in

All’asta la Fiat Tipo di Nigel Mansell: la “vinse” al Gran Premio d’Italia 1990

Tempo di lettura: < 1 minuto

All’interno di un famoso sito di aste online è stata messa in vendita una speciale Fiat Tipo del 1990. L’auto ha diverse caratteristiche che la rendono unica, innanzitutto il telaio è il numero 1.000.000, poi quella stessa vettura è quella che venne presentata e donata al Gran Premio d’Italia del 1990 da Cesare Romiti (all’epoca amministratore delegato di Fiat) al pilota Ferrari Nigel Mansell, classificato al quarto posto.

Una Fiat Tipo speciale, quella dell’ex ferrarista Nigel Mansell

La Fiat Tipo in questione è una 1.8 DGT, il cruscotto è proprio quello che l’ha resa famosa, ossia il digitale che tutti volevano. La carrozzeria è a cinque porte, tettino apribile e colorata col British Racing Green, che all’epoca non era a listino, abbinata a degli speciali interni in pelle ed a cerchi in lega realizzati su misura.

Nonostante la guida a destra, questa particolare Fiat Tipo ha vissuto parte della sua storia nelle isole britanniche, prima presso l’Isola di Man, poi a Guernsey, per poi tornare in Inghilterra. Da alcuni anni è di proprietà di un collezionista belga che ha deciso di metterla in vendita.

I chilometri percorsi sono 81.988 km, ma è sempre stata tagliandata presso officine Fiat e con tutti i massimi criteri di attenzione possibili. Il proprietario ha aggiunto sul piatto dell’offerta anche il libretto service completo.

La quotazione della Fiat Tipo di Mansell

Stando alle stime fatte da esperti del settore, l’auto vale tra gli 8.000 ed i 10.000 euro, in quanto le perizie effettuate sul telaio dell’auto hanno rivelato un accenno di ruggine superficiale. Per effettuare offerte si può visitare il sito dedicato ed accedere con un qualsiasi indirizzo email. Il venditore si occuperà in seguito di effettuare la spedizione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Giorgetti: “bloccare i motori termici è l’eutanasia dell’industria”

    Pagelle F1, GP Azerbaigian: KO Ferrari, e Verstappen passeggia