ha divertito Vettel, Raikkonen e Giovinazzi grazie alle sue prestazioni : velocità massima di 307 km/h, accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 3,9 secondi e una coppia massima di 600 Nm a 2.500 g/min.

Non è la prima volta che la Giulia Quadrifoglio si cimenta in pista, almeno per quello che è dato sapere a noi media: l’anno scorso, sul Circuito del vecchio Nürburgring, conosciuto dagli appassionati come “Inferno Verde“, proprio una Giulia Quadrifoglio registrò il record della sua categoria sul giro (7 minuti e 32 secondi).

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

 

 

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

targhe estere

Targhe estere: che fine fanno le auto con targhe dell’Est Europa?

Ancora non ci sono statistiche ufficiali sul numero di sanzioni ricevute dai proprietari di auto …